Emigratis 3/ Anticipazioni: a Londra da Ibrahimovic, Pogba e Morata (Quarta tappa)

- Stella Dibenedetto

Emigratis 3 torna in onda oggi, giovedì 12 aprile, in prima serata su Italia 1, con la quarta tappa del viaggio di Pio e Amedeo: a Londra da Ibrahimovic, Pogba e Morata.

Pio_Amedeo_Emigratis
Pio e Amedeo

Quarto appuntamento con Emigratis 3. Pio e Amedeo tornano in onda oggi, giovedì 12 aprile, alle 21.20 su Italia 1 con la quarta tappa del loro viaggio. Dopo Ibiza, Valencia, Los Angeles e Miami, i re degli scrocconi, questa sera, si recano a Londra per cercare i paperoni del calcio internazionale. Se lo scorso anno, nella capitale inglese, Pio e Amedeo furono l’incubo di Antonio Conte, allenatore del Chelsea, nella quarta puntata di Emigratis 3, i re degli scrocconi saranno l’incubo di tre importanti calciatori che hanno giocato anche in serie A. Arrivati a Londra, infatti, i due foggiani si metteranno sulle tracce di Zlatan Ibrahimovi, Paul Pogba, centrocampista del Manchester United e Alvaro Morata, attaccante del Chelsea. Come nei precedenti appuntamenti, Pio e Amedeo cercheranno di farsi pagare cene al ristorante e pernottamenti negli hotel più lussuosi della città. Ci riusciranno?

EMIGRATIS 3, LA QUARTA TAPPA A LONDRA

Arrivati a Londra, Pio e Amedeo si recheranno da Zlatan Ibrahimovic che saluteranno con un bacio e un inchino. L’attaccante svedese accontenterà i due foggiani e le sue richieste? Qualora non dovesse accadere, i due Emigratis si recheranno da Paul Pogba. Successivamente si recheranno nel ritiro del Chelsea dove incontreranno Alvaro Morata e Davide Zappacosta. I re degli scrocconi, però, non si accontenteranno e nella speranza di poter restare a Londra senza spendere un euro, andranno a caccia di alcuni cantanti presenti nella capitale inglese. E chi incontreranno? Gianni Morandi, Enrico Ruggeri, Al Bano, Andrea Bocelli e Fausto Leali. La serata, naturalmente, sarà condita da outfit improbabili, danze sfrenate e da un linguaggio spesso sopra le righe. Pronti, dunque, a divertirvi ancora una volta?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori