IL RITORNO DI COLOMBO II – AGENDA PER OMICIDI/ Su Rete 4 il film con Peter Falk (oggi, 16 aprile 2018)

- Cinzia Costa

Il ritorno di Colombo II – Agenda per omicidi, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 16 aprile 2018. Nel cast: Patrick McGoohan che ha diretto anche la regia, Peter Falk e Rebecca Christy.

il_ritorno_di_colombo
Il film nel pomeriggio di Rete 4

NEL CAST ANCHE PATRICK MCGOOHAN

Il ritorno di Colombo II – Agenda per omicidi, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 16 aprile 2018 alle ore 16,50. Una pellicola di genere giallo diretto ed interpretato nel 1990 da Patrick McGoohan (Fuga da Alcatraz, Wagon lit con omicidi, Base artica zebra). Nel cast anche Peter Falk (Invito a cena con delitto, La storia fantastica, Angeli con la pistola), Rebecca Christy e Carol Barbee. Il film fa parte della nona stagione della serie tv dedicata al Tenente Colombo, ribattezzata nell’edizione italiana Il ritorno di Colombo II. Il regista ed interprete della pellicola Patrick McGooney è stato principalmente un attore e come regista ha lavorato unicamente a film tv del tenente Colombo, dirigendone 5 episodi fra il 1975 e il 1999. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

IL RITORNO DI COLOMBO II – AGENDA PER OMICIDI, LA TRAMA DEL FILM GIALLO

Oscar Finch (Patrick McGoohan) è un avvocato dalla carriera molto brillante. Nel suo passato però c’è un oscuro segreto. Finch ha deciso di entrare in politica, grazie agli agganci del suo amico deputato Paul Mackey (Denis Arndt), quando Frank Staplin (Louis Zorich) si presenta alla sua porta. L’uomo conosce il passato dell’avvocato, che nasconde una truffa ingente architettata insieme a Mackey stesso, ed intende ricattare l’avvocato. Se questo segreto del passato dovesse essere reso pubblico la carriera politica di Finch finirebbe ancora prima di cominciare. L’avvocato senza scrupoli decide quindi di eliminare il ricattatore, facendo passare l’omicidio per un suicidio. Si fa dare un appuntamento nello studio di Staplin e lì lo uccide, mettendo in scena un finto suicidio con la pistola. L’avvocato però, come spesso accade, si è lasciato indietro un indizio apparentemente insignificante, un morso dato ad un pezzetto di Parmigiano che, grazie alle impronte dentali, può dimostrare che Finch e Staplin si erano incontrati proprio la sera della morte dell’uomo. Sul luogo del presunto suicidio compare quindi il tenente Colombo, incaricato delle indagini, che comincia subito con il suo modo apparentemente svampito a prendere nota di tutti i particolari, anche i più insignificanti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori