BEVERLY HILLS COP – UN PIEDIPIATTI A BEVERLY HILLS, 20/ Info streaming del film (oggi, 16 giugno)

- Cinzia Costa

Beverly Hills Cop-Un piedipiatti a Beverly Hills, il film in onda su Canale 20 oggi, sabato 16 giugno 2018. Nel cast: Eddie Murphy, Judge Reinhold, alla regia Martin Brest. Il dettaglio.

beverly_hills_cop_un_piedipiatti_a_beverly
il film commedia in seconda serata su 20

La critica ha apprezzato l’interpretazione di Eddie Murphy in “Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills”: “Clamoroso successo di Eddie Murphy, il comico nero dalla risata contagiosa e dalla parlantina sciolta. Tutto nella norma ma non manca il divertimento”, si legge su Magazine tv. E ancora: “La regia di Martin Brest è svelta e nulla concede a cadute di tono e di ritmo, ben seguendo e controllando la comicità di Murphy che, per irrefrenabile che sia non esce mai dalle righe del pentagramma interpretativo”, è la recensione di Segnalazioni cinematografiche. Laura e Morando Morandini, su Telesette, hanno scritto: “Al servizio di Eddie Murphy, Arlecchino di Harlem, una commedia che mescola l’azione violenta con la farsa brillante e comica, aggiornata al catastrofismo demenziale oggi in voga. Piuttosto godibile”. Ricordiamo che “Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills”, clicca qui per vedere il trailer, andrà in onda sul 20 a partire dalle 21.00 ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

CURIOSITÀ SUL FILM

Se state cercando una divertente commedia con colpi sana azione e poliziesco siete nel posto giusto, niente di meglio c’è che la proposta fatta da Canale 20 che trasmette appunto la pellicola Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills dove il punto di forza è senza dubbio l’inimitabile interpretazione di Eddie Murphy che veste i panni del protagonista Detective Axel Foley. La regia di questa pellicola prodotta nel 1984 negli Stati Uniti d’America è stata affidata a Martin Brest mentre il soggetto e la sceneggiatura sono stati scritti da Daniel Petrie jr., la produzione è stata curata da Jerry Bruckeimer e Don Simpson e la casa di produzione che ha fatto parte di questa realizzazione è la Paramount Pictures. Il montaggio del film è stato eseguito da Sam Edelman con gli effetti speciali di Ken Pepiot e con le musiche di Harold Faltermeyer. Prima di affidare il ruolo del protagonista detective Axel Foley a Eddie Murphy, i produttori di “Beverly Hills Cop” avevano pensato a Mickey Rourke ma causa dei tempi lunghi necessari alla realizzazione della trilogia, Mickey Rourke decise di rifiutare e di accettare un’altra proposta. La produzione quindi propose il progetto a Sylvester Stallone ma la cosa non andò in porto a causa delle modifiche che l’attore voleva apportare alla sceneggiatura. Soltanto a meno di due mesi dall’inizio delle riprese, si decise di offrire la parte ad Eddie Murphy, che ancora non aveva sfondato nel cinema ma era una delle star più seguite al programma televisivo “Saturday Night Live”.

EDDIE MURPHY NEL CAST

Il film Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills va in onda sul 20 oggi, sabato 16 giugno 2018, alle ore 21.00. Si tratta di una pellicola di genere azione, commedia e poliziesca che è stata realizzata negli Stati Uniti nel 1984 per la regia di Martin Brest. Il film è il primo della triade cinematografica intitolata “Beverly Hills Cop”. Gli interpreti principali presenti nel cast sono Eddie Murphy, Judge Reinhold, John Ashton, Lisa Marie Eilbacher, James Russo e Steven Berkoff. L’attore newyorkese Eddie Murphy ha recitato insieme a Dan Aykroyd nel film commedia “Una poltrona per due” girato nel 1983 e nel 1996 è stato protagonista assoluto del film “Il professore matto” in cui l’attore impersona diversi personaggi. Eddie Murphy è diventato un volto noto grazie alla sua partecipazione negli anni ottanta al varietà comico in onda sulla NBC intitolato “Saturday Night Live”. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

BEVERLY HILLS COP – UN PIEDIPIATTI A BEVERLY HILLS, LA TRAMA DEL FILM 

L’agente di polizia Axel Foley lavora a Detroit, è un giovane esuberante che ha molta difficoltà a seguire le regole che il tio di lavoro impone. Axel è molto amico di un certo Michael Tandino, un ladruncolo che ha diversi conti in sospeso con la giustizia. I due sono amici da sempre e li lega un grande affetto. Una sera Michael va a casa di Axel e mentre stanno chiacchierando subiscono un’aggressione da parte di due killer sconosciuti, Axel viene soltanto colpito alla testa mentre Michael viene addirittura ucciso. L’agente Foley comincia ad indagare e scopre che Tandino recentemente lavorava in una galleria d’arte situata nel ricco quartiere di Beverly Hills, viene anche a sapere che ad aiutare l’amico a trovare lavoro era stata Jeannette Summers detta Jenny, una vecchia amica di entrambi. Quando l’ispettore di polizia Douglas Todd affida il caso ad un collega di Foley, questi chiede undici giorni di ferie per poter raggiungere la California e iniziare ad indagare per conto suo. Appena arriva a Beverly Hills, Axel pensa di andare da Jenny, nella speranza di ottenere informazioni utili. La ragazza gli suggerisce di parlare con Victor Maitland, suo datore di lavoro nonché proprietario della pinacoteca presso cui lavora. Il superiore di Jenny risponde malvolentieri alle domande di Axel, addirittura chiama i suoi dipendenti e ordina di buttare fuori Foley dalla sua galleria d’arte. Come se non bastasse, l’agente finisce in manette per aver causato un’aggressione. Viene portato alla stazione di polizia locale e qui Axel conosce Billy Rosewood, un poliziotto giovane e ancora inesperto, un sergente prossimo al pensionamento di nome John Taggart, e il tenente Bogomil, un uomo che vorrebbe sembrare severo ma che in realtà è molto sensibile ed indulgente. Quest’ultimo ordina a Foley di non interessarsi al caso di Tandino e di abbandonare tutte le indagini, in più incarica Taggart e il giovane Roseood di tenere d’occhio Axel fino a che non avesse lasciato la città di Los Angeles. Non avendo alcuna intenzione di sospendere la sua indagine, Foley non si dà per vinto e continua ad investigare nell’ombra. L’agente di Detroit vuole a tutti i costi arrivare alla verità e scoprire quindi chi ha ammazzato il suo caro amico Michael e soprattutto perché è stato ucciso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori