Anthony Bourdain, Rose McGowan difende Asia Argento/ “Sta vivendo un momento difficilissimo”: il comunicato

- Matteo Fantozzi

Rose McGowan difende Asia Argento dalle critiche  dopo le accuse che le sono piovute addosso dopo la morte di Anthony Bourdain. La moglie rompe il silenzio e gli dedica un pensiero speciale

anthony-bourdain
Anthony Bourdain

È passato solo qualche giorno dalla morte di Anthony Bourdain, lo chef americano compagno di Asia Argento che si è tolto la vita l’8 giugno in un albergo francese. Il lutto non ha fermato l’attrice che si è rimessa a lavoro e ha presenziato regolarmente alle riprese di X Factor. “Il nostro giudice Asia Argento, nonostante stia vivendo un momento difficilissimo, ha scelto di essere presente oggi a Pesaro per il primo giorno di Audizioni. Tutta la squadra di #XF12 le è vicina e rispetta la sua scelta” è stato il comunicato social del programma in merito. La Argento, dal canto suo, ha deciso di non fare proclami, né tantomeno dare giustificazioni su questa sua decisione. L’attrice è, d’altronde, libera di vivere come preferisce il lutto e questa terribile perdita. (Aggiornamento di Anna Montesano)

IL DOLORE DELLA ARGENTO A X FACTOR

«Questi sono stati i tre giorni che dovevano essere i più difficili della mia vita, ma grazie a voi sto sopravvivendo». Sono le parole di Asia Argento, visibilmente commossa, nel suo saluto al pubblico e ai colleghi al termine delle prime audition del talent X-Factor, a cui ha deciso di partecipare – nei nuovi panni di nuovo giudice – nonostante il lutto e il grande dolore per la scomparsa del compagno Anthony Bourdain, lo chef morto suicida lo scorso 8 giugno. Non è stato facile per lei mostrarsi al pubblico dopo la tragedia che l’ha colpita ma l’attrice ha deciso comunque di non mancare all’impegno dato e presentarsi a X Factor per l’inizio della nuova edizione che presto vedremo in onda su SkyUno. Ancora una volta l’attrice è simbolo di grande forza. (Aggiornamento di Anna Montesano)

L’IPOTESI DEL COMPLOTTO

È stata tra i primi a prendere le difese di Asia Argento in seguito alle chiacchieratissime foto che la ritraevano in compagnia del giornalista francese Hugo Clement e dopo la morte di Anthony Bourdain, ma Rose McGowan, nota per aver interpretato la quarta sorella Halliwell nel telefilm Streghe e oggi fra le sostenitrici più accanite del movimento #MeToo, si è ritrovata al centro di una vicenda per la quale potrebbe ricevere molto presto una condanna per possesso di droga. Lo scorso anno Rose McGowan è stata fermata dalla polizia dell’aeroporto di Washington Dulles perché il suo portafogli, trovato per caso sull’aereo, conteneva delle piccole quantità di cocaina. Rilasciata su cauzione, si è sempre dichiarata innocente, sostenendo sin dal primo istante la tesi del complotto. Secondo l’attrice, infatti, sarebbe stato proprio Weinstein a mettere in piedi le accuse, così come confermato a FoxNews dal suo legale: “Queste accuse non sarebbero mai state portate avanti se non fosse stato per il suo attivismo (…) è ormai noto a tutti che Weinstein impiegava tattiche subdole per ‘mettere a tacere’ le sue vittime”. Il noto produttore di Hollywood, infatti, diverse volte ha ingaggiato degli investigatori privati per individuare le donne che l’avevano accusato di averle molestate; anche Rose McGowan è vittima di un complotto? (Agg. di Fabiola Iuliano)

L’EX MOGLIE SUI SOCIAL: “BUON VIAGGIO OVUNQUE TU SIA”

La morte di Anthony Bourdain fa discutere ancora oggi. Nessun accetta il suicidio dello chef e il fatto che la sua vita e la sua presunta depressione fossero appese da sempre ad un filo non fanno vivere meglio i suoi fan e le persone che lo hanno amato e, magari, ferito. Mentre Asia Argento è finita sotto accusa nelle scorse ore per via della sua reazione, delle foto con il giornalista francese Clement e la sua presenza a X Factor 2018, l’ex moglie di Bourdain è tornata sui social per rompere il silenzio e dedicare un pensiero speciale a quello che è stato suo marito e che adesso era uno dei suoi migliori amici. Pubblicando la foto della figlia Ariane che si esibisce a New York, Ottavia Busia scrive: “La nostra bambina ha fatto il suo concerto oggi. Era incredibile. Così forte e coraggioso. Indossava gli stivali che le hai comprato. Spero che tu stia facendo un buon viaggio, ovunque tu sia”. Anche in questo caso arriveranno le critiche o quelle sono rivolte solo ad Asia Argento? (Hedda Hopper)

ROSE MCGOWAN DIFENDE ASIA ARGENTO

Nella sua lunga lettera scritta in difesa di Asia Argento e pubblicata sul sito di Buzzfeed, Rose McGowan ha chiarito le caratteristiche dell’amore tra lattrice italiana e il compagno Anthony Bourdain. Ha quindi spiegato come il loro fosse un rapporto aperto, anche se l’amore di entrambi non era in discussione: “Quando s’incontrarono la chimica fra di loro fu immediata. Ridevano, si amavano. Lui è stata la sua roccia in quell’epoca difficile. E anche lui era aperto sui suoi demoni, ci ha addirittura scritto un libro”. Ha quindi replicato alle accuse di coloro che hanno criticato Asia Argento per avere frequentato il giornalista francese Hugo Clement: “Vedere altra gente, faceva parte del rapporto. Avevano una relazione aperta, si amavano al di fuori dei confini delle relazioni tradizionali. Lo avevano stabilito fin dall’inizio. Asia è libera come un uccello e così era anche Anthony. Era. Che parola terribile da scrivere”. [Agg. di Dorigo Annalisa]

CRITICATA LA PRESENZA A X FACTOR

A pochi giorni dalla morte del suo compagno Anthony Bourdain, Asia Argento continua ad essere aspramente criticata per quello che molti definiscono un comportamento inappropriato. A non risultare affatto gradite sono le foto in cui appare insieme al giornalista francese Hugo Clement pochi giorni prima del suicidio del noto chef, oltre che la decisione dell’attrice di partecipare in qualità di giudice alle audizioni di X Factor. Erano trascorse solo 24 ore dalla drammatica notizia e Asia era seduta al fianco di Manuel Agnelli, Fedez e Mara Maionchi, pronta a dispensare consigli e pareri sui concorrenti del talent show. Il web è letteralmente esploso davanti ad una simile scelta e a poco sono servite le difese dell’amica Rose McGowan, ex protagonista di Streghe e prima voce a denunciare le molestie di Harvey Weinstein. “Ho chiesto alla persona più forte che conosco, Rose, di essere la mia voce per aiutarmi a portare questo fardello e scrivere la verità. Per favore, leggete le sue parole e abbiate pietà del nostro dolore” , ha dichiarato il portavoce di Asia Argento che invece al momento evita di esporsi in prima persona sul suo profilo Instagram. [Agg. di Dorigo Annalisa]

L’INVITO ALLA COMPRENSIONE

Rose McGowan parla perché conosceva bene le dinamiche della coppia formata da Asia Argento e dallo chef Anthony Bourdain, tanto che quest’ultimo l’aveva invitata al pranzo del Thanksgiving che aveva preparato proprio per la sua compagna. Nella lunga lettera scritta ai giornali possiamo anche leggere: “E’ stata proprio Asia Argento a chiedermi di parlare in sua vece. Aveva fronteggiato il mostro che l’aveva violentata. Ora deve fronteggiare il mostro del suicidio del suo compagno. Capisco che molta gente in queste ore ha pensato a lui come un amico, ma in tanti hanno iniziato a puntare il dito e ad accusare. Il suicidio è una scelta orribile, ma è una scelta personale”. La donna invita quindi alla comprensione senza puntare il dito come fin troppo è stato fatto nei confronti di Asia Argento, fotografata pochi giorni prima della terribile notizia con un altro uomo.

LA LETTERA APERTA

L’attrice americana Rose McGowan ha deciso di scendere in campo per difendere Asia Argento dopo le tantissime polemiche legate a quella foto insieme a Hugo Clement diffusa dai media pochi giorni prima della morte del compagno Anthony Bourdain. Ha deciso di scrivere una lunga mail che è stata pubblicata integralmente da Buzzfeed e che ha svelato alcune situazioni molto interessanti. La donna ha deciso di sottolineare: “Anthony Bourdain aveva i suoi demoni. Uccidersi è stata una sua scelta personale. Aveva cercato aiuto, ma non aveva seguito quello che gli avevano detto i medici. Ora non siate dei sessisti e non accusate Asia Argento. La loro era una relazione aperta e lui non avrebbe voluto vederla linciata in questa maniera”. Parole importanti che vanno a difendere quella che è stata la compagna di una battaglia contro gli abusi subiti da Harvey Weinstein. Rose McGowan infatti è stata tra le più grandi accusatrici del noto produttore americano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori