CHE TEMPO CHE FA/ Pagelle: da Maria De Filippi a Ignazio Moser (puntata 8 Aprile)

- Rossella Pastore

Che tempo che fa goes trash: Fabio Fazio ospita Maria De Filippi e Ignazio Moser in una serata in cui si parla tanto di inciuci. La tv, qui, è il primo ambito di riferimento.

che_tempo_che_fa_fabio_fazio_luciana_littizzetto
Luciana Littizzetto e Fabio Fazio

A Che tempo che fa, Fabio Fazio rende omaggio a Fabrizio Frizzi. Lo fa a suo modo, con la puntata del Rischiatutto che lo ha visto protagonista. Il pubblico gli dedica un lungo applauso. “Mi va solo di dire che ci siamo divertiti. Basta: non c’è altro”. Tributo discreto, ma d’effetto. Dal sacro della tv al profano della politica: Maurizio Martina. Per Fazio, il Pd è l’ago della bilancia. Martina annuisce, poi passa alle faccende di casa: “La mia proposta è di continuare a ricostruire il partito. Mi auguro che l’assemblea decida in tal senso”. Non solo reggenza, dunque, “ma le elezioni sono inevitabili”. Ipotesi dem-centrodestra: “La escludo. Noi con Salvini? Mai: stia sereno“. Mea culpa sulla sconfitta: “Non abbiamo saputo rispondere alle inquietudini delle periferie, dei territori”. No: dei lavoratori. Una volta era questa, la priorità delle sinistre. E basta con la storia dell’Italia periferica, denigrata tanto a parole quanto nei fatti.

Loredana Bertè è un’influencer ante litteram: “Lady Gaga mi copia”. Segue collage di foto a confronto: questo sì, che è un grande tema. Voto: 4. Si passa a Maria De Filippi: “Ma sono rock anch’io”. Il focus di Amici 17 è proprio la musica. Si canta e si balla, dunque, relegando al contorno i siparietti da entertainment. Perché Amici è anzitutto un talent, per quanto risulti specioso. Voto: 6. Mio fratello di Biagio Antonacci è dedicata “a tutti i fratelli”. Ma va? “È la storia della vita, di tante famiglie che fanno fatica a trovare la pace. Ma neanch’io l’ho capita del tutto”. Scherza: “Si parla di perdono. È una parabola laica: quando si salva un fratello, si fa festa”. Insomma: un Abele che ce l’ha fatta, o un novello figliol prodigo. Francesco Moser è a quota 276 vittorie. Su strada, perché su pista non contano: lo ha detto lui. Oggi è la giornata della Parigi-Roubaix, una delle specialità del ciclista trentino. La clip ripercorre i suoi successi: “Ti emozioni ancora?”. “Non più: ormai sono abituato”.

In studio anche il figlio Ignazio: “Braccia rubate all’agricoltura”, dice Moser Senior. Ignazio si è trasferito a Milano con Cecilia. “Chiariamo una cosa: non ho mai lavorato in campagna. Io faccio il commerciale”. Quanto all’ipotesi gravidanza, in studio ci scherzano su. “Hai qualcosa da dire, Ignazio?”. Fazio rilancia: “Se devi, fallo qui, e non domani in qualche trasmissione del pomeriggio”. Ignazio sorride: niente scoop. Voto: 4. Terza ospitata per Enzo Iacchetti, che ci tiene proprio a riempire i teatri. Pensate: “Guccini ha scritto un pezzo per me”. Tutto questo per (riba)dire che è uno show impegnato. Non solo: “Litigo con Dio perché ci ha lasciato perdere”. O forse siamo noi, ad aver lasciato perdere Lui: contra e patior. Poi garantisce: “Alla fine c’è sempre la standing ovation”. Sì, Iacchetti: ci si alza per andarsene.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori