Fabrizio Frizzi/ Bracconeri: “il mio amico Frizzolone per me è vivo, ricordo con Rita dalla Chiesa a Forum…”

Fabrizio Bracconeri ricorda Fabrizio Frizzi: “Lo chiamavo “Frizzolone” e prendevo in giro Rita, ora mi sento come avessi perso un fratello. Porterò con me il suo sorriso.”

Fabrizio_Bracconeri
Fabrizio Bracconeri

In esclusiva a Il Sussidiario.net, Fabrizio Bracconeri ha regalato il suo personale ricordo di Fabrizio Frizzi. L’attore romano, che è stato molto vicino all’attore per anni anche e soprattutto grazie al rapporto lavorativo con l’ex moglie di Frizzi, Rita Dalla Chiesa, aveva fatto sentire la sua voce solo tramite un tweet, nella mattinata di lunedì. Ovvero, a ridosso della diffusione della notizia della scomparsa del popolare conduttore. Ma per Bracconeri è stato difficile metabolizzare la notizia anche attraverso l’uso dei social, che pure l’hanno portato alla ribalta delle cronache spesso e volentieri in questi anni. “Questa notizia mi ha sconvolto,” ci ha raccontato, “ho visto che in tanti lo hanno salutato con delle foto sui social, io non riesco a salutarlo in questo modo.”

QUANTI SORRISI CON “FRIZZOLONE”

Prosegue Fabrizio Bracconeri nel suo ricordo di Fabrizio Frizzi: “Conoscevo Fabrizio perché era sposato con Rita Dalla Chiesa quando conducevamo Forum, e ho vissuto vicino a loro il loro periodo più bello come coppia, ma anche quello drammatico della separazione. Per due-tre anni mi divertivo a prendere in giro Rita parlando di Frizzi, che chiamavo Frizzolone. Ricordo le cene a casa sua, le docce dopo le partite a pallone: una persona sempre disponibile e sorridente, anche nei momenti burrascosi della fine della loro storia d’amore, pur bellissima. Mi hanno chiamato poco dopo le cinque per comunicarmi la notizia, ho sentito Rita ed era logicamente distrutta, l’ho risentita poi in serata. Io voglio ricordarlo vivo, col suo proverbiale sorriso mentre mangiavamo, battute e barzellette non mancavano mai. Non riesco a crederci, mi sento come se fosse scomparso un fratello: spero che lassù incontri tutti gli autori e gli amici perduti, soprattutto Massimo, il genero di Rita, e faccia sorridere in cielo tante persone facendo la televisione per loro.” (in collaborazione con Matteo Fantozzi)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori