Lo sperone insanguinato/ Su Iris il film con Robert Taylor (oggi, 22 maggio 2018)

- Cinzia Costa

Lo Sperone insanguinato, il film in onda su Iris oggi, martedì 22 maggio 2018. Nel cast: Robert Taylor e Julie London, alla regia Robert Parrish. La trama del film nel dettaglio.

lo_sperone_insanguinato
Il film in prima serata su Iris

CURIOSITÀ SULLA REALIZZAZIONE DEL FILM E IL CAST

Lo sperone insanguinato è la pellicola western che è stata scelta per la messa in onda della seconda serata di oggi, martedì 22 maggio 2018, su Iris ed è stata prodotta in USA nel 1958 da Armand Deutsch. La regia è stata curata da Robert Parrish con il soggetto scritto da Rod Serling e la sceneggiatura di Thomas Thompson. La casa di produzione che ha reso possibile la realizzazione del film è la MGM che si è occupata anche della distribuzione della pellicola in Italia. Il montaggio è stato realizzato da John McSweeney jr. con le musiche della colonna sonora che sono state composte da Elmer Bernstein e la scenografia di Malcolm Brown e William A. Horning. La principale protagonista al femminile di questa pellicola è l’attrice e cantante americana Julie London il cui vero nome all’anagrafe è Gayle Peck. Nata a Santa Rosa nel 1926 e scomparsa nell’anno 2000, la London ha esordito al cinema a soli 18 anni e per la precisione nel 1944 nel film Nabonga diretto dal cineasta Sam Newfield. Dopo una serie di pellicola in cui ha fatto da comparsa non venendo neppure accreditata, la London, nel 1947 ha collaborato con Delmer Daver per la realizzazione del film La casa rossa. Tra i principali film della sua carriera impossibile non citare La congiura dei rinnegati di Richard L. Bare, Storia di un detective di William Castle, Drango di Hall Bartlett, Gli evasi del terrore di Harry Keller, Dove la terra scotta di Anthony Mann, Il meraviglioso paese di Robert Parrish e Testa o croce per la regia di Joseph M. Newmann.

NEL CAST ROBERT TAYLOR

La programmazione televisiva relativa alla seconda serata di questo martedì 22 maggio, prevede alle ore 23.35 la messa in onda sulle frequenze di Iris del film western Lo Sperone insanguinato, il cui titolo originale è Saddle the Wind. Si tratta di una pellicola del 1958 realizzata negli Stati Uniti dalla casa cinematografica della Metro Goldwyn Mayer con la regia di Robert Parrish, il soggetto è stato ideato e sviluppato da Rod Sterling e la sceneggiatura è stata adattata da Thomas Thompson. Il montaggio è stato eseguito da John McSweeney Jr., il direttore della fotografia è George J. Folsey mentre la colonna sonora è stata scritta dal celebre compositore Elmer Bernestein che molti ricorderanno per le musiche de I magnifici sette. Nel cast uno straordinario Robert Taylor con Julie London, John Cassavetes, Donald Crisp, Charles McGraw e Royal Dano. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

LO SPERONE INSANGUINATO, LA TRAMA DEL FILM

In una cittadina del vecchio e selvaggio West un ex pistolero di nome Steve ha deciso di mettere da parte la sua indole avventuriera facendo ritorno presso la fattoria di casa, quella portata avanti con enormi sacrifici da propri genitori. Essendo un uomo molto ragionevole e dotato di spirito di sacrificio, Steve si rende conto che il proprio futuro sia proprio in quella fattoria per cui si rimbocca le maniche ed oltre a diventare un attento agricoltore diventa anche un ottimo allevatore che nel giro di pochi mesi riesce ad ottenere dei risultati decisamente apprezzabile. Qualche settimana più tardi fa ritorno presso la fattoria di famiglia, il suo caro fratello Tony. Un uomo tutto d’un pezzo che seppur abbia un rapporto molto buono con il fratello, ha una indole molto differente essendo pronto a far valere le proprie ragioni con l’uso della forza e soprattutto della pistola. Tony ha fattor ritorno con a seguito una bella ragazza di nome Joan. Si tratta di una donna che lavorava in un saloon animando le serate con la sua musica. Tony si è innamorato di Joan e sembra avere tutte le intenzioni di sposarle per vivere al proprio fianco per il resto della vita. Tuttavia ha in serbo per lui un futuro beffardo. Infatti, presso la fattoria si fanno vivi dei cowboy per reclamare dei presunti diritti sulle terre in cui pascolano il bestiame di Steve. Mentre quest’ultimo prova a ragionare con loro, Tony si lascia prendere la mano e ne uccide uno. Questo lo rende agli occhi della legge passivo di processo e condanna a morte per cui lo sceriffo organizza un gruppo di aiutanti mettendosi sulle sue tracce e braccandolo. Quando capisce di non avere più alcuna speranza, Tony preferisce suicidarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori