GIANFRANCO D’ANGELO RESPINTO AI FUNERALI DI FABRIZIO FRIZZI/ Unica voce fuori dal coro

- Anna Montesano

Il noto attore Gianfranco d’Angelo, attraverso uno sfogo pubblicato su Facebook, svela di essere stato respinto ai funerali di Fabrizio Frizzi: “Mi hanno detto che era per pochi intimi”

gianfranco_dangelo_wikipedia
Gianfranco D'Angelo

Quella di Gianfranco D’Angelo è l’unica voce fuori dal coro. Tante le persone che ieri hanno partecipato ai funerali di Fabrizio Frizzi e, tutte, hanno speso solo belle parole per la decisione della famiglia di Fabrizio Frizzi di ammettere le telecamere per permettere a tutti quelli che hanno amato il conduttore di potergli dare l’ultimo saluto. Gianfranco d’Angelo, invece, con un post pubblicato su Facebook, ha rivelato di essere stato respinto e di non aver potuto partecipare al rito funebre in chiesa. I fans di Fabrizio Frizzi, però, avrebbero gradito un atteggiamento diverso da parte di Gianfranco D’angelo che, a detta di alcuni utenti, avrebbe potuto comunque far parte della folla di gente che ha salutato Frizzi restando in piazza. Da parte sua, l’attore non ha più aggiunto nulla alle precedenti dichiarazioni preferendo non alimentare ulteriori polemiche. Nei prossimi giorni, tuttavia, tornerà sull’argomento spiegando effettivamente cos’è successo? (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

D’Angelo non svela il motivo del riufiuto

Nonostante, col passare delle ore, l’ennesima polemica nata attorno ai funerali di Fabrizio Frizzi sia stata disinnescata, continua comunque a far discutere il post polemico (e successiva rettifica) vergato da Gianfranco D’Angelo sul suo profilo Facebook: l’81enne comico romano si era lamentato di non aver potuto assistere all’ultimo addio nella Chiesa degli Artisti al suo amico e poi, lasciandosi andare nello sfogo, aveva tirato in ballo anche l’eccessiva mediatizzazione dell’evento anche a causa delle stesse scelte registiche della Rai. Nonostante in seguito abbia provato ad abbassare i toni e, già nelle ultime ore, aveva espresso prima di tutto la sua vicinanza alla vedova Carlotta e a Stella, figlia della coppia, il diretto interessato non ha ancora rivelato quale era il motivo per cui non è stato fatto entrare in chiesa: perché all’interno tutti i posti erano occupati oppure non è stato “riconosciuto” dagli addetti all’ingresso e, come è capitato ad altri volti noti del mondo dello spettacolo, non ha potuto beneficiare nemmeno dell’ingresso laterale per poter assistere da vicino alla funzione? (agg. di R. G. Flore)

D’Angelo ancora al centro delle polemiche

Gianfranco D’Angelo avrebbe voluto partecipare di persona ai funerali di Fabrizio Frizzi, ma così non è accaduto. Dopo aver rivelato quanto accaduto sui social, l’attore ha precisato di averlo fatto non per alimentare polemiche, ma perché avrebbe voluto salutare da vicino un amico. La precisazione di Gianfranco D’Angelo, però, non ha messo fine alle polemiche. Molti utenti, infatti, si chiedono perché non abbia comunque raggiunto Piazza del Popolo dove, c’erano tanti volti noti che, pur non potendo entrare in chiesa dove erano ammessi i parenti e gli amici più stretti, hanno comunque voluto essere presenti all’ultimo viaggio di Fabrizio Frizzi. “Gianfranco, lo sai che io ti voglio bene, anche se non ci vediamo da un po’… Al funerale ho visto tanti volti noti, notissimi in piedi. Ti chiedo, perché non sei rimasto nella piazza, fuori? C’era il sole oggi a Roma, fuori si stava bene. Spero che tu sia rimasto, per Fabrizio”, “il pensiero conta come la presenza….non era importante stare all’ interno della chiesa..era importante dedicare anche una lacrima per un signore vero”, si legge su Facebook. Cliccate qui per leggere tutto (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

Le parole per la scomparsa di Fabrizio Frizzi

Ha fatto un po’ discutere quanto accaduto a Gianfranco D’Angelo. Il noto conduttore di Drive In, storico programma in onda sulle reti Mediaset negli anni ’80, è stato respinto dalla Chiesa degli artisti, in occasione del funerale del povero Fabrizio Frizzi, scomparso per un’emorragia cerebrale nella notte fra domenica e lunedì scorsi. Il comico si è sfogato su Facebook, ricevendo messaggi di sostegno dai moltissimi suoi fan. D’Angelo è stato un grande amico del Frizzolone nazionale, e il giorno della sua scomparsa gli dedicò un bellissimo pensiero: «Avevi una qualità rara nel mondo, l’educazione e la gentilezza. Entravi nelle case degli italiani come l’amico di tutti. Pacato, sorridente, rassicurante. Come mi dispiace! A Carlotta, alla tua bimba un abbraccio immenso. Con infinita tristezza ti dico: fai buon viaggio Fabrizio». La polemica sembrerebbe essere comunque subito rientrata, ed è stato lo stesso D’Angelo il primo a voler abbassare i toni, per via anche di un lutto che ha sconvolto profondamente tutta l’Italia. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

La precisazione di D’Angelo

Dopo il dolore e il cordoglio per la morte di Fabrizio Frizzi, Gianfranco D’Angelo ha raccontato di non essere potuto intervenire al suo funerale perchè: “Mi hanno respinto dicendo che era una cerimonia “per pochi intimi”. No comment. Ciao Fabrizio, ti porterò sempre nel cuore”. Naturalmente le sue parole non sono passate inosservate e così l’attore, ha visto il suo personale pensiero ribalzare sul web da sito a sito. A questo punto, dopo alcune ore ha voluto precisare il suo punto di vista, sempre attraverso il suo profilo ufficiale di Facebook: “Non amo le polemiche, specialmente in questo caso. Ma rispondo a chi non è d’accordo su quello che ho scritto. Quando qualcuno ti dice: non può entrare nessuno, solo i familiari, e poi, guardi che c’è la ripresa televisiva… e la ripresa televisiva, come la vogliamo chiamare? Comunque, ho espresso solo un piccolo dispiacere, rispetto a quello molto più grande di un mio Amico che non c’è più”. “Capisco il rammarico per non aver potuto salutare un caro amico, sicuramente quello che ti ha risposto non ti ha riconosciuto. Cmq, in ogni caso dovevi entrare, è stato un gesto incivile da chi te lo ha negato. Fabrizio, non avrebbe gradito questo gesto di scorrettezza nei tuoi confronti”, si legge tra i commenti. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

La delusione di Gianfranco D’Angelo

Tantissimi i nomi del mondo dello spettacolo che si sono ritrovati per la celebrazione dei funerali di Fabrizio Frizzi stamani. L’attore Gianfranco d’Angelo, altro nome importante dello spettacolo, ha spiegato attraverso il suo profilo personale di Facebook, la disavventura: “Quando un funerale diventa spettacolo e non ti viene permesso di entrare in Chiesa per salutare un Collega che ci lascia, allora consideri che si può essere vicini alle persone anche senza essere ripresi dalla TV. Mi hanno respinto dicendo che era una cerimonia “per pochi intimi”. No comment. Ciao Fabrizio, ti porterò sempre nel cuore”. Un messaggio che ha sconvolto in tanti che si sono poi fiondati ad esprimere la propria reazione sotto il suddetto post dell’attore.

Il messaggio di Gianfranco D’Angelo e la reazione del web

Tra questi commenti al post di Gianfranco D’Angelo si legge l’ncredulità e la convinzione che Fabrizio Frizzi sia comunque contento della dimostrazioni di affetto: “Fabrizio è contentò ugualmente della nostra dimostrazione di affetto vero, tutto il resto è noia!” “Assurdo! Un saluto a un amico non è da vietare a nessuno”. “Mi dispiace moltissimo Gianfranco. Fabrizio sa che eri li per lui”. “Davvero? Respinto lei, un grande della vera e bella tv, come lo era Fabrizio, mi dispiace moltissimo ma Dio sa tutto”. “Gianfanco caro, ti abbraccio forte. Purtroppo è una cosa molto frequente, specie presso la Chiesa degli Artisti di piazza del Popolo.È successo a me più volte in occasione di cerimonie funebri di amici scomparsi. Poi sono sempre entrato, ma la cosa mi ha sempre turbato. È impensabile che io debba fare la voce grossa per rendere omaggio alla salma di un amico”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori