SPECIAL FORCES – LIBERATE L’OSTAGGIO, SU IRIS/ Info streaming del film con Diane Kruger (oggi, 27 aprile 2018)

- Cinzia Costa

Special Forces – Liberate l’ostaggio, il film in onda su Iris oggi, venerdì 27 aprile 2018. Nel cast: Djimon Hounsou, Diane Kruger, alla regia Stephane Rybojad. Il dettaglio della trama.

special_forces_liberate_lostaggio
il film di guerra in prima serata su Iris

Alessandra Levantesi Kezich, su La Stampa, ha confrontato il “Special Forces – Liberate l’ostaggio” al film “Act of Valor” di Mike McCoy e Scott Waugh: “Special Forces potrebbe essere definito la risposta francese a ‘Act of Valor’, con la differenza che nel film statunitense l’elemento patriottico è enfatizzato con retorica imbarazzante; mentre, per raccontare l’eroismo degli uomini di un commando inviato in Pakistan a liberare una giornalista ostaggio dei Talebani, la pellicola europea usa toni smussati, guardando alle dinamiche dei rapporti che si creano nell’emergenza del recupero e durante l’odissea del rientro”. E ancora: “Detto questo, se ‘Act of Valor’ è realizzato con grinta yankee, ‘Special Forces’ è un prodotto pedestre con personaggi stereotipi e scene d’azione scopiazzate. La fuga dei militari e della reporter, costretti ad attraversare deserti e valichi innevati con i guerriglieri alle calcagna, non crea alcuna tensione; e la storia d’amore fra il capitano Benoît Magimel e Diane Kruger è totalmente priva di interesse”. Ricordiamo che “Special Forces – Liberate l’ostaggio”, clicca qui per vedere una scena del film, andrà in onda su Iris a partire dalle 21.00 ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

CURIOSITÀ SULLA REALIZZAZIONE DEL FILM E IL CAST

Iris, per la sua prima serata di oggi, venerdì 27 aprile 2018, ha scelto di intrattenere il suo pubblico con Special Forces – Liberate l’ostaggio, una pellicola di guerra e azione che ha visto alla regia Stephane Rybojad che ha anche esteso la sceneggiatura con Michael Cooper. La produzione del film è stata firmata da Benoit Ponsill mentre le case di produzione che hanno preso parte al progetto sono Easy Company, Studio Canal e Canal+, la distribuzione del film in italia è stata gestita dalla Eagle Pictures e il montaggio è stato realizzato da Erwan Pecher con le musiche scritte da Xavier Berthelot. L’attrice tedesca Diane Kruger, che ha alle spalle una brillante carriera di giovane ballerina e modella, ha debuttato nel cinema nel 2002 con il film drammatico-thriller intitolato “The Piano Player” recitando insieme al già famoso attore statunitense Christopher Lambert. Nel 2009 il regista Quentin Tarantino le affidò un ruolo importante nel film “Bastardi senza gloria” grazie al quale nel 2010 Diane Kruger vinse il “Golden Camera, Germany” come “migliore attrice internazionale”. Nel 2017 è stata la protagonista del film “Oltre la notte” del regista tedesco Fatih Akin, per la sua interpretazione, all’attrice al Festival di Cannes del 2017 le è stato assegnato il prestigioso “Prix d’interprétation féminine” ovvero il premio dedicato alla sezione “migliore interpretazione femminile”.

NEL CAST ANCHE RAZ DEGAN

Special Forces – Liberate l’ostaggio, il film in onda su Iris oggi, venerdì 27 aprile 2018 alle ore 21.00. Una pellicola di guerra e azione che è stata girata nel 2011 per la regia di Stephane Rybojad e vede protagonisti Djimon Hounsou, Diane Kruger, Denis Ménochet, Raz Degan e Benoît Magimel. La maggior parte delle scene sono state girate in francese, le restanti sono recitate in lingua inglese e in dari, la lingua persiana parlata in Afghanistan. L’attore francese Alain Alivon ha realmente prestato servizio nei reparti speciali della Marina Militare francese ed ha contribuito con la sua esperienza ventennale ad istruire i colleghi durante la realizzazione del film. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

SPECIAL FORCES – LIBERATE L’OSTAGGIO, LA TRAMA DEL FILM DI GUERRA

E’ il racconto di una squadra speciale delle forze militari francesi che deve assolvere ad una missione molto difficile. Si tratta di recuperare al più presto due ostaggi prigionieri nella zona tra l’Afghanistan e il confinante paese del Pakistan. Nel corso di un’operazione militare in Kosovo, portata avanti dal COS, il comando che riunisce i reparti speciali di tutte le forze armate di Francia, avviene la cattura di pericoloso criminale di guerra di nazionalità serba. Contemporaneamente a Kabul, la città capitale dell’Afghanistan Elsa Casanova, una giovane e temeraria giornalista francese che stava preparando un servizio inerente alla condizione attuale della donna in quel territorio, viene catturata insieme ad Amin, la persona che le faceva da interprete. Il rapimento dei due è opera di alcuni talebani guidati da Zaief, quest’ultimo fa girare su internet un video nel quale comunica la data precisa in cui la donna sarebbe stata uccisa. A questo punto il commando che era stato mandato in ricognizione in territorio afghano riceve l’ordine di intervenire per salvare i prigionieri. Kovas, Elias e Luca, insieme agli altri tre colleghi del reparto, Tic Tac, Victor e Marius, passano immediatamente all’azione e attaccano a sorpresa il campo dei talebani e riescono a liberare Elsa e Amin. Tutto sembra procedere al meglio ma i talebani, nel tentativo di bloccare il commando, mettono fuori uso l’elicottero che doveva essere il mezzo di soccorso dei militari francesi che, purtroppo, si ritrovano isolati e in territorio nemico. Per mettersi in salvo, il commando e la giornalista devono tentare di sfuggire ad un folto gruppo di guerriglieri talebani armati, che si sono accaniti contro di loro e li stanno inseguendo attraverso l’impervio territorio montuoso dell’Hindu Kush. La fuga sarà un continuo scontro a fuoco, muoiono molti civili afghani e anche quattro uomini del commando Elias, Luca, Marius e Victor. I due militari superstiti, Tic Tac e Kovac, rimangono feriti e impossibilitati a muoversi, quindi Elsa sarà costretta a continuare la fuga da sola. In soccorso della giornalista arriveranno i militari francesi e insieme a loro, Elsa prenderà parte all’azione di salvataggio di Kovac e Tic Tac. La pellicola si conclude con una dedica a tutti i caduti di guerra in territorio afghano, militari, civili e giornalisti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori