IL BORGO DEI BORGHI 2018/ Vincitore e classifica: Gradara primo davanti a Castroreale e Bobbio

Il borgo dei borghi 2018 in una serata speciale, in onda oggi, domenica 1° aprile, nel prime time di Raitre. Camila Raznovic svela il vincitore al termine di un viaggio spettacolare.

01.04.2018 - Stella Dibenedetto
camila_raznovich_cs_2017
Camila Raznovic

IL BORGO DEI BORGHI 2018, DIRETTA CLASSIFICA E VINCITORE

Furore, situato in provincia di Salerno, si ferma ai piedi del podio della classifica del Borgo dei Borghi 2018. Camila ritorna a Vico Equense, per poi spostarsi a Fontanellato, dove Daverio le mostra nel castello la stanza della memoria, affrescata dal Parmigianino, dedicata al bambino perso dalla padrona di casa. La Raznovich riceve poi la busta con il voto del critico d’arte. Saliamo quindi sul podio della classifica, dove sul gradino più basso troviamo Bobbio, situato in provincia di Piacenza. Ormai la sfida è rimasta a due, tra Gradara (PU) e Castroreale (ME). Camila prima mostra però i voti dei giudici: Tozzi ha scelto Gradara, Daverio Bobbio e Bowerman Gradara. Ed è proprio il borgo marchigiano ad aver vinto questa edizione del Borgo dei Borghi, battendo quello siciliano. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

MONTE ISOLA SI PIAZZA QUINTO

Ci stiamo avvicinando alle prime cinque posizioni della classifica del Borgo dei Borghi. Al settimo posto troviamo Stintino, situato in provincia di Sassari e proprio sul mare. Naturalmente con un’acqua splendida. La sesta posizione è invece occupata da Bagnoli del Trigno, borgo della provincia di Isernia. Dopo la perla del Molise ritroviamo Camila a Castellammare di Stabia, precisamente a Villa San  Marco, dove ritrova Tozzi, che le consegna la busta con il suo voto. Entriamo quindi nella top five della classifica, dove troviamo subito Monte Isola, situata nel Lago di Iseo, in provincia di Brescia. Questo luogo è stato al centro dell’installazione The Floating Peers di Christo nel 2016. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

PESCOCOSTANZO NELLA TOP TEN

Siamo arrivati alla top ten della classifica del Borgo dei Borghi. La posizione numero 10 è occupata da Sesto al Réghena, paese in provincia di Pordenone. Camila ora è di nuovo in Umbria, precisamene a Narni, in provincia di Terni. Un luogo a cui si è ispirato C.S. Lewis per il nome Narnia. Scorriamo ancora la classifica e al numero 9 troviamo Pescostanzo, in provincia dell’Aquila. La Raznovich è di nuovo con Cristina Bowerman in un antico frantoio. La posizione numero 8 della classifica è appannaggio di San Giorgio di Valpolicella, borgo situato in provincia di Verona. Nella zona ci sono della cave, da cui proviene la pietra con cui è costruita la celebre Arena della città scaligera. Camila è di nuovo a Fontanellato, con Daverio che la guida alla scoperta del locale castello.

ALTOMONTE A RIDOSSO DELLA TOP TEN

Davanti ad Arnad, borgo valdostano, in classifica, alla posizione numero 15, troviamo Bevagna, situato in provincia di Perugia. Camila ha intanto raggiunto Fontanellato, comune situato in provincia di Parma, per incontrare Philippe Daverio. Al numero 14 della classifica scopriamo esserci Tursi, in provincia di Matera, un borgo dove ci sono ancora tracce della presenza saracena. La tredicesima posizione è invece occupata da Chiusdino, borgo della provincia di Siena, famoso anche per l’Abbazia di San Galgano. Più in alto c’è Noli, borgo sulla riviera ligure di ponente, in provincia di Savona. Ritroviamo quindi Camila con Tozzi, ancora a Vico Equense. L’undicesimo posto della classifica dei borghi è appannaggio di Altomonte, situato in provincia di Cosenza. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

ARNAD AL 16° POSTO

Dopo aver rivelato i borghi posti in fondo alla classifica (Sermoneta e Vigo di Fassa), Camila evidenzia come la gita di Pasquetta di molti telespettatori potrebbe essere proprio in uno dei borghi protagonisti di questa serata. Prosegue la classifica. Al numero 18 troviamo Rodi Garganico, situato in provincia di Foggia. Situato sul mare, in una zona particolarmente ventosa, in questo borgo si può praticare il kite surf. La Raznovich, che scopriamo essere a Vico Equense, in provincia di Napoli, si fa guidare da uno degli abitanti alla scoperta delle sue meraviglie, tra cui il castello. Il 17° posto della classifica è occupato da Barolo, borgo in provincia di Cuneo noto per il vino che rappresenta una delle eccellenze enologiche mondiali, in un territorio, le Langhe, che rientra tra i patrimoniali mondiali Unesco. Camila intanto si è spostata in Umbria per incontrare Cristina Bowerman. Al numero 16 della classifica troviamo Arnad, in provincia di Aosta.

ULTIMO POSTO PER SERMONETA

Su Rai 3, in questa serata di Pasqua, scopriremo qual è il Borgo dei Borghi 2018 tra i venti in gara. E percorreremo quindi la classifica. Camila Raznovich nell’anteprima ha ricordato quali sono i borghi in gara, con delle bellissime immagini riprese dall’alto, grazie ai droni. Senza dimenticare i giudici speciali di questa competizione: Cristina Bowerman, Philippe Daverio e Mario Tozzi. Proprio il geologo è colui che Camila incontra per primo sulla costa campana. La conduttrice annuncia poi la posizione numero 20 e la numero 19 della classifica: l’ultimo posto è occupato da Sermoneta, borgo in provincia di Latina. Davanti a questo gioiello laziale troviamo Vigo di Fassa, in provincia di Trento. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

ATTESA PER IL VINCITORE

Oggi, domenica 1° aprile, giorno della Santa Pasqua, in prima serata su Raitre, va in onda Il Borgo dei Borghi, uno speciale condotto da Camilla Raznovich che svelerà il vincitore della rubrica presente all’interno del programma Kilimangiaro, in onda ogni domenica pomeriggio sulla terza rete della Rai. Per svelare il Borgo dei Borghi 2018, Raitre, dopo il successo delle precedenti edizioni, ha pensato ad una serata speciale dedicata alla sfida dei borghi più belli dell’Italia. Il borgo più bello verrà eletto con il voto dei telespettatori e con quello di una giuria di esperti formato da 20 componenti, uno per ogni regione. Nel 2017 a vincere il titolo di Borgo dei Borghi fu Venzone, in Friuli Venezia Giulia, mentre nel 2016 vinse Sambuca di Sicilia.; nel 2015 e nel 2014 a trionfare furono ancora un borgo siciliano, Montalbano Elicona e Gangi. E quest’anno, chi sarà il borgo vincitore?

I BORGHI IN GARA NEL 2018

Nella prima serata di Pasqua, Raitre propone così un viaggio entusiasmante tra alcuni dei borghi italiani più belli fatto di posti spettacolari e storici, ma anche di tradizioni culinarie. L’obiettivo è riuscire a scoprire il Borgo dei Borghi 2018 che unisce alla bellezza del proprio paesaggio, anche una cucina prelibata e molto ricercata. I borghi in gara nel 2018 sono: Abruzzo, Pescocostanzo; Basilicata, Tursi; Calabria, Altomonte; Campania, Furore; Emilia Romagna, Bobbio; Friuli Venezia giulia, Sesto al Réghena; Lazio, Sermoneta; Liguria, Noli; Lombardia, Monte Isola; Marche, Gradara; Molise, Bagnoli del Trigno; Piemonte, Barolo; Puglia, Rodi Garganico; Sardegna, Stintino; Sicilia, Castroreale; Toscana, Chiusdino; Trentino Alto Adige, Vigo di Fassa; Umbria, Bevagna; Valle D’Aosta, Arnad; Veneto, San Giorgio di Valpolicella.

Nessuna novità per Il Borgo dei Borghi 2018 rispetto alle precedenti edizioni. Tutto si svolgerà come sempre fino ad arrivare ad eleggere il borgo più bello. Nel viaggio che porterà all’elezione del vincitore, Camila Raznovich, nell’emozionante viaggio tra i tesori d’Italia, sarà accompagnata dai tre componenti della giuria di qualità: la chef stellata Cristina Bowerman, lo storico dell’arte Philippe Daverio e il geologo Mario Tozzi. Il borgo vincitore sarà deciso per metà dal pubblico che ha espresso la propria preferenza votando sul sito di Kilimangiaro e per metà dalla giuria. Tra i venti borghi, solo uno sarà il vincitore e sale l’ansia per scoprire chi sarà.

CAMILA RAZNOVICH, I BORGHI DEL CENTRO I SUOI PREFERITI

Prima di svelare il Borgo dei Borghi 2018, Camilla Raznovich ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Tv, Sorrisi e Canzoni svelando di essere legata soprattutto ai borghi dell’Italia centrale. Sui borghi italiani ha detto: “Ognuno ha le sue peculiarità, ma tutti sono piccoli gioielli con ville, castelli, chiese sotterranee, opere d’arte. E mi ha colpita la cura con cui sono tenuti” – ha detto la conduttrice che ha poi svelato i suoi preferiti – “Quelli del Centro Italia: hanno una natura incredibile e dei paesaggi meravigliosi”. Dal 2014, Camila Raznovich conduce Kilimangiaro, un programma che le permette di soddisfare la sua sete di sapere: “Io sono curiosa, amo viaggiare e qui ogni giorno faccio fantastiche scoperte”, ha concluso la conduttrice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori