Salverò mia figlia, Rete 4/ Info streaming e trama del film con Chelsea Rickettes (oggi, 19 maggio 2018)

- Cinzia Costa

Salverò mia figlia, il film in onda su Rete 4 oggi, sabato 19 maggio 2018. Nel cast: Kayla Ewell, alla regia Michael Feifer. La trama del film nel dettaglio

salvero_mia_figlia
Il film in prima serata su Rai 4

Kayla Ewell, classe 1985, è la protagonista di “Salverò mia figlia”. L’attrice è nota al pubblico televisivo per aver interpretato il ruolo di Caitlin Ramírez nella soap opera “Beautiful”. Ha partecipato alla terza stagione di “The O.C.” interpretando Casey ed è apparsa anche nel telefilm “Veronica Mars”. Dal 2009 ha interrato Vicki Donovan in The Vampire Diaries: la sorella di Matt muore nella prima stagione, ma è apparsa in modo ricorrente nelle successive stagioni. Al fianco di Kayla Ewell in “Salverò mia figlia” troviamo Bryce Johnson, anche lui un volto noto degli appassionati di serie. Nel 2006 ha partecipato ad alcune puntate di “Nip/Tuck” e “Dr. House – Medical Division”. Ha preso parte, co ruoli secondari, alle serie cult “Dawson’s Creek” e “Una mamma per amica”. Johnson è noto per il ruolo del detective Darren Wilden nella serie “Pretty Little Liars” per le prime quattro stagioni. Ricordiamo che “Salverò mia figlia”, clicca qui per vedere una scena del film, andrà in onda in prima tv su Rete4 partire dalle 21.15 ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

CURIOSITA’ SULLA REALIZZAZIONE DEL FILM E IL CAST

I generi giallo e drammatico sono gli ingredienti principali della pellicola proposta per la prima serata di Rete 4 di oggi, sabato 19 maggio 2018. Scritta e diretta da Michael Feifer, la pellicola è stata prodotta nel 2014 negli Stati Uniti con il titolo originale Deadly Daycare. Il montaggio del film è stato realizzato da Ely Mennin con le musiche che sono state scritte da Brandon Jarrett. La pellicola è stata prodotta dalla casa cinematografica Feifer nel mondo ed è stata distribuita dalle aziende Daro Film Distribution e Lifetime Television. Il regista ha rivestito diversi ruoli nel mondo della celluloide ma la regia è stata la sua vocazione principale, e lo ritroviamo sia in commedie brillanti e dedicate alla famiglia, come in ‘Un matrimonio sotto l’albero’, dirigendo l’attrice Jennie Garth, per tutti gli telespettatori nota nel suo ruolo di Kelly Taylor nella serie Tv ‘Beverly Hills 90210’, oppure in pellicole drammatiche come in questo caso o il premiato, nei circuiti dei premi per la televisione, ‘Abandoned – Amore e inganno’. Un buon film per una serata all’insegna della patologia psicologica. Il rapporto con la maestra e la bambina cresce con l’aspetto del thriller psicologico e la lotta della madre per riappropriarsi dell’integrità della figlia è un aspetto reale della società americana, la maestra rappresenta bene la ‘viziosità’ del rapporto. La buona recitazione del cast, un gruppo di attori cresciuto in questo ambito televisivo del film Tv, uniti alla buona regia sono pronti per donarvi una serata all’insegna della suspense sulle frequenze di Rete 4.

NEL CAST CHELSEA RICKETTES

Il film Salverò mia figlia va in onda su Rete 4 oggi, sabato 19 maggio 2018 alle ore 21,15. Il film è stato diretto dal regista newyorkese Michael Feifer, nato in un giorno particolare per la sua città, l’11 settembre ma del 1968. Nel cast di Salverò mia figlia ritroviamo attori noti nel loro circuito d’appartenenza come Kayla Ewell, attrice di casting dedicati al ‘teen world’, ne è un esempio il film del 2009 ‘Fired Up! – Ragazzi pon pon’ e altri. Al suo fianco l’attrice dalle origini tedesche, italiane e norvegesi Christy Carlson Romano, anch’essa cresciuta sulle frequenze cinematografiche televisive, da ricordare per un lungometraggio tradotto in italiano, conosciuto nei suoi canali di trasmissione, come ‘Inseguendo la vittoria (The Cutting Edge 3: Chasing the Dream)’. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

SALVERÒ MIA FIGLIA, LA TRAMA DEL FILM

Rachel appartiene a quel gruppo di donne ancora giovani che nella giungla sociale americana, dopo un divorzio, nel suo caso dall’ex marito Daniel, cerca di ricostruire con tenacia e caparbietà la propria vita. Cresce una bimba di tre anni, Mia, e ciò non è semplice in una società dove il fallimento comporta spesso la rovina, ma Rachel non si arrende e lotta con i denti per trovare la sua nuova dimensione. L’assegno stabilito dal giudice, durante le sedute in tribunale dedicate al divorzio della coppia, l’aiuta comunque a vivere dignitosamente, occuparsi della casa e della bimba e tutto prospetta a Rachel un futuro sereno in attesa di poter concedere alla piccola Mia una scuola per l’infanzia e trovarsi un lavoro per camminare con le proprie gambe. Tutto procede bene sino al giorno in cui Daniel, vigliaccamente, per telefono, senza nemmeno concedere il faccia a faccia alla ex moglie, le comunica che le taglierà buona parte dell’assegno di mantenimento, ponendola in una condizione disperata di non poter più garantire a se stessa, ma soprattutto alla bambina, una vita dignitosa. Quindi l’ingresso di Mia nel mondo della scolarizzazione deve per cause di forza maggiore avvenire anticipatamente, Rachel deve tornare immediatamente al lavoro, Mia deve entrare in una scuola per l’infanzia. L’inserimento della bambina procede bene, Mia si affeziona alla maestra Gabby, una relazione che al’inizio si prospetta con serenità, ma sarà solo apparenza. Gabby infatti ha diversi anni prima perso un bambino in un incidente e l’attaccamento per la figlia di Rachel assume, giorno dopo giorno, caratteri di morbosità che inizieranno a divenire pesanti, sia per la madre che per la bambina. Gabby non si limita ad una presenza ossessiva, l’incubo inizia nel momento stesso in cui Rachel vuole distaccare Mia dalle influenze della maestra, l’inzio di un incubo che si tinge di fosche tinte thriller, un brivido inaspettato per la coppia madre/figlia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori