Fabrizio Frizzi ‘santo subito’?/ Don Gambalunga “sì processo canonizzazione”. Rita Dalla Chiesa su Facebook..

- Valentina Gambino

Fabrizio Frizzi, il ricordo resta ancora intenso. Rita Dalla Chiesa attaccata sui social, risponde con un duro sfogo su Facebook. “Santo Subito”, proposta di un prete su un settimanale

Fabrizio Frizzi, il fratello Fabio commenta lo speciale di Techetechetè
Fabrizio Frizzi, il fratello Fabio commenta lo speciale di Techetechetè

Se mancava ancora una polemica sulla morte di Fabrizio Frizzi, ci ha pensato un prete ad alimentare nuove “critiche social” sulla figura non tanto dell’amato conduttore ma delle varie conseguenze che si sono succedute dopo la sua scomparsa. Secondo Don Romano Gambalunga, postulatore generale dei Carmelitani scalzi intervistato da DiPiù, ci sarebbero possibilità di chiedere il processo di canonizzazione per Frizzi: non è una fake news ma sul settimanale che ha già proposto e lanciato la provocazione, il sacerdote si spiega così: «Di sicuro questo consenso popolare così contagioso può essere interpretato come ‘fama di santità’, il temine con cui noi postulatori definiamo un primo segnale importante per aprire un processo di canonizzazione». Secondo Don Gambalunga dunque ci sarebbero delle possibilità di vedere il processo verso la santificazione effettivamente in atto, «da questa fama di santità che si respira intorno a Frizzi e che si tocca con mano. E io, come postulatore, sono toccato dal grido del popolo che ha eletto Fabrizio a esempio di bontà, che si rivolge a lui come farebbe con chi ha più caro al mondo, una mamma, o un papà o un fratello, chiedendo aiuto e serenità. Persone che dentro di loro pensano: ‘Aiutaci, Fabrizio’. Persone che si sentono bene o migliori invocando e ricordando Fabrizio». Una provocazione quella di DiPiù che però il postulatole prende sul serio e “rilancia” non senza una certa qual polemica rilanciata sui social da qualche utente che ritiene eccessivo tutta questa “attenzione mediatica” attorno ad una pur bravissima persona come era Fabrizio Frizzi. (agg. di Niccolò Magnani)

LO SFOGO SU FACEBOOK

Mentre Rita Dalla Chiesa continua a rispondere alle critiche social dopo la morte di Fabrizio Frizzi,su Change.org è partita una petizione per chiedere che a Frizzi vengano intitolati gli studi televisivi della DEAR a Roma, meglio conosciuti come i mitici studi Nomentano. La raccolta delle firme parte dall’Associazione Rai Bene Comune-IndigneRAI che raccoglie cittadini e lavoratori della tv di Stato. “Tantissime persone del popolo della TV, tanti colleghi e amici – si legge nel testo – hanno salutato per l’ultima volta il garbato e bravo conduttore Fabrizio Frizzi. Hanno applaudito l’uomo e poi certamente il suo modo simpatico che aveva di presentare e presentarsi tramite il mezzo televisivo nelle case degli spettatori. Lacrime, silenzi e occhi increduli ora dovranno lentamente lasciare spazio ad un sorriso, quello stesso sorriso che Fabrizio Frizzi aveva conservato sul suo volto nel corso della sua lunga carriera”. La petizione sarà accettata? (Aggiornamento di Anna Montesano)

Lo sfogo di Rita Dalla Chiesa

Non è sicuramente un momento facile per Rita Dalla Chiesa, ancora comprensibilmente scossa per la morte di Fabrizio Frizzi, dopo quella del genero Massimo. In questi giorni ha mostrato il suo affetto e tutta la sua vicinanza a Carlotta Mantovan, seconda moglie dell’ex marito, eppure è stata attaccata più volte sui social. Qualche utente l’ha accusata infatti di “eccessivo protagonismo”, ma la conduttrice ha replicato chiedendo rispetto per lei e la famiglia di Fabrizio Frizzi. Ha usato parole forti che sono piaciute ai suoi fan per la determinazione, ma lo sfogo non è bastato visto che Rita Dalla Chiesa è tornata sulla vicenda con un post su Facebook. «I cafoni e quelli in malafede basta bloccarli per non sporcare una pagina di persone perbene… che odorano di “buono”, e che hanno un cuore pulito», ha scritto l’ex di Frizzi. Qualcuno ha replicato tra i commenti: «Vede, Rita, quando si decide di parlare in pubblico di sentimenti intimi e soprattutto privati, poi bisogna accettare le conseguenze». Il messaggio non è passato inosservato a Rita Dalla Chiesa, che ha risposto all’utente: «Dipende da come si dicono le cose. E soprattutto se non viene distorta la verità. Bruttissima gente davvero». Poi c’è stato un momento di sconforto: «Sto pensando di andarmene, di lasciare Facebook». (agg. di Silvana Palazzo)

Il messaggio d’amore alla moglie Carlotta e alla figlia Stella

E’ per tutti ancora troppo presto riuscire ad accettare la morte prematura e, sotto certi aspetti inattesi, che due settimane fa ha scosso il mondo dello spettacolo e non solo, in seguito alla scomparsa di Fabrizio Frizzi. In questi giorni si è detto e scritto tanto, a testimonianza che il grande affetto per l’amato e sorridente volto Rai non è destinato a finire così in fretta. Il suo ricordo è ancora vivo, soprattutto tra coloro che lo hanno amato e vissuto da vicino. Non si può, in questo senso, non citare Rita Dalla Chiesa che, dopo il silenzio comprensibilissimo delle prime ore, ha poi voluto esprimere tutto il suo affetto nei confronti delle due persone più importanti per lo stesso Fabrizio: la moglie Carlotta Mantovan e la figlioletta di cinque anni, Stella. A loro due, l’ex moglie di Frizzi ha voluto ribadire la sua grande vicinanza, confermando al Maurizio Costanzo Show di sentire la moglie tutti i giorni via sms. Quest’ultima, di contro, ha deciso di chiudersi in un comprensibile silenzio stampa, per dedicarsi evidentemente alla metabolizzazione del dolore e ovviamente alla piccola figlioletta. Tornando a Rita Dalla Chiesa, dal palco del Costanzo Show nei giorni scorsi aveva lanciato un bel messaggio d’amore, rivelando di non avere alcuna intenzione di abbandonare Carlotta e Stella poiché sa che lo stesso Fabrizio, dall’alto, avrebbe voluto questo. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Eredità politica pro M5s? Una bufala

La morte di Fabrizio Frizzi, oltre ad essere estremamente dolorosa, continua ad essere uno dei principali argomenti di conversazione dei programmi televisivi e – purtroppo – delle terribili bufale online. Questo è il caso di una immagine che gira da alcuni giorni su internet che ritrae il presentatore accompagnato da una didascalia che riguarda il Movimento Cinque Stelle: “Ho sempre sognato un governo a 5 stelle: spero che un giorno ce la facciano, se lo meritano”. Il post era stato inizialmente condiviso dalla pagina “M5s Lombardia” e se dal principio di poteva pensare a qualche appartenenza al partito ufficiale, si è scoperta essere una bufala che non avrebbe nulla a che vedere con la formazione politica fondata da Beppe Grillo. Malgrado siano passati svariati giorni dal terribile lutto che ha sconvolto l’Italia intera, il post social è tristemente tornato online e condiviso nei profili privati dei sostenitori del Movimento, a volte ignari della terribile bufala generata dalla rete.

Fabrizio Frizzi, le recenti parole di Rita Dalla Chiesa

Proprio di recente, anche Rita Dalla Chiesa è tornata a parlare di Fabrizio Frizzi e Carlotta Mantovan, con parole di affetto e amore durante il Maurizio Costanzo Show. “Penso che adesso si debba rispettare la figura della moglie, che è lei. Ho vissuto una vita con Fabrizio, ma ora ci sono lei e Stella, bambina che lui adorava. Io cercherò di stare vicina a loro per quello che posso. Fabrizio vorrebbe così e mia figlia Giulia vuole così”, ha commentato la Dalla Chiesa. Poi si è lasciata andare a ricordi del passato e il cammino verso il successo conquistato insieme: “poi questo rapporto è finito e ne è iniziato un altro tre anni dopo. La gente non capisce che si può rimanere nel bene globale di una famiglia pur essendosi lasciati. Credo che dovrebbe essere un insegnamento. L’amore genera amore. Carlotta la sento tutti i giorni, le voglio bene, ci siamo rispettate sempre. Fabrizio chiamò me alle due di notte per dirmi che si era innamorato di lei”. Speriamo che queste bufale si fermino e ci lascino solo il ricordo bellissimo di un grande uomo come Fabrizio Frizzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori