CLAUDIA MORI/ “Adriano Celentano presto diventerà un musical e un cartoon”

- Annalisa Dorigo

Claudia Mori, moglie di Adriano Celentano, presenta i suoi nuovi progetti dedicati al marito a partire da un musical e da un cartoon che verrà trasmesso su Canale 5.

Claudia_Mori_web_2018
Claudia Mori (web)

Claudia Mori è una valanga di idee che nei prossimi mesi diventeranno un musical, due fiction e persino un cartoon dedicato ad Adriano Celentano e non solo. Si tratta di un progetto al quale la moglie del ‘Molleggiato’ sta lavorando da anni, come da lei stessa confermato in una recente intervista rilasciata al quotidiano Il Messaggero. In essa ha spiegato l’idea di Pasquale Pannella, paroliere anche degli ultimi dischi di Lucio Battisti: “Sta lavorando su quella che oggi chiamiamo provvisoriamente una biografia musicale, un importante progetto per il teatro che secondo i nostri piani dovrebbe partire il prossimo anno”. Prodotto dalla sua azienda ‘Ciao Ragazzi’, tale musical non vedrà però la partecipazione del famoso cantante sul palco: sarà un lavoro che parlerà di lui e proporrà le sue indimenticabili canzoni ma non vedrà lui in prima persona durante le esibizoni. Ogni dettaglio però resta al momento top secret.

I PROGETTI DI CLAUDIA MORI

L’intervista di Claudia Mori a Il Messaggero prosegue con la descrizione dei suoi prossimi progetti: tra di essi alcune fiction, tra le quali una vedrà la partecipazione di Nino Frassica, mentre un’altra sarà dedicata al bullismo: “Si tratta di un soggetto di pura fantasia che nasce da un’approfondita ricerca sul campo. Si vuole raccontare il fenomeno del nostro Paese, una piaga che, anche a causa della Rete, si sta diffondendo in modo esponenziale”. Tale serie sarà diretta da Marco Turco e scritta da lui insieme a Mariano di Nardo e Costanza Durante. Per quanto riguarda il cartoon Adrian, dedicato proprio a Celentano, essa è terminata ed è pronta per andare in onda su Canale 5 (la sua data verrà comunicata entro l’estate). Ma se la collaborazione con Mediaset procede, non si può dire la stessa cosa per la Rai, con la quale Claudia Mori ha smesso di lavorare da circa sei anni. È lei stessa a spiegarne il motivo in maniera diplomatica: “Le dico solo che non apprezzo le modalità con le quali la Rai ha regolamentato l’invio dei progetti”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori