Guido Di Stefano, Maglificio Gran Sasso/ Chi è? Mise in risalto il territorio abruzzese (Boss in incognito)

- Morgan K. Barraco

Guido Di Stefano è senza dubbio il volto del Maglificio Gran Sasso. Oggi prende parte alla puntata di Boss in incognito per dare una mano a un collega imprenditore

guido-di-stefano
Guido Di Stefano

Guido Di Stefano è senza dubbio il volto del Maglificio Gran Sasso, figlio di uno dei quattro fratelli fondatori. Con oltre trent’anni di esperienza alle spalle, è riuscito a contribuire nella creazione di un brand in grado di mettere in risalto il territorio abruzzese. L’azienda si trova infatti a Sant’Egidio alla Vibrata e fin dalla sua nascita si è distinta per la produzione artigianale che in pochi anni le ha permesso di diventare il simbolo dell’innovazione del Centro-Sud Italia. Guido Di Stefano sarà inoltre fra i protagonisti dello speciale Boss in Incognito di questa sera per una gara di solidarietà al collega Gianfranco Castelli del Salumificio Sano di Accumoli. Lo stesso Maglificio Gran Sasso fonda del resto la sua mission nella collaborazione e nella solidarietà, in virtù di quella passione che ha permesso ai dipendenti di Di Stefano di poter crescere all’interno dell’azienda, come ha sottolineato in un suo recente intervento ad Abruzzo Live. Per questo crede che l’azienda sia in realtà non solo della sua famiglia in senso stretto, ma anche del nucleo intimo che è riuscito a creare con la forza dei propri collaboratori. 

GUIDO DI STEFANO, I SUCCESSI DEL MAGLIFICIO GRAN SASSO

Una vera e propria icona abruzzese: viene considerato così il Maglificio Gran Sasso in cui opera Guido Di Stefano, erede di un brand che il padre ha fondato al fianco dei tre fratelli. In particolare si occupa della collezione donna, uno dei fulcri dell’azienda e mission adottata fin dagli anni Ottanta. E’ stato in quell’epoca infatti che il Maglificio decide di puntare tutto sulla prima collezione donna, grazie a pochi pezzi che dieci anni dopo diventeranno parte integrante del catalogo della Gran Sasso. Fra le modelle più celebri che a fine anni ’90 decidono di indossare le collezioni del Maglificio si ricorda Nathasha Stefanenko, che a distanza di vent’anni ha deciso di avvolgere il proprio fascino di donna matura in uno dei capi della nuova collezione. Il blog dell’azienda sottolinea infatti come le protagoniste della moda siano riuscite ad aiutare a raccontare la storia del brand, spaccati di vita quotidiana che vanno dalla sensualità della modella Conchy Copè fino alla modernità della blogger Sandra Bacci. Simboli dell’era digitale moderna ed in grado di dare dei veri e propri consigli di stile, al fianco del Maglificio Gran Sasso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori