SALVATORE ESPOSITO, “PUOI BACIARE LO SPOSO”/ “La mia famiglia mi ha salvato” (Verissimo)

- Francesca Pasquale

Salvatore Esposito, ospite questo pomeriggio nel format di Canale 5, parla del proprio film “Puoi baciare lo sposo” uscito lo scorso 1 marzo nelle sale cinematografiche.

Salvatore_Esposito_web_2018
Salvatore Esposito ospite a Verissimo

Salvatore Esposito e Cristiano Caccamo sono tra gli ospiti della nuova puntata di Verissimo. I due attori sono i protagonisti del film “Puoi baciare lo sposo”, da questa settimana in tutti i cinema. Si ride, si scherza, ma ci si commuove anche nello studio di Silvia Toffanin , dove l’amato protagonista di Gomorra vede un video che riassume i momenti più importanti della sua carriera fino ad oggi. Poi l’attore parla del suo vissuto e di come i suoi affetti siano stati importanti per la sua crescita. “Se dovessi dirti che cosa mi ha salvato devo dire sicuramente la mia famiglia, che mi sempre sostenuto e tutelato dal mondo e da quelle difficoltà che qualsiasi città o periferia di pone di fronte” racconta, commosso, Salvatore Esposito a Silvia Toffanin prima di dare parola a Cristiano Caccamo. (Aggiornamento di Anna Montesano)

LA TRAMA DI “PUOI BACIARE LO SPOSO”

L’attore napoletano Salvatore Esposito diventato famoso agli occhi del grande pubblico per l’interpretazione nella serie cult Gomorra nei panni di Genny Savastano, questo pomeriggio è ospite di Silvia Toffanin a Verissimo. Non si parlerà soltanto della serie seguita praticamente in tutto il Mondo ma anche e soprattutto del film di Alessandro Genovesi, Puoi baciare lo sposo. Una pellicola della quale Esposito è il principale protagonista assieme a Cristiano Caccamo (l’interprete di Giovanni nell’undicesima stagione di Don Matteo), Diego Abatantuono e Monica Guerritore e che è uscito nelle sale cinematografiche lo scorso giovedì 1 maggio ottenendo ottimi commenti sui social da parte del pubblico che è andato a vederlo. È la storia di una coppia omosessuale italiana trapiantata a Berlino che ad un certo punto decide di fare il grande passo. Tuttavia prima di sposarsi decidono di andare a conoscere i genitori del personaggio interpretato da Antonio nel Sud del Paese, affrontando le reticenze varie della gente e di un padre per nulla preparato a questo genere di situazioni. Una commedia divertente che affronta una tematica quanto mai attuale.

SALVATORE ESPOSITO, “DOVREBBE ESSERE CONSENTITO IL MATRIMONIO IN CHIESA PER I GAY”

Salvatore Esposito in una recente intervista rilasciata a Style Magazine, ha parlato del film e di come in un mondo ‘normale’ avrebbe dovuto creargli maggiori problemi l’interpretazione nei panni di un killer sanguinario (il riferimento è a Gomorra) piuttosto che incarnare un ragazzo che lotta per una storia d’amore. Ecco alcuni passaggi dell’intervista rilasciata da Esposito nel quale fa un cenno anche alla trama dello stesso film: “In un mondo normale avrebbe dovuto crearmi problemi diventare un killer pazzo e senza scrupoli, non certo un giovane che vive una storia d’amore.. La storia è molto moderna perché racconta uno dei crucci dell’Italia di oggi, senza stereotipi né pregiudizi. Sono credente e quando ho letto la sceneggiatura mi sono chiesto come sia possibile che, nonostante le aperture di Papa Francesco, le coppie dello stesso sesso non possano ancora adottare e sposarsi con rito religioso. In questo momento storico c’è una tale libertà, un tale avanzamento tecnologico, eppure su certe cose sembra di stare nel Medioevo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori