Preside chiede il Tso per un alunno autistico/ Video, Giulio Golia aggredito dal dirigente scolastico

- Fabio Morasca

Le Iene, Giulio Golia aggredito: la Iena è stata aggredita da un preside che vuole imporre il TSO ad un ragazzo autistico che frequenta un liceo artistico a Catania.

edoardo_le_iene_italia_1
Le Iene, Giulio Golia aggredito da un preside (Italia 1)

Durante l’ultima puntata de Le Iene Show, programma di Italia 1 condotto da Nicola Savino, Nadia Toffa, Giulio Golia, Matteo Viviani e Paolo Calabresi, è andato in onda un servizio riguardante Edoardo, un ragazzo autistico ad alto funzionamento che vive a Catania. I genitori di Edoardo, intervistati dalla Iena Giulio Golia, hanno dichiarato che Edoardo non va a scuola da ben 15 giorni. Il motivo è il seguente: i genitori hanno il terrore di portare Edoardo in quello che definiscono un “ambiente ostile”. Il motivo di questa paura risiede nel fatto che il preside del liceo artistico frequentato da Edoardo ha minacciato i genitori del ragazzo di sottoporlo ad un TSO ossia ad un trattamento sanitario obbligatorio. La presa di posizione di questo preside deriva dal fatto che, in un’occasione, Edoardo, durante una crisi, ha alzato improvvisamente uno sgabello in aria in quanto era molto infastido dal rumore in classe. Come documentato anche dalle telecamere de Le Iene, Edoardo è rimasto negativamente impressionato da un documentario riguardante i nazisti e la deportazione degli ebrei nei campi di sterminio.

L’INCONTRO TRA GIULIO GOLIA E IL PRESIDE

Nonostante le sue crisi, durante le quali Edoardo rischia di essere pericoloso più nei riguardi di se stesso che degli altri, i medici hanno sempre dichiarato che il ragazzo non è un soggetto pericoloso. Anche lo stesso Edoardo lo ha confermato con le seguenti parole con le quali ha anche riconosciuto lo sbaglio dell’episodio dello sgabello: “Non me la prendo mai con gli altri. Lo sgabello? Non lo farò mai più. L’ho fatto perché ero impazzito. Io voglio bene ai miei compagni”. La scuola frequentata da Edoardo avrebbe cercato di imporre al ragazzo il programma differenziato, abbassandogli drasticamente i voti in pagella. Trasferirlo in un’altra scuola risulta impossibile in quanto in un altro liceo artistico individuato dai genitori, non risulta esserci un insegnante di sostegno. Giulio Golia, quindi, ha provato a intervistare il preside ma l’accoglienza non è stata delle migliori: il preside ha provato a rompere una telecamera e si è “aggrappato” anche all’operatrice. Successivamente, il preside si è calmato ma ha ribadito la propria opinione a riguardo. Le Iene, quindi, hanno tentato di risolvere il problema, puntando tutto sulla nuova scuola pronta per accogliere Edoardo e la soluzione sembra essere vicina.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DEL SERVIZIO DI GIULIO GOLIA A LE IENE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori