Cesare Bocci e Alessandra Tripoli/ Lui rivela: “Prima del successo facevo l’imbianchino” (Ballando)

- Annalisa Dorigo

Cesare Bocci e Alessandra Tripoli approdano alla semifinale di Ballando con le stelle 2018 ùcon una nuova esibizione positiva: sono loro i grandi favoriti per la vittoria?

Cesare_bocci_alessandra_tripoli_ballandoconlestelle_cs_2018
Cesare Bocci e Alessandra Tripoli

Cesare Bocci vuole vincere. Finalmente lo ammette: “Non posso più sbagliare. Basta trucchetti; stop ai sorrisini. Bisogna alzare l’asticella”. Poi cede: “Non sono abituato. Sul set, basta un dolorino a fermarmi”. La Tripoli lo incoraggia: “Qui i dolori sono propedeutici. Vogliono dire che si è fatto il quattrocento per cento”. Questa è la sera del cha cha cha. Zazzaroni: “Non mi è piaciuto”. Smith: “Brava lei. Forse troppo”. Sandro Mayer: “Bocci ha fatto un percorso eccezionale, oltre a dimostrare che l’età è irrilevante”. Gossip: “Prima del successo facevo l’imbianchino. Non solo: mi sono anche occupato della toponomastica del paese. In sostanza, attaccavo numeri civici”. [agg. di Rossella Pastore]

LA COPPIA

Cesare Bocci e Alessandra Tripoli sono approdati alla semifinale di Ballando con le stelle e si riconfermano due dei favoriti per la vittoria finale. La coppia ha ben figurato, anche se senza eccellere, anche nell’appuntamento dello scorso sabato. Per i due concorrenti, infatti, non sono mancati i pareri positivi della giuria, soprattutto di Selvaggia Lucarelli che si è chiesta come sia possibile arrivare tanto in forma all’età di 62 anni. Per quanto riguarda il parere degli altri giurati, Ivan Zazzaroni ha notato un po’ di movimenti strani, ritenendo l’attore claudicante. Guillermo Mariotto invece ha ammesso di avere avvertito un pathos gradevole tra la coppia. Tutto sommato positivo anche il giudizio di Carolyn Smith e Fabio Canino, che hanno permesso alla coppia Bocci – Tripoli di arrivare al punteggio complessivo di 39 anni, senza prendere grossi spaventi in fase di ballottaggio. I due ballerini, infatti, sono approdati dritti alla puntata successiva.

LA MALATTIA DELLA MOGLIE

Cesare Bocci ha sempre tenuto molto alla sua privacy, tanto da avere evitato in passato dichiarazioni pubbliche sulla sua famiglia sia nelle interviste ai giornali che a Ballando con le stelle 2018. Ma nella puntata dello scorso sabato si è aperto davanti alla giuria e a Milly Carlucci raccontando il dramma personale suo e della moglie: “La mia vita privata è privata”, ha esordito per sottolineare il suo desiderio di non parlare troppo di sé e dei propri cari. “Io e la mia Daniela abbiamo deciso di dare il messaggio di non arrendersi a quello che la vita ti può riservare, di rialzarsi, continuare a lottare come ha fatto Daniela in questi anni”. Ha quindi ammesso di sentirsi vicino a tutte le persone che soffrono, come accade a lui e alla sua famiglia: “Io e la mia Daniela abbiamo deciso di dare il messaggio di non arrendersi a quello che la vita ti può riservare, di rialzarsi, continuare a lottare come ha fatto Daniela in questi anni”.

LA RICHIESTA DI CAROLYN SMITH

In un valzer lento sulle note di ‘Ne me quitte pas’, Cesare Bocci si è esibito sabato scorso al fianco di Alessandra Tripoli e ha ottenuto ottimi giudizi da parte dei giurati. Se Ivan Zazzaroni, Selvaggia Lucarelli e Fabio Canino si sono espressi in maniera più che positiva nei confronti della coppia, Carolyn Smith ha riservato qualche critica. La presidentessa, consapevole del grande talento dell’attore, ha infatti avuto una richiesta precisa: “Io ti ho sempre difeso, però pretendo qualcosa in più”. Parole alle quali non ha fatto seguito un voto negativo, considerando che anche la coreografa ha assegnato alla coppia un 8 e che conferma ancora una volta come Bocci e la Tripoli siano i grandi favoriti per questa edizione di Ballando con le stelle. Nel loro percorso fino ad oggi tutto è filato liscio, con tanti complimenti e l’affetto del pubblico. La finalissima è decisamente alla loro portata…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori