Netflix, “Rimetti i nostri debiti” di Antonio Morabito/ Primo film originale italiano: trama e cast

- Annalisa Dorigo

Rimetti i nostri debiti è il primo film originale italiano presentato sulla piattaforma Netflix prima dell’uscita in sala: il cast e la trama della peliccola diretta da Antonio Morabito.

claudio_santamaria
Claudio Santamaria

L’Italia ha il suo primo film distribuito interamente su Netflix, senza il passaggio in sala. La pellicola si intitola ‘Rimetti i nostri debiti’ ed è diretta da Antonio Morabito, con la partecipazione degli attori Claudio Santamaria e Marco Giallini. La scelta di rappresentare questa rivoluzione per un film originale italiano e molto chiara, come confermato dallo stesso regista: “Sono un cinefilo, sono cresciuto nelle sale cinematografiche, quando le sale però offrivano un vantaglio di film molto più ampio rispetto a oggi. Quando è arrivato il forte interessamento di Netflix ho messo su un piatto della bilancia il fatto di essere distribuito in 190 paesi in 22 lingue insieme al loro entusiasmo di sostenere un film che ha una forte valenza politica e sull’altra il mancato passaggio in sala e non ho avuto dubbi”. Dal 4 maggio, ‘Rimetti i nostri debiti’ sarà quindi disponibile in tutto il mondo nell’importante piattaforma americana, soddisfazione doppia per il regista: non solo il suo lavoro potrà essere visto in ben 22 paesi ma in questo modo potrà essere riconosciuta anche la tematica universale proposta nella trama.

Rimetti i nostri debiti: lo scontro di un debitore contro un creditore

‘Rimetti i nostri debiti’, primo film originale italiano ad essere presentato esclusivamente nella piattaforma Netflix, racconta lo scontro il lavoratore saltuario Guido (interpretato da Claudio Santamaria) e il recuperatore di crediti senza scrupoli Franco (l’attore Marco Giallini). Il primo si presenta a casa di Franco, usando dei metodi a dir poco ortodossi per recuperare il denaro non pagato alla banca ma la situazione finisce presto per sfuggirgli di mano e i ruoli si invertono: “Queste figure sono ispirate ad un’azienda bizzarra di recupero crediti spagnola che si chiama “covrador del frac”, portatori del frac, che mandano i loro emissari vestiti con questo abito appariscente a dare il tormento alle persone. Non accade esattamente come si vede nel film ma ci siamo ispirati a qualcosa che esiste”, spiega Antonio Morabito. La pellicola racconta un fatto assolutamente attuale, rappresentando per certi aspetti anche una trama politica. Come precisato dal regista, infatti, essa parla di azioni e di conseguenze di tali azioni nelle persone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori