Amanda Lear/ L’ospite di Maurizio Costanzo: “Uomini e donne non fatti per stare insieme” (L’Intervista)

- Annalisa Dorigo

Amanda Lear, protagonista de L’Intervista di Maurizio Costanzo, ha negato la sua partecipazione a qualsiasi reality, lanciando però un’altra proposta televisiva…

amanda_lear_intervista_maurizio_costanzo
Amanda Lear

“Gli uomini e le donne non sono fatti per stare insieme“, parola di Amanda Lear che ai microfoni di Canale 5 ha espresso alcune particolari situazioni legate alla sua vita. La donna è stata ospite da Maurizio Costanzo a L’Intervista ieri e ha specificato il dolore dovuto dalla separazione dei suoi genitori: “Vedere che si sono lasciati è stato per me traumatico”. Parole che invitano a riflettere e che portano una donna molto nota ad esprimere tutte le sue opinioni. Difficilmente si è detta pronta a chiudere situazioni a prescindere, ma ha comunque stavolta sottolineato la sua delusione legata alla possibilità di vedere un uomo e una donna insieme, secondo lei troppo diversi per accettare le situazioni che spesso si trovano a condividere e a negarsi. Il futuro per lei è ben delineato e Amanda Lear sa bene quello che il suo cuore vuole. (agg. di Matteo Fantozzi)

“DELL’ETÀ NON MI IMPORTA”

L’Intervista di Maurizio Costanzo ad Amanda Lear è stata ricca di momenti significativi: uno di quelli che maggiormente hanno fatto discutere, soprattutto sui social, è stato quando la diva ha deciso di premere il pulsante a disposizione di ogni ospite per bloccare le immagini che scorrono sullo schermo. Il motivo? Le domande sull’età anagrafica, alla quale la mitica Amanda si è sottratta così:”L’anagrafica non m’interessa…Sapere quando sono nata, se ho 50, 60, 70 anni non m’importa niente. L’importante è che sono viva”. Questo non vuol dire che Amanda Lear si sia sottratta a temi spinosi. La conduttrice ad esempio ha ripercorso la sua infanzia, la separazione dei suoi genitori, da cui ha imparato che “le coppie non durano”: “Vedere i genitori che si separano è stato traumatico. Uomini e donne non sono fatti per stare insieme”. (agg. di Dario D’Angelo)

AMANDA LEAR? “IO ALL’ISOLA? MAI”

Amanda Lear è tornata in televisione, ospite di Maurizio Costanzo a L’Intervista dove ha parlato anche delle richieste da lei ricevute negli ultimi tempi dal mondo dello spettacoli. La musa di Salvador Dalì ha precisato di essere stata chiamata in causa per partecipare a dei reality show ma di avere sempre declinato l’offerta. Mai, infatti, si sentirebbe sentita a suo agio in un’isola priva di comodità, nè tanto meno in una Casa da condividere insieme a degli inquilini privi di cultura. Ecco le sue parole: “Isola? Ma no, mai in una spiaggia senza nulla, in un paese lontano, no, al massimo vado in Sardegna. Al GF Vip? No, no, mai, ma vi immaginate io che mi lavo i denti in mezzo a degli analfabeti? Ma mai, anche se me l’hanno chiesto tantissime volte”. Amanda Lear non ha invece escluso la sua partecipazione a qualche talent show: “Al massimo io posso fare una giuria di una cosa di cui mi intendo, non so, un programma sulla musica”. [Agg. di Dorigo Annalisa]

LA SUA IMMAGINE RIVOLUZIONARIA

Cantante, modella, attrice ed artista eclettica da ogni punto di vista, Amanda Lear sarà ospite questa sera della nuova puntata de L’Intervista, il talk show condotto da Maurizio Costanzo in seconda serata. Colei che in passato ha avuto la straordinaria fortuna di fare da musa a Salvador Dalì si racconterà questa sera ai microfoni di Canale 5, raccontando particolari inediti sul suo passato a partire dal suo ruolo di donna trasgressiva, decisamente in anticipo rispetto ai tempi. La Lear precisa di non essere affatto preoccupata della sua età e di essere ancora oggi ambita anche tra i più giovani: “L’anagrafica non mi interessa. Ancora adesso i ragazzi mi dicono ‘quanto sei bona’… Il complimento è lì”. E sul ruolo di donna aggressiva, che in passato ha scatenato diverse critiche per quella che è stata definita un’eccessiva mascolinità, la Lear ha le idee molto chiare: “L’ambiguità? È quando la gente normale non riesce a capire bene cosa sei, chi sei (…) Io ho sempre dato l’immagine di una donna aggressiva, un po’ maschile nell’atteggiamento, e la gente pensava: ‘una donna non si comporta così… Non è una donna vera’. Oggi tutte le donne sono così”.

LA MUSA DI SALVADOR DALI’

Tra le tante attività nella lunga carriera di Amanda Lear, è impossibile non ricordare la collaborazione con il pittore Salvador Dalì per il quale posò spesso e fu musa ispiratrice per ben 15 anni. Fu soprattutto la sua androginia ad ispirare l’artista e più in generale il mondo della moda e della musica (anche su consiglio del suo amante David Bowie). Ma con Dalì e sua moglie, nacque anche una bella amicizia che durò più a lungo del previsto. La sorpresa per questo rapporto verrà questa sera raccontata dalla stessa Lear ai microfoni di Maurizio Costanzo ne L’Intervista. La Lear infatti affermerà di essere rimasta colpita da questa incredibile novità che caratterizzò la sua vita: “Ho capito di essere innamorata del pittore quando la moglie mi ha detto: ‘se lei vuole il mio posto questa è la mia stanza’. Non avevo mai incontrato una donna così, che non aveva la gelosia, dopo è diventata la mia migliore amica e sono rimasta con questa strana coppia più di 15 anni”.

LA RELAZIONE CON DAVID BOWIE

Nel passato di Amanda Lear c’è anche un grande personaggio della musica con il quale instaurò un relazione sentimentale molto chiacchierata all’epoca. Conobbe il cantante nel 1973, dopo aver posato come modella fetish sulla copertina dell’album For Your Pleasure dei Roxy Music, e fu proprio lui, come la stessa Lear rivelò anni dopo in una intervista, a suggerirle di giocare sull’ambiguità per attirare l’attenzione del mondo dello spettacolo. Fu insieme a Bowie che registrò la sua prima canzone Star (mai pubblicata) e che pensò di lasciare la sua carriera da modella per intraprendere quella della musica e del ballo (Bowie arriverà persino a pagarle corsi che dessero spazio al suo talento). A Maurizio Costanzo, questa sera, Amanda Real rivelerà qualche divertente particolare su questa relazione: “È stato il primo a credere in me come artista, mi ha pagato le lezioni di canto. Si truccava più di me ma il problema dei maschi che si truccano è che non si struccano la notte per dormire, mi sporcava il cuscino con il fondotinta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori