Bruno Vespa piange Fabrizio Frizzi a Porta a Porta/ Si commuove durante il servizio con la figlia Stella

- Anna Montesano

Lacrime e commozione a Porta a Porta: Bruno Vespa ricorda Fabrizio Frizzi nella nuova puntata. Il servizio del conduttore con la figlia Stella lascia tutti senza parole

vespa_frizzi_portaaporta
Fabrizio Frizzi

Nel giorno della scomparsa di Fabrizio Frizzi, Bruno Vespa ha dedicato una puntata speciale di Porta a Porta al collega deceduto a soli 60 anni. Il conduttore ha ricordato con grandissima emozione il collega scomparso con le seguenti parole: “Il conduttore non era solo uno di noi, ma anche uno di voi. Così come i grandi che lo hanno preceduto, infatti, Frizzi ha sempre rappresentato il volto garbato e sorridente dello spettacolo italiano: con educazione e il sorriso è entrato a casa degli italiani e con discrezione è andato via lasciando un vuoto, nei cuori e non solo nei palinsesti”. Vespa ha poi aggiunto: “Ma perché milioni di italiani hanno applaudito oggi Fabrizio Frizzi? Se n’è andato un uomo di spettacolo, uno di noi. Finchè lo applaudiamo noi ci sta, è un amico, un collega”.

Fabrizio Frizzi insieme alla figlia Stella: il servizio commuove tutti a Porta a Porta

Grandissima la commozione per Bruno Vespa quindi nel ricordare un collega amato da tantissime persone per la sua semplicità e professionalità. Uno dei momenti più toccanti è stato quando in onda è andata un’intervista del suo amico-conduttore dopo al nascita della figlia Stella con immagini inedite di Fabrizio Frizzi insieme alla bambina. Tanta commozione in studio per lo stesso Vespa e Michele Guardì, uno degli scopritori del Frizzi-conduttore. Ricordiamo,infine, che più di diecimila persone da questa mattina hanno omaggiato Fabrizio Frizzi. La camera ardente è stata allestita nella sala degli Arazzi della sede Rai di viale Mazzini ed è rimasta aperta al pubblico dalle 10 alle 19, un’ora in più rispetto al previsto, proprio per consentire l’ingresso ai tanti che si trovavano ancora in coda alle 18.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori