CARLO VERDONE/ Video, turbolenza in aereo. L’attore scherza sulle parole del pilota: ”E chiamala leggera”

- Elisa Porcelluzzi

Rientro agitato a Roma per Carlo Verdone. L’attore e regista romano ha pubblicato un video sui social in cui mostra l’aereo che “trema” per la turbolenza e commenta le parole del pilota.

carlo_verdone_selfie
Carlo Verdone

Viaggio in aereo “movimentato” per Carlo Verdone. L’attore e regista stavo tornado a Roma e il suo volo ha attraversato una turbolenza, come ha testimoniato Verdone con un video pubblicato sulla sua pagina Facevook: “30 minuti fa in piena turbolenza a 80 km da Roma. È andata cosi… Buona domenica a tutti”, ha scritto l’attore romano postando il video. Nel video Verdone riprende la cabina mostrando i sedili che tremano e commenta il messaggio del pilota che parla di una leggera turbolenza: “La chiama leggera! Ma come leggera turbolenza!”. Il video ha ricevuto moltissimi commenti dai fan dell’attore, tra questi un utente ironizza sulla sensibilità del pilota come ha fatto Gigi Buffon al termine della partita di Champions League contro il Real Madrid: “Il pilota ha un bidone dell’immondizia a posto del cuore. Se non è in grado di affrontare le turbolenze stia a casa seduto con sua moglie i suoi figli sul divano a mangiare le sue patatine e a bere la coca cola, la sprite o i fruttini…”.

Carlo Verdone e la paura dell’aereo

Come i fan di Carlo Verdone sanno, l’attore ha sofferto per molti anni di ansia. Qualche mese fa il regista romano è stato ospite al Congresso della Sopsi, Società italiana di psicopatologia, dove ha raccontato la sua storia di paziente: “Non ho più l’ansia e questo per me in parte è un problema. Non ho più paura neppure dell’aereo. L’ansia era una specie di adrenalina in più, incanalata bene è un  turbo nella vita. Si soffriva da una parte, ma era qualcosa di importante se immagazzinata in modo giusto”. Tra i commenti al video, infatti, tanti fan dell’attore condividono la paura per il volo: “Carlo ma tu da ansioso come me, come fai a prendere l’aereo?”, gli chiede un utente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori