Loredana Bertè/ Giornalisti a caccia di questo misterioso “terzino tedesco” che le fece perdere la testa

- Emanuela Longo

Loredana Bertè si racconta: il successo, la vita difficile degli artisti, i momenti bui e quel desiderio di maternità mai soddisfatto per cui finì con Borg.

berte_loredana_2017
Loredana Bertè

Il toto nome può prendere il via. Loredana Bertè torna a parlare e in queste ore si parla delle sue ultime dichiarazioni soprattutto quelle relative alle sue frequentazioni passate. La questione centrale non è tanto sui nomi noti con cui ha avuto a che fare ma con coloro di cui non ricorda nemmeno il nome. In particolare, a Un Giorno da Pecora, Loredana Bertè ha rivelato un dettaglio importante del suo passato: “ho frequentato tennisti e calciatori in passato, in particolare uno, del Bayern Monaco, uno strafico pazzesco che faceva il terzino anche nella Nazionale tedesca, circa 30 anni fa…Mi ricordo che aveva un cane, un bulldog […] Era uno bruno con degli occhi azzurri pazzeschi. Una volta scappò dal ritiro a Milano e passò la notte a casa mia. Venne ‘sgamato’ e lo punirono”. A quanto pare Loredana Bertè ha rivelato anche che è stato capitano della Nazionale tedesca e secondo i bene informati potrebbe addirittura essere Lothar Matthaus. Il toto nome ha preso il via e tutti sembrano interessati alla novità. (Hedda Hopper)

IL RITORNO IN TV

Dal prossimo 8 giugno Loredana Bertè torna in tv in occasione del nuovo talent show di RaiUno, “Ora o mai più”, che la vedrà protagonista nel ruolo di maestra-giurata e che si propone di dare una seconda chance ai cantanti dimenticati. Nulla di spietato, come rivela l’artista intervistata da Libero, ma semmai “speranzoso”. La Bertè ha ammesso di non aver mai dovuto lottare per rimanere sul mercato, “ma solo perché sono sempre stata un’incosciente”, dice. Insomma, Loredana non è mai scesa a compromessi nel corso della sua carriera e proprio questo, forse, l’ha premiata nel tempo. La stessa cantante ha dimostrato di non essere mai scesa a compromessi neppure nel look: “Anche questo lato di me a volte non piace alle case discografiche”, ammette. Loredana però sa bene quanto il mondo musicale sia spietato e poco disposto a perdonare. “Per rimanere sulla cresta dell’onda bisogna affrontarlo a muso duro come ho fatto io”, dice. Anche per questo motivo da 15 anni è in attesa di lanciare il suo nuovo album di inediti che finalmente arriverà a settembre. Nel frattempo la Bertè sta spopolando con la canzone Non ti dico no con i Boomdabash che è stata ben accolta dalla comunità Lgbt. Loredana però, ha ammesso di non aver mai avuto esperienze omosessuali: “Purtroppo sono sempre stata etero e me ne dispiaccio perché, dopo due matrimoni, sono rimasta parecchio delusa dagli uomini. Trovo che siano diventati ovvi e prevedibili. Preferisco la solitudine”, ha ammesso.

IL DESIDERIO DI MATERNITÀ SPEZZATO

A detta di Loredana Bertè, non si può certo dire che la vita da palco sia del tutto incompatibile con quella famigliare. Sia lei che Mimì, però, non avendo avuto una famiglia non ne hanno sentito neppure la mancanza, come ha spiegato a Libero. “Siamo state fortunate”, aggiunge, ma ammette anche di aver desiderato figli in passato: “Ho lasciato Bjorn Borg per questo”. oggi però le esigenze sarebbero cambiate. Intervistata anche dal Giornale alla vigilia del talent che la vedrà protagonista, Loredana Bertè ha ribadito di non trovare crudele la formula del programma: “E’ la vita ad essere crudele, caro amico. La vita dei cantanti, poi…”. Quell’incoscienza che l’ha caratterizzata agli inizi, coinvolse anche Mimì: “Nemmeno pensavamo al successso… ci bastava pagare l’affitto”, dice. Nel corso della sua carriera ha però dovuto fare anche i conti con i “no” delle case discografiche. “La mia autostima era sotto i piedi. Decisi di lasciare la musica, per correre dietro all’amore di Borg che credevo eterno. Lo sposo – pensavo – e non devo nemmeno cambiare la targhetta sul cifono: L.B.”. Dopo sei anni e mezzo, però, quel sogno si infranse. “Quando poi mi comunicò che non voleva avere figli, feci le valigie e mollai tutto”, ricorda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori