Qualunquemente, Rai Movie Info streaming e trama del film di Giulio Manfredonia (oggi, 3 aprile 2018)

- Cinzia Costa

Qualunquemente, il film in onda su Rai Movie oggi, martedì 3 aprile 2018. Nel cast: Antonio Albanese e Lorenza Indovina, alla regia Giulio Manfredonia. La trama del film nel dettaglio.

qualunquemente_film
il film commedia in prima serata su Rai Movie

La critica ha molto apprezzato il cast del film “Qualunquemente”: “L’imbastitura drammaturgica è fragile e la cornice sgargiante finisce per sottrarre a Cetto parte della sua potenza icastica. Tuttavia il cast è indovinato, molte battute diverranno un must, Albanese è Albanese (ovvero un grande) e il suo Cetto una maschera destinata a restare anche quando (ma quando?) non sarà più così attuale”, ha scritto Alessandra Levantesi Kezich su La Stampa. E ancora: “Arriva Cetto La Qualunque col suo ‘Partito du Pilu’ : tutto quello che era nato come grottesco, espressionista, è oggi rubricato nel neo realismo di un Paese allo stremo morale. Bravissimo Albanese, ci porta la fotografia, spinge a guardare dentro, invita alla risata con complesso di colpa incorporato, obbligando Manfredonia a inseguire il campione illegale di un’Italia martoriata nella volgarità. Latita un po’ la sceneggiatura, ma c’è un grande cast”, ha commentato Maurizio Porro sul Corriere della sera. Il film “Qualunquemente ”, clicca qui per vedere il trailer, andrà in onda su Rai Movie a partire delle 21.10 ma sarà possibile vederlo anche sintonizzando i propri dispositivi mobile a Rai Play, cliccando qui.

CURIOSITÀ SULLA REALIZZAZIONE DEL FILM E IL CAST

La commedia Qualunquemente vede la regia curata da Giulio Manfredonia, il soggetto e la sceneggiatura scritti e ideati da Antonio Albanese e Piero Guerrera e la produzione curata da Domenico Procacci. Le case di produzione che hanno fatto parte del progetto sono Fandango e Rai Cinema in collaborazione con technicolor SA e la distribuzione gestita dalla 01 Distribution. Il montaggio del film è stato realizzato da Cecilia Zanuso con le musiche della colonna sonora che sono state composte dalla Banda Osiris e con la scenografia che è stata realizzata da Marco Belluzzi. La pellicola è stata prodotto in Italia nel 2011 e la sua durata è pari a 96 minuti. Pellicola che grazie alla genialità del soggetto ha avuto un grande successo tra la critica cinematografica. Gli addetti ai lavori nel 2011 lo hanno infatti nominato per ben tre David di Donatello, le nomination non hanno portato alla vincita della ambita statuetta ma hanno fatto capire il grosso impatto del film sull’immaginario collettivo. Ottimi anche i riscontri al botteghino con incassi che hanno superato abbondantemente le spese di produzione. Il film girato interamente in Italia con le maggiori scene che hanno visto come location le città la calabrese di Lamezia Terme e Palmi, da segnalare anche alcune scene girate nella capitale d’Italia.

NEL CAST ANTONIO ALBANESE

Qualunquemente, il film in onda su Rai Movie oggi, martedì 3 aprile 2018 alle ore 21,10. Una pellicola prodotta in Italia nel 2011 ascrivibile al genere delle commedie all’italiana con sfondo satirico. Il film che si basa su un soggetto scritto dallo stesso protagonista Antonio Albanese, è stato diretto da Giulio Manfredonia, esso, vede tra gli interpreti anche la brava Lorenza Indovina che interpreta il ruolo di Carmen. La pellicola che è stata prodotta dalla Fandango in collaborazione con Rai Cinema ed è stata distribuita nelle sale cinematografiche italiane dalla 01 Distribution. Il film è già stato visionato dagli spettatori italiani riscuotendo sempre un ottimo successo in termini di audience e andrà nuovamente in onda questa sera su Rai Movie, il canale del servizio pubblico dedicato al grande cinema d’autore. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

QUALUNQUEMENTE, LA TRAMA DEL FILM COMMEDIA

Il film si basa sul rientro in patria di un latitante corrotto l’imprenditore Cetto La Qualunque. L’uomo ritorna al suo paesino di origine il piccolo centro di Marina di Sopra in Calabria. Negli anni di latitanza si è accasato con una nuova donna brasiliana, una magnifica donna di colore soprannominata dall’uomo “cosa”. Al rientro in famiglia, Cetto presenta senza alcun pudore alla sua famiglia di origine la sua amante. Ritornato in patria scopre però che il suo paese è a rischio legalità, stante la discesa in campo di un uomo, l’onesto Giovanni De Santis, che vuole concorrere alla carica di primo cittadino, promettendo più equità per tuttala cittadinanza. Non potendo tollerare che i suoi affari, tutti totalmente disonesti, siamo a rischio qualora De Santis vincesse le elezioni politiche, Cetto fonda il suo personale partito politico, e facendo leva sull’ingordigia della popolazione si scontra con colui che doveva diventare sindaco. Nonostante le promesse del tutto artificiose Cetto arriva quasi a vincere le elezioni, la notte delle consultazioni elettorali con il risultato ancora in bilico, La Qualunque, da ordine a un suo sodale di effettuare alcuni brogli elettorali. Le schede bianche vengono così compilate con il nome Cetto La Qualunque cosa che lo porta alla vincita delle elezioni sul filo di lana. Nonostante l’arresto durante i festeggiamenti della sua nuova fiamma con il reato di immigrazione clandestina, Cetto non abbandona la poltrona di primo cittadino e inizia immediatamente a dar corso alle sue strampalate promesse iniziando la costruzione del contraltare del ponte di Messina, il famoso… Ponte du pilu.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori