Concerto del primo maggio 2018/ Roma, piazza San Giovanni: nel cast Max Gazzé, Sfera Ebbasta e Le Vibrazioni

- Anna Montesano

Concerto del primo maggio 2018, l’evento si terrà a Roma, a piazza San Giovanni. Tra gli ospiti ci saranno Max Gazzé, Sfera Ebbasta, Cosmo e Le Vibrazioni

Max_Gazze_Sanremo_Facebook2018
Max Gazzè tifa Napoli

Il cast del prossimo Concerto di Piazza San Giovanni si amplia: gli organizzatori dell’evento, che sarà ospitato il prossimo Primo Maggio da piazza San Giovanni, live a Roma, hanno comunicato oggi la presenza nel cartellone di Max Gazzé, Sfera Ebbasta, Cosmo, Le Vibrazioni, Zen Circus, Maria Antonietta, Galeffi e Mirkoeilcane. Al loro debutto sul palco del Concerto del Primo Maggio di Roma saranno gli Zen Circus, che di recente sono tornati sul panorama discografico con l’album “Il fuoco in una stanza”. Troveremo anche il già frontman dei Drink To Me Cosmo, al secolo Marco Jacopo Bianchi, fresco della pubblicazione del suo ultimo album, “Cosmotronic”, la pesarese Maria Antonietta, all’anagrafe Letizia Cesarini, anche lei recentemente tornata sugli scaffali con “Deluderti”.

TUTTI GLI ARTISTI DEL CONCERTO DEL 1 MAGGIO

Il cantautore Galeffi, che molti ricorderanno all’edizione 2013 del talent show televisivo The Voice of Italy, e Mirkoeilcane, progetto del romano Mirko Mancini, che lo scorso 9 febbraio ha pubblicato il suo secondo disco “Secondo me” ed ha avuto un buon successo all’ultimo Festival di Sanremo. Questi nomi andranno ad aggiungersi agli artisti già annunciati lo scorso 29 marzo, che sono, oltre la superstar della consolle Fatboy Slim anche Carmen Consoli, Frah Quintale, Canova, Wrongonyou, Nitro, Willie Peyote, Dardust e Joan Thiele. Ricordiamo infine che la maratona musicale, che come di consueto verrà trasmessa in diretta su Radio Rai 2 e su Rai 3, quest’anno vedrà il supporto anche di una serie di importanti festival italiani, raggruppati sotto l’egida battezzata “Festival della Musica Attuale – amici del Concerto del Primo Maggio”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori