LO SPERONE INSANGUINATO, IRIS/ Info streaming del film di Robert Parrish (oggi, 15 maggio 2018)

- Cinzia Costa

Lo sperone insanguinato, il film in onda su Iris oggi, martedì 15 maggio 2018. Nel cast: Robert Taylor e Julie London, alla regia Robert Parrish. La trama del film nel dettaglio.

lo_sperone_insanguinato
Il film in prima serata su Iris

Massimo Bertarelli, sul Giornale, ha così recensito, “Lo sperone insanguinato” di Robert Parrish: “Originale e appassionante western del poliedrico e dimenticato Robert Parrish, che accanto alle fortunatamente immancabili sparatorie, si preoccupa anche di mettere a fuoco i caratteri, in modo davvero sorprendente per un genere poco incline alle sfumature psicologiche. Il tormentato John Cassavetes sovrasta per intensità il bel Robert Taylor dagli occhi languidi”. Su Segnalazione cinematografiche si legge: “È un western di buona fattura, realizzato secondo la formula in voga, che introduce nella trama elementi psicologici. Interpretazione aderente al soggetto. Notevoli alcune riprese di esterni”. Ricordiamo che “Lo sperone insanguinato”, clicca qui per vedere il trailer, andrà in onda su Iris a partire dalle 21.00 ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

CURIOSITÀ SULLA PRODUZIONE DELLA PELLICOLA E IL CAST

Il genere western è la scelta di Iris propone Lo sperono insanguinato, pellicola del 1958 realizzata in USA con il titolo originale Saddle the Wind e diretta da Robert Parrish che si basa sul soggetto scritto da Rod Serling e la sceneggiatura di Thomas Thompson. La produzione della pellicola è stata firmata da Armand Deutsch mentre la casa cinematografica MGM ha finanziato e distribuito la pellicola in Italia, la direzione della fotografia è stata curata da George J. Folsey e il montaggio è stato realizzato da John McSweeney jr. con le musiche della colonna sonora che sono state composte da Elmer Bernstein, la scenografia infine, è stata ideata da Malcom Brown e William A. Horning. Le musiche de ‘Lo sperone insanguinato’ sono state composte e dirette dal musicista Elmer Bernstein, musicista che ebbe diversi problemi legati al ‘maccartismo’ cioè al movimento degli artisti americani di sinistra, una scelta che gli costò molto in termini di contratti. Bernstein, nome altisonante nel mondo delle colonne sonore e della composizione, rimane comunque un musicista classico, senza troppi slanci ma onesto nel suo lavoro al pentagramma come in questo film. Lo sperone insanguinato, è un western psicologico, profondo per molti aspetti, ben interpretato da Robert Taylor il quale, diversamente da altri cow-boy storici come John Wayne, ha sempre preferito ruoli in cui l’attitudine alla recitazione di qualità gli ha concesso sceneggiature particolari come questa. Nessun premio se non l’amore del pubblico che ancora oggi sarà pronto a rivivere in televisione la triste storia di Frank Sinclair. 

NEL CAST ROBERT TAYLOR

Il film Lo sperone indìsanguinato va in onda su Iris oggi, martedì 15 maggio 2018, alle ore 21.00. Se il cinema fosse considerabile come un vino, il 1958, anno d’uscita del film Lo sperone insanguinato, potrebbe essere considerato come un’ottima annata in cui il cinema, in questo caso tipicamente western all’americana, ha espresso ottime pellicole sia a colori che in bianco e nero. La regia del film che è stato prodotto da Metro Goldwin Meyer, è stata affidata all’esperto Robert Parrish, un inizio da attore (fu comparsa in ‘Luci della città’, capolavoro di Charlie Chaplin del 1931, caposaldo del cinema muto espressionista in bianco e nero), ma si evolse negli anni con maggior successo dietro la telecamera piuttosto che nei casting. Nel 1952 Parrish ha diretto la grande Yvonne de Carlo nel film ‘La peccatrice di San Francisco’, nel 1954 il grande Gregory Peck ha interpretato il ruolo di Bill Forrester in ‘Pianura rossa’, il termine della filmografia di Parrish si ha nel 1984 con ‘Missisippi blues’, malinconica pellicola manierista. Ne ‘Lo sperone insanguinato’ si ritrovano attori dell’epopea MGM, nel cast spicca su tutti il protagonista, Robert Taylor, eroe del cinema con pellicole come ‘Quo vadis’ oppure, nel filone western, ‘Sfida a Baltimora’ o ‘Terra selvaggia’ due riferimenti importanti per amanti di cow-boy e praterie. Al suo fianco incontriamo la bella Julie London, sulle strade di Hollywood ricordata nella Hollywood Walk of Fame al numero 7000 di Hollywood Boulevard, storie di cinema e di classe recitativa. La London fu anche grande interprete canora ma il cinema, soprattutto quello dedicato ai gangster, al noir hollywoodiano, non la dimenticherà mai per i suoi ruoli ombrosi e seducenti.

LO SPERONE INSANGUINATO, LA TRAMA DEL FILM

Steve Sinclair (Robert taylor) nel suo passato ha avuto periodi turbolenti quando, ottimo pistolero dotato di una mira infallibile, poneva davanti alla sua vita soprattutto la sua tendenza al ‘soldo facile’, gangster tra mille gangster dell’epoca. Sinclair cambia e si ritira nel mid-west iniziando una carriera tranquilla come allevatore di bestiame, uno dei tanti che, sopravvissuto a duelli, sparatorie, taglie e sceriffi, nella seconda parte della vita decisero per uno stile più tranquillo, pacifico. ma la vita, per alcuni il karma, vuole per Sinclair un’altra soluzione e nonostante voglia portare all’altare la bella Joan Blake, cantante da saloon anche lei vogliosa di una vita più serena, nel tempo le psicosi dell’ex pistolero si proporranno irruente e in grado di mutare la sua stabilità psichica in un crescendo di depressione che lo porterà al suicidio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori