The Voice of Italy 2018/ Knock Out, team ed eliminati: il web difende Michael Jackson da Al Bano

The Voice of Italy 2018, primo Knock Out: le scelte per i team di Al Bano, J-Ax, Francesco Renga e Cristina Scabbia, fra eliminazioni, conferme e ripescaggi dell’ultimo minuto

20.04.2018 - Fabiola Iuliano
the_voice_italy_logo
The Voice of Italy 2018

La prima puntata dei Knockout di The Voice of Italy ha interessato 1.874.000 spettatori pari all’8.53% di share. Tra i momenti più twittati della serata, quello in cui Al Bano ha fatto una battuta su Michael Jackson. Davanti a uno dei concorrenti, che ricorda molto la popstar, Costantino della Gherardesca ha chiesto ad Al Bano: “Hai conosciuto Jackson?”. “No, è lui che ha conosciuto me”, ha risposto il cantante pugliese. L’episodio risale al 1992 quando Carrisi portò Michael Jackson in tribunale per plagio. Sotto accusa il brano “Will you be there” (pubblicato nel 1991 nell’album “Dangerous”), simile alla canzone “I cigni di Balaka”, di Al Bano a Romina Power del 1987. Tantissimi i tweet dedicati alla battuta di Al Bano: “#albano che dice di aver vinto la causa contro Michael Jackson è peggio di Salvini che dice di amare il Sud. Certi livelli sono inarrivabili anche per lui. Onore al Re MJ”, “#albano e le sue manie di grandezza… guarda che fuori dalla Puglia e dall’Italia dai… non ti ca*a nessuno, figurati Micheal Jackson” e “ #TVOI #AlBano quando parli di #MichaelJackson sciacquati la bocca”, hanno scritto alcuni utenti. Anche perché nel 2001, il processo si concluse con la definitiva assoluzione di Michael Jackson dal reato di plagio. (agg. Elisa Porcelluzzi)

Il WEB BOCCIA LE SCELTE DEL RAPPER

Le prime selezioni di The Voice of Italy 2018 non sono state prive di polemiche: ieri sera, infatti, nel corso degli knock out, il pubblico di Rai 2 si è dato appuramento sui social per commentare le scelte dei differenti coach. Fra i più criticati, soprattutto J-Ax, che secondo i telespettatori avrebbe scelto di tenere in squadra talenti discutibili, lasciando andare concorrenti più meritevoli. Vediamo i commenti più interessanti postati sui social: “nella squadra di J-Ax c’erano belle voci, quello che ha scelto lui era, a il mio parere, l’ultimo che avrei scelto io, forse“, scrive una fan, “A confronto i talenti scelti da Cristina nelle blind audition distruggono quelli scelti da J-Ax“, le fa eco un’altra, e ancora “A me non sono piaciute le scelte di J-Ax… il primo a passare per me era il più scarso“. Non solo voci fuori dal coro, però, per il rapper, che proprio sui social può contare su un nutrito numero di sostenitori: “J-Ax è un grande e io avrei già il mio preferito alla vittoria di The voice of Italy, proprio nel suo team“. (Agg. di Fabiola Iuliano)

IL TEAM DI J-AX

La prima fase dedicata agli knock out di The Voice of Italy 2018 ha preso il via ieri sera e ha portato alla selezione dei primi semifinalisti che si sfideranno nella successiva della “Battle”. A dare il via alla competizione è stato J-Ax, che dopo aver ascoltato attentamente i primi quattro cantanti della sua squadra, Ferdinando Biondi Vega, Riccardo Giacomini, Angelica Ibba e Angelica Peroni, ha scelto di orientare la sua scelta su Riccardo. È lui infatti, il primo finalista del suo team, scelto perché ritenuto esattamente a metà strada fra il rap, campo in cuoi j-Ax è fra i numeri uno, e il pop. L’opzione dello Steal ha però dato una seconda possibilità a una dei tre eliminati del gruppo: lei è Angelica Peroni, e ha conquistato un posto nella squadra di Francesco Renga nonostante, nel corso delle blind audition, non sia riuscita a far roteare la sua sedia. Se vi siete persi il momento esatto in cui J-Ax ha scelto di salvare il suo primo talento, potete cliccare qui e visualizzare il filmato direttamente sul sito ufficiale del talent.

J-AX E AL BANO, ELIMINATI E RIPESCATI

Per J-Ax, il turno eliminatorio degli knock out è stato doppio: il rapper, nel corso di una nuova competizione, ha infatti selezionato il secondo talento da portare alle battle di The voice of Italy 2018. Dopo una sfida agguerritissima, il coach ha scelto di salvare Andrea Tramacere, che ha ottenuto un lasciapassare alle fasi successive, dopo aver sorpreso piacevolmente il suo capitano. Nel team J-Ax anche Antonio Marino, concorrente eliminato dalla squadra di Cristina Scabbia, ma che ha lasciato il segno nel parterre. Fase singola di Knock out, invece, per Al Bano Carrisi, che ha messo in gara Cinzia Carreri, Tekemaya, Aurelio Fierro e Dalise; dopo aver ascoltato attentamente i quattro concorrenti, il cantante di Cellino San Marco ha scelto di orientare la sua preferenza verso Tekemaya, all’anagrafe Francesco Bovino, che calandosi ancora una volta nei panni di una drag queen ha dato prova di grande estro (qui la clip). Eliminati, nonostante le performance di altissimo livello, gli altri tre concorrenti del suo team, che, nonostante i primi pronostici, sono stati scartati anche dagli altri coach. Fra i nuovi ingresso nella squadra di Al Bano ricordiamo invece Sabrina Rocco, eliminata dal team di Cristina Scabbia e ripescata dal noto coach.

LE SCELTE DI CRISTINA SCABBIA

La prima puntata dedicata agli knock out ha portato degli stravolgimenti anche nella squadra di Cristina Scabbia, che ha scelto di far gareggiare quattro dei suoi migliori talenti e ha regalato, dopo un’attenta analisi, un accesso fasi successive alla cosentina Elisabella Eneh (qui il filmato della sua scelta). Le porte della “Battle” di The Voice of Italy 2018 si sono però aperte anche per altri due concorrenti del suo team, che hanno avuto una seconda possibilità grazie all’opzione offerta dallo Steal. J-Ax, infatti, ha scelto di credere nelle potenzialità di Antonio Marino, che è entrato ufficialmente nel suo team prendendo il posto che occupava momentaneamente Virginia, ex concorrente eliminata dalla squadra di Renga. Ha seguito il suo esempio anche Al Bano, che dopo aver osservato attentamente le diverse performance ha scelto di puntare tutto su Sabrina Rocco, che è entrato a far parte ufficialmente del suo team. Nuovo ingresso della formazione della leader dei Lacuna Coil è Laura Ciriaco, cantante 33 enne originaria di Milano che già nel corso delle blind audition aveva lasciato il segno. 

IL TEAM DI FRANCESCO RENGA

Doppio turno eliminatorio anche per Francesco Renga, che così come J-Ax ieri sera si è ritrovato a dover eliminare ben sei talenti del suo team. Le due squadre che si sono sfidate nel corso del primo knock out di The Voice of Italy 2018 erano formate, in particolare, da Antonello Carozza, 32 enne originario di Campobasso, Mirco Pio Coniglio, 21 anni di Bergamo,  Virginia Mellino, concorrente 18 enne di Livorno, Giovanni Saccà, 23 enne di Messina per la prima formazione e da Laura Ciriaco, 33 enne originaria di Milano, Daniele Gentile, studente 18 anne di Bari, Alberto Lionetti, musicista 18 enne di Torino e Asia Sagripanti, studentessa 19 enne di Pordenone. Nel primo girone ad avere la meglio è stato Mirco Pio Coniglio (qui il filmato pubblicato dal sito ufficiale del talent), mentre per il secondo turno di eliminazioni francesco Renga ha scelto di salvare Asia Sagripanti (a questo link la clip pubblicata su RayPlay). Nella sua squadra ha inoltre trovato posto Angelica Peroni, ex concorrente di J-Ax ripescata grazie al suo straordinario talento. 

I commenti dei lettori