ROBOZAO/ Il robot flirta con Paolo Belli: “momenti memorabili” per la Lucarelli (Ballando con le stelle)

- Fabiola Iuliano

Robozao questa sera tornerà sul palco di Ballando con le Stelle 2018 per esibirsi nella sua Robozao-Dance. La sua presenza è però sgradita al pubblico sui social, dove si moltiplicano…

robozao_ballando_con_le_stelle_2018
Robozao, Ballando con le stelle (LaPresse)

Selvaggia Lucarelli – si sa – non ama Robozao. Dopo aver minacciato più volte di smontarlo, la giurata si limita ai tweet. Tanto è inutile: non c’è modo di sbarazzarsene. “Oh, finalmente è tornato Robozao. Che flirta con Paolo Belli. Momenti indimenticabili”. Malumore condiviso: “È la mia pausa pipì preferita”; “Insopportabile”; “Ma quindi ce lo portiamo fino all’ultima puntata?”. Qualcuno si rivolge direttamente a Selvaggia: “Sei riuscita a svitargli qualche bullone? Ti prego, dicci di sì”. Altri scherzano: “Ad Akash preferisco Robozao”; “Sempre meglio dei ballerini che si depilano le sopracciglia”. Su Twitter c’è chi lo teme: “Prima della finale avrò gli incubi”; “Risatina malefica”; “Prima o poi diventerà cattivo”. Parere di un genitore: “I bambini lo adorano”. Proviamo a fidarci. [agg. di Rossella Pastore]

LA “VERITÀ” SU ROBOZAO

Appuntamento questa sera con l’ottava puntata di Ballando con le Stelle 2018, un appuntamento che riporterà sul piccolo schermo di Rai Uno, oltre alle coppie di talentuosi ballerini attualmente in gara, anche il simpatico robot che negli ultimi tempi ha scatenato le curiosità di tanti internauti. Ma chi è veramente Robozao? L’identità che si cela dietro la misteriosissima scatola di circuiti è ancora un mistero, e c’è anche chi è pronto a scommettere che all’interno del metallo che nasconde i diversi chip, ci sia in realtà qualcuno in carne e ossa. Più accreditata, invece, l’ipotesi che il robot sia telecomandato da qualcuno che ne muove i fili con un dispositivo dal parterre, mentre sono davvero in pochi – perlopiù i più piccoli – a credere che sia dotato di una intelligenza artificiale. Da che parte sta la verità? Per il momento, i creatori hanno fatto sapere che il robottino risponde ai comandi radio di qualcuno nelle vicinanze. Ciò che è certo è che con i suoi 280 cm distribuiti su un peso di 60 chili oggi Robozao è una superstar amatissima dal pubblico più giovane del programma del sabato sera di Rai Uno.

IL CYBER ESPERIMENTO DI MILLY CARLUCCI SCATENA L’IRONIA SU TWITTER

Al via anche questa sera la Robozao Dance, il ballo portato al successo dal celebre robottino di Ballando con le stelle 2018 che puntata dopo puntata è riuscito a conquistare la sua fetta di pubblico soprattutto fra i più piccoli. Sui social, però, non sono in pochi a criticare il cyber esperimento di Milly Carlucci, che nel tentativo di dare uno scossone al suo programma, ha osato proiettare il mondo della danza in un ipotetico futuro fatto di circuiti. Nelle ultime settimane, infatti, si sono moltiplicati i cinguettii ironici lasciati dagli internauti all’indirizzo di Robozao, considerato freddo, inespressivo e del tutto deludente. “Se facessero ballare la macchinetta del #CaffèBorbone sarebbe più espressiva di #Robozao”, “Te prego #robozao buttati in una vasca piena d’acqua e facciamola finita #BallandoConLeStelle”. E ancora:”#BallandoConLeStelle levate le batterie a #Robozao”, “Non mi do una spiegazione di questa inutilità di #robozao #BallandoConLeStelle”. Riuscirà Robozao a farsi perdonare con l’esibizione di questa sera?

ROBOZAO, DAI PRIMI PASSI AL SUCCESSO 

Il pubblico italiano l’ha conosciuto sulla pista di Ballando con le Stelle 2018, ma le origini di Robozao sono in realtà assai lontane dagli studi di Viale Mazzini. Il noto robottino schierato da Milly Carlucci per il suo show del sabato sera viene infatti dal Brasile, dove ha avuto i natali nel lontano 2009 partecipando al suo primo carnevale. Il suo brevetto, però, è stato registrato solo due anni dopo e da quel momento è stato utilizzato come mascotte nei principali match sportivi del paese, senza dimenticare feste in piazza, inaugurazioni ed eventi di ogni genere. Fra i marchi che in passato si sono avvalsi della collaborazione del noto robottino ci sono anche LG e Coca Cola, senza dimenticare Epson, Fiat e Havan. Robozao – fanno inoltre sapere i suoi creatori – può animare le feste, cantare, duettare e ballare, e la sua partecipazione, gradita a grandi e piccini, è il modo migliore per dare visibilità a un evento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori