FESTIVAL DI CANNES 2018/ Da Cold war a The spy gone north: i protagonisti di oggi

- Stella Dibenedetto

Festival di Cannes 2018: Marica Pellegrinelli e Irina Shay incantano sul red carpette della kermesse del cinema internazionale. Il programma dell’11 maggio.

Amber-Heard-cannes
Festival di Cannes

Il primo venerdì del Festival di Cannes 2018 ha visto attori, registi e produttori argentini, polacchi e francesi. La giornata è iniziata con la conferenza stampa di Zimna Wojna (Cold war), girato dal polacco Pawel Pawlikowsk, seguito dal il photocall di Plaire, aimer et courir vite diretto dal francese Christophe Honoré e di di Gräns (Border) del regista iraniano-danese Ali Abbassi. Si tratta di un adattamento del romanzo horror Lasciami entrare dello svedese John Ajvide Lindqvist . È stato poi presentato in concorso Jiang Hu Er Nv (Ash is purest white) del regista cinese Jia Zhangke. Si è poi parlato del film, fuori concorso, Gongjak (The spy gone north) del sudcoreano Yoon Jong-bin, che racconta la storia di un ex soldato reclutato per diventare una spia dei servizi segreti. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Amber Heard conquista tutti

Amber Heard ha senza ombra di dubbio, catturato tutti gli sguardi del Festival di Cannes. L’ex moglie di Johnny Depp è la stata indiscutibilmente la più contemplata del terzo red carpet. La sua esagerata scollatura accompagnata dal suo abito bellissimo, hanno totalmente attirato i flash dei fotografi presenti. Accanto a lei, tante altre modelle che, nonostante c’entrino poco con il cinema, hanno fatto in modo di tenere altissima l’attenzione sull’evento cinematografico. Questa nuova edizione del Festival del cinema di Cannes infatti, pare più puntare su tutto ciò che si allontana dal cinema: come mai? Forse anche per colpa di Weinstein, le attrici non si stanno mostrando in tutto il loro splendore. Le modelle invece, non hanno alcuna problematica a presentarsi al meglio sul red carpet, per essere immortalate tra scollature mozzafiato e nuovi tatuaggi. Amber Heard, Stella Maxwell e molte altre per esempio, sono state le regine assolute di questo terzo appuntamento. Nonostante questo, non sono mancati i vestiti da sogno indossati dalle attrici che si sono presentate tra fascino e grande stile. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

NON SOLO FILM…

Non solo film alla 71esima edizione del Festival del Cinema di Cannes. Protagonista dell’ultima giornata della kermesse del cinema è stata Marica Pelelgrinelli. La bellissima moglie di Eros Ramazzotti che ha sfilato sul red carpet della kermesse cinematografica anche in precedenti occasione, ha lasciato tutti a bocca aperta sfoggiando un abito lungo ed elegantissimo di Alberta Ferretti. Sensuale, romantica e raffinata, la modella ha incantato tutti con la sua bellezza mozzafiato senza dare vita ad incidenti hot. La moglie di Eros Ramazzotti è riuscita a tenere testa anche ad Irina Shayk. Anche la compagna di Bradley Cooper ha lasciato tutti a bocca aperte. Marica e Irina sono state le vere star del Festival di Cannes dimostrando di poter incantare e far parlare di sé senza bisogno di essere protagoniste di incidenti sexy come accaduto ad altre star internazionali.

FESTIVAL DI CANNES 2018: IL PROGRAMMA DELL’11 MAGGIO

Film importanti nel programma del Festival di Cannes dell’11 maggio. Tra i film in concorso oggi c’è la pellicola in concorso “Ash Is Purest White” di Jia Zhangke che parla della storia d’amore tra una ballerina e un gangster. E’ prevista la proiezione de “Le Livre d’Image” del maestro della Nouvelle Vogue Jean-Luc Godar, diviso in cinque capitoli. Saranno proiettati in replica “Zimna Wojna” di Pawel Pawlikowki e “Plaire, Aimer et Courir Vite” di Christophe Honoré. Nella sezione Un Certain Regard sarà proiettato “El Angel” di Luis Ortega che racconta la vita del serial killer argentino Robledo Puch. A seguire “Mon Tissu Préféré” diretto da Gaya Jiji e che parla della voglia di riscatto di una donna che tenta di scappare da Damasco attraverso un matrimonio combinato. In replica saranno proiettati “A Genoux Les Gars” di Antoine Desrosières e il fantasy “Gräns” di Ali Abbasi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori