Mostro di Cleveland/ Ariel Castro, 3 donne in ostaggio per 10 anni: morì in cella dopo condanna esemplare

- Paolo Vites

Mostro di Cleveland: lo speciale di Quarto Grado dedicato alla storia di Ariel Castro, l’uomo che tenne in ostaggio tre donne per un decennio con la complicità di due fratelli.

Quarto_grado_gianluigi_nuzzi_elena_tambini_facebook_2017
Elena Tambini, Balalaika

Immagini difficilmente sopportabili quelle viste ieri sera nel film “Il mostro di Cleveland” trasmesso nell’ambito di uno speciale di Quarto Grado, il programma condotto da Gianluigi Nuzzi. La puntata infatti voleva riprendere l’orrendo caso scoperto nel 2013 a Cleveland città degli Stati Uniti che ha sconvolto il mondo. A seguire è stato trasmesso poi un documentario a cura della Bbc in cui è stata ricostruita in 3D la casa in cui il mostro per oltre dieci anni ha tenuto prigioniere tre donne. Si tratta del caso che ha avuto come protagonista Ariel Castro, all’epoca dei fatti 52enne, che aveva rapito tra il 2002 e il 2004 tre ragazze giovanissime: Amanda Berry, che durante la prigionia darà alla luce una figlia, Georgina DeJesus rapita poco più che undicenne, e Michelle Knight, ventenne. Tutte e tre sembrarono svanite nel nulla, la polizia non riuscì a ritrovarne traccia, fino a quando la sera del 6 maggio 2013 un lavapiatti che stava tornando da casa sentì delle urla dall’abitazione del vicino.

LA CONDANNA A 1000 ANNI E LA MORTE IN CARCERE

E’ Amanda Barry, 27 anni con la figlia di 6 anni che chiede aiuto. Finalmente la polizia arriva sul posto e libera le tre donne, tenute incatenate per undici anni in due stanzette, abusate sessualmente in continuazione dal folle, che apparentemente conduceva una vita normalissima, tenendo anche delle feste nel giardino dell’abitazione con la presenza di amici e parenti che mai sospettarono nulla. In realtà due suoi fratelli lo avevano coperto per tutto quel tempo. Condannato a mille anni di carcere, Castro si impiccò poco dopo, forse perché per la prima volta si era reso conto di quello che aveva fatto. Nel documentario della Bbc  Orrore a Cleveland (The Cleveland Captives: What Really Happened?) vengono intervistate le tre donne tenute prigioniere che con difficoltà stanno cercando di ricostruirsi una vita. Casi come questi purtroppo non sono rari: negli ultimi anni se ne sono scoperti diversi, come quello della ragazza austriaca chiusa in uno scantinato dal padre per oltre vent’anni e costretta a partorire diversi figli avuti da rapporti sessuali con il padre, cresciuti sottoterra senza mai aver visto la luce del sole e il mondo. 







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori