CONCERTO PRIMO MAGGIO 2018/ Sul palco a piazza San Giovanni anche Carmen Consoli e Fatboy Slim

- Stella Dibenedetto

Concerto Primo Maggio 2018: sul palco in piazza San Giovanni, tra i vari artisti già confermati dall’organizzazione, ci saranno anche Carmen Consoli e Fatboy Slim.

carmen consoli
Carmen Consoli & Friends

Sale la febbre per il tradizionale Concerto del Primo Maggio che, ogni anno, attira a Roma migliaia di giovani provenienti da tutta Italia. Anche quest’anno, l’appuntamento si rinnova e il Concerto del Primo Maggio 2018 si svolgerà in Piazza San Giovanni. Promosso da Cgil, Cisl e Uil e gestito da iCompany, il Concertone porterà sul palco sia alcuni dei nomi più amati del panorama musicale che tanti giovani artisti, pronti a prendersi la scena su un palco così importante. Tra i primi nomi confermati ci sono Fatboy Slim, Carmen Consoli, Canova, Nitro, Calibro 35, Dardust feat. Joan Thiele, Frah Quintale, Wrongonyou e Willie Peyote. L’annuncio è arrivato direttamente dagli organizzatori il cui intento è puntare sulla musica più amata dai giovani, solitamente spettatori abituali del concertone. “Per la sua storia e per il ruolo simbolico che ha ricoperto e ricopre nell’immaginario musicale nazionale, credo che il Concerto del Primo Maggio debba darsi oggi l’opportunità e l’obiettivo di portare sul palco la musica attuale”, ha detto Massimo Bonelli, uno degli organizzatori.

LA MUSICA DEI GIOVANI AL CENTRO DEL CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO

Nomi giovani sul palco del Concerto del Primo Maggio 2018 come da tradizione. Ogni anno, infatti, al Concertone di Piazza San Giovanni partecipano sia artisti già affermati che nomi emergenti ed è quanto accadrà anche quest’anno come ha fatto sapere l’organizzatore Massimo Bonelli. “E’ già successo di ospitare artisti come TheGiornalisti (2016), Levante (2015 e 2017), Coez (2016), Lo Stato Sociale (2015 e 2017), Motta (2017) e di farli esibire poco prima che il grande pubblico si accorgesse di loro. Ecco, vorremmo che questa attitudine di leggere in leggero anticipo e dare visibilità a ciò che sta per succedere fosse un po’ la cifra stilistica del Concerto del Primo Maggio del futuro, di un evento che proverà ogni anno a scattare una fotografia attendibile di quello che di buono sta suonando nelle orecchie del paese reale”, ha detto Bonelli che si augura che anche gli artisti emergenti che saliranno quest’anno sul palco abbiano poi i riconoscimenti del grande pubblico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori