ATTACCO: PIATTAFORMA JENNIFER/ Su Rete 4 il film con Roger Moore (oggi, 28 marzo 2018)

- Cinzia Costa

Attacco: Piattaforma Jennifer, il film in onda su Rete 4 oggi, 28 marzo 2018. Nel cast: Roger Moore, Anthony Perkins e Jack Watson, alla regia Andrew V. McLaglen. Il dettaglio.

attacco_piattaforma_jennifer_film
Il film nel pomeriggio di Rete 4

NEL CAST ROGER MOORE

Il film Attacco: Piattaforma Jennifer va in onda su Rete 4 oggi, mercoledì 28 marzo 2018, alle ore 16.45. Una pellicola che è stata realizzata nel 1980 per la regia di Andrew V. McLaglen, mentre nel cast gli attori principali sono Roger Moore, Anthony Perkins, Jack Watson, James Mason e Anthony Pullen Shaw. Tra le interpreti femminili ci sono Lea Brodie, Jennifer Hilary e Faith Brook. Il primo film diretto da Andrew V. McLaglen, risale al 1956 con la pellicola di genere western dal titolo “Il vendicatore dell’Arizona”. Nel 1978 il regista ha lavorato ancora una volta con Roger Moore, interprete insieme a Richard Burton del film di azione “I 4 dell’Oca selvaggia” diretto appunto da Andrew V. McLaglen. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

ATTACCO: PIATTAFORMA JENNIFER, LA TRAMA DEL FILM

Rufus Excalibur (Roger Moore), nell’ambiente militare come ‘Ffolkes’, è uno scozzese audace e facoltoso. Considerando l’ipotesi di probabili eventi bellici nel prossimo futuro, Rufus ha addestrato e istruito un folto gruppo di uomini ceando una squadra di “paramilitari di sub” di grade valore. Succede che, nel mare del Nord, due delle maggiori piattaforme petrolifere inglesi finiscono nelle mani di pericolosi terroristi, capeggiato da un uomo spietato di nome Lou Kramer (Anthony Perkins). Questi ordina di disseminare una grossa quantità di esplosivi sulle due piattaforme, subito dopo comunica al governo inglese la sua intenzione di far esplodere entrambe le strutture. Kramer fa una richiesta prevedibile, per evitare che saltino in aria le due piattaforme, il governo britannico dovrà pagare un’ingente quantità di danaro. Quello di Kramer è un vero e proprio ricatto ma i politici inglesi e lo stesso Sir Francis Brindsen (James Mason), il più alto in grado della Marina militare del paese, non hanno alcuna intenzione di sottostare alle condizioni dettate dal terrorista. Bisogna studiare un piano che possa evitare scongiurare il peggio, quindi si giunge ad una decisione unanime, chiedere a Rufus Excalibur di intervenire. Per evitare che la notizia finisca sui giornali e possa quindi creare preoccupazione al popolo britannico, i responsabili del governo devono anche cercare di non far trapelare la notizia ai giornalisti, sempre a caccia di informazioni esclusive e sensazionali. I terroristi intanto rimangono fermi sulle loro posizioni, ma le situazioni di pericolo sono tante e lo stesso Rufus sembra non farcela. Le cose non sembrano essere a favore dei paramilitari ma poi la situazione si ribalta e Kramer perderà la vita, proprio a causa dell’esplosione che lo stesso terrorista aveva pianificato. Sarà Rufus a provocare lo scoppio e ad assistere agli ultimi istanti di vita di Kramer. Ora che finalmente il disastro è stato evitato e i terroristi superstiti sono stati assicurati alla giustizia, Rufus Excalibur decide di organizzare una festa nella sua dimora per brindare tutti insieme. Ai festeggiamenti prenderanno parte non soltanto le autorità politiche britanniche ma anche gli operai addetti alle piattaforme che hanno rischiato di morire per mano dei terroristi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori