JOHNNY DEPP È DEPRESSO?/ Dalle conferenze stampa cancellate al desiderio di evitare domande scomode

- Hedda Hopper

Johnny Depp e la depressione, il suo racconto a Rolling Stone USA: il difficile divorzio, il rapporto con la madre violenta e infelice, la perdita degli amici più cari.

johnny_depp_2018
Johnny Depp

Johnny Depp ha deciso di venire allo scoperto e raccontare a Rolling Stone Usa tutta la verità sul periodo buio vissuto e che ancora sta vivendo. Il protagonista del franchise de I pirati dei Caraibi però, solo qualche tempo fa, du al centro del gossip per aver deciso, secondo indiscrezioni, di annullare tutte le conferenze stampa previste nei prossimi mesi (e tutte le apparizioni mediatiche) a causa di una domanda sgradita sulle sue condizioni di salute. Molti si sono chiesti cosa gli fosse capitato vedendolo notevolmente dimagrito. È stato il magazine del Times, la storica testata inglese, a riportare che l’entourage di Depp avesse fatto presente che l’attore non era affatto intenzionato a parlare di questo argomento. Un provvedimento che, tuttavia, non ha fatto che accrescere la preoccupazione nei suoi riguardi. (Aggiornamento di Anna Montesano)

L’auricolare usato sul set

Con una lunga intervista a Rolling Stone USA, Johnny Depp ha raccontato il periodo più buio della sua vita, quando tutto girava intorno a tre cose: depressione, alcool e droghe. L’amatissimo attore hollywoodiano è riuscito poi a combattere i suoi demoni andando in tour con gli Hollywood Vampires e scrivendo un’autobiografia su una vecchia macchina da scrivere – “Mi versavo una vodka la mattina e iniziavo a scrivere finché le lacrime mi riempivano gli occhi e non riuscivo più a vedere la pagina” – ha raccontato Depp. Ed è in questa stessa intervista che l’attore, tra le tante cose, ha confermato come sul set usasse un auricolare per farsi suggerire le battute. Questo per il fatto che qualcuno gli ricordasse i dialoghi permettendogli così di recitare con gli occhi. (Aggiornamento di Anna Montesano)

“Questo potrebbe essere il tuo Pulitzer”

“Questo potrebbe essere il tuo Pulitzer”, con queste parole Johnny Depp ha esordito nella sua intervista rilasciata al giornalista Stephen Rodrick di Rolling Stone USA nella quale ha raccontato tutto se stesso, parlando anche del suo difficile passato. L’attore ha ammesso di avere attraversando delle fasi particolarmente difficili della sua vita fin dall’infanzia contraddistinta dall’assenza del padre. La madre era una donna infelice e sola che a volte picchiava i figli senza nessuna giustificazione ma nei confronti della quale Depp si sentiva sorprendentemente molto legato. Non a caso è stato a lei che ha destinato i suoi primi guadagni da attore, comprandole una fattoria nella quale poteva finalmente vivere serenamente. A quella stessa donna, che tanto ha segnato la sua infanzia spingendolo a lasciare la Florida per trasferirsi a Los Angeles, Depp aveva rivolto una sorprendente orazione funebre: ” È stata la donna più meschina che abbia mai incontrato nella mia vita”, disse di lei ai suoi funerali. Ben diverso, secondo il suo racconto, era il rapporto con l’amico Tom Petty, morto prematuramente per un’overdose di farmaci, e con River Phoenix, al quale secondo alcune voci avrebbe dato lui stesso la dose letale. [Agg. di Dorigo Annalisa]

“HARVEY WEINSTEIN ERA UN BULLO”

In una lunga intervista rilasciata a ‘Rolling Stone Usa’, Johnny Depp ha parlato del brutto periodo attraversato dopo il divorzio, ammettendo di avere toccato il fondo tando da avere pensato più volte di farla finita. Ha quindi chiarito anche il suo punto di vista nei confronti di una delle più spinose vicende del momento ovvero lo scandalo molestie. L’attore ha ammesso di avere conosciuto Harvey Weinstein: “Era un bullo. Hai visto sua moglie? Non è una cima”, ha precisato il famoso artista raccontando anche un fatto del quale è stato testimone qualche anno fa e che gli aveva fatto capire come Weinstein provasse un amore incondizionato nei confronti della figlia. Depp e il produttore di Hollywood avevano accompagnato insieme la bambina a scuola: “L’immagine che mi ha tolto il fiato era vedere un bestione come lui, che si chinava per mettere l’impermeabile a sua figlia”, ha ricordato, ripercorrendo anche i suoi trascorsi con l’amico Tom Petty, con il quale era arrivato a Los Angeles dalla Florida per cercare di diventare rocker, prima che Nicolas Cage dicesse a Depp che avrebbe fatto più soldi recitando. [Agg. di Dorigo Annalisa]

LA DEPRESSIONE DOPO IL DIVORZIO

La lunga intervista di Johnny Depp, concessa a Rolling Stone USA, sta facendo il giro del mondo. Il famoso attore si è confessato senza filtri, svelando tutte le sue verità di vita vissuta. La depressione, tema più caldo dell’intervista, sarebbe arrivata dopo il divorzio da Amber Heard: “Ho toccato il fondo come mai prima di allora. Non potevo sopportare il dolore ogni giorno”. L’attore ha fatto capire molto chiaramente di aver pensato a gesti estremi, non è un caso che durante il tour con Hollywood Vampire avesse deciso di scrivere le sue memorie:  “Mi sono versato una vodka al mattino e ho iniziato a scrivere fino a quando le lacrime mi hanno riempito gli occhi e non potevo più vedere la pagina”. Poi ha aggiunto: “Ho continuato a cercare di capire cosa avevo fatto per meritarmi questo. Avevo cercato di essere gentile con tutti, aiutare tutti, essere sincero con tutti. La verità è la cosa più importante per me. E nonostante tutto è successo tutto questo”. Nel pezzo pubblicato da Rolling Stone Usa, si parla inevitabilmente anche del rapporto tra Johnny Depp e Penelope Cruz, che ad oggi gli riconosce il merito di averla protetta durante la gravidanza: “Non dimenticherò mai come si è comportato. Mi ha protetto ogni giorno e alla fine ero incinta di sei mesi”. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

DAL DIVORZIO ALLA VITA TURBOLENTA SUL SET

Il successo, il declino, la droga, il turbolento divorzio e la vita sul set. Johnny Depp non si nasconde più e sulle pagine di Rolling Stone si è messo a nudo come mai prima d’ora. Ripercorrendo la sua carriera cinematografica, l’attore ha confermato una voce che da tempo gira negli ambienti di Hollywood, quella che sul set si servisse di un piccolo auricolare per ricevere i suggerimenti delle battute da recitare. Confermando la presenza del dispositivo, Johnny Depp ha però chiarito di aver scelto questo stratagemma perché molte delle sue scene erano girate con lo sguardo: “Ho avuto a che fare con cornamuse, bambini che piangono e bombe che esplodono – ha ricordato infatti l’attore – (Recitare con lo sguardo, ndr) restituisce verità. Alcuni dei miei più grandi eroi erano nei film muti. Tutte le emozioni passavano dallo sguardo. E credo che se non c’è verità dietro agli occhi, non importa quali siano le c*** di parole”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

IL RAPPORTO CON LA MADRE

L’attenzione è ancora tutta puntata su Johnny Depp. L’attore continua il suo tour europeo con la band e i fan controllano il suo stato di salute e il suo peso che, ultimamente, sembra addirittura migliorato così come il suo aspetto. Le nuove rivelazioni, però, questa volta arrivano proprio dall’amato volto di Jack Sparrow che si racconta a Rolling Stones Usa in una conversazione lunga 72 ore e che è stata preceduta da circa 200 email per gli accordi prima dell’incontro. Johnny Depp si racconta e non si risparmia mostrandosi debole, fragile e ammettendo, tra le righe, che forse la strada intrapresa non era proprio quella che avrebbe voluto. Depp è vittima di quello che gli altri hanno voluto per lui oppure della sua “follia”? L’attore racconta del suo rapporto con la madre (“prendeva farmaci epilettici da quando aveva 12 anni”) e dalle botte che da lei ha ricevuto per anni. Nonostante questo proprio a lei ha pensato quando ha iniziato a fare l’attore usando i suoi soldi per comprarle una casa.

LA STORIA CON AMBER HEARD E LO SCONTRO CON I SUOI MANAGER

La stessa famiglia che l’attore “ha tradito” quando ha deciso di sposare Amber Heard senza un accordo prematrimoniale. La famiglia gli ha chiesto di mettersi al sicuro da possibili problemi economici e legali all’epoca ma non ha voluto dare loro retta tanto che, sembra, il rapporto con l’amata sorella si sia incrinato proprio per questo. La turbolenta storia d’amore con la Heard ha messo l’attore con le spalle al muro. Dalle liti alle accuse di violenza domestica e finendo al prosciugamento dei conti proprio per via delle querelle legali non solo con lei ma anche con gli ex manager Joel e Robert Mandel rei di aver gestito male i suoi risparmi. Loro parlano all’epoca di spese folli e incontrollabili soprattutto per animali, case e alcol. Accuse che lui ha sicuramente negato ma che nell’intervista, tra le righe, ammette: “È offensivo dire che ho speso $ 30.000 per il vino perché era molto di più”. 

LA DEPRESSIONE E LA VOGLIA DI MUSICA E DI RACCONTARSI

Proprio questo mix di cose deve aver spinto Johnny Depp verso il baratro, verso la depressione. Lui stesso durante la lunga intervista rivela: “toccato il fondo come mai prima di allora. Non potevo sopportare il dolore ogni giorno”. Proprio per questo ha deciso di voltare pagina, andare in tour con Hollywood Vampire  e di scrivere un libro di memorie: “Mi sono versato una vodka al mattino e ho iniziato a scrivere fino a quando le lacrime mi hanno riempito gli occhi e non potevo più vedere la pagina. […] Volevo capire cosa avevo fatto per meritarmi questo. Avevo cercato di essere gentile con tutti, aiutare tutti, essere sincero con tutti. La verità è la cosa più importante per me. E nonostante tutto è successo tutto questo”. Sarà proprio la voglia di cambiare e fuggire dal suo male interiore che l’attore si è dedicato alla musica ed è apparso provato ma pronto a voltare pagina? Lo speriamo vivamente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori