ALESSANDRO BORGHESE/ “Troppa cucina in tv. Masterchef? Me l’hanno chiesto ma…”

- Stella Dibenedetto

Alessandro Borghese, conduttore di “4 ristoranti” si racconta svelando sogni e retroscena di una carriera in ascesa: dal no a Masterchef alla proposta per Tarantino.

4_ristoranti_alessandro_borghese_web
Alessandro Borghese 4 Ristoranti

Alessandro Borghese è tornato in tv con la stagione estiva di “4 Ristoranti”, il programma in onda su Sky Uno in cui i titolari di quattro attività gastronomiche si sfidano per eleggere il miglior locale di una zona e di un settore. Chef apprezzato sia dagli addetti ai lavori che dal pubblico, in un’intervista rilasciata ai microfoni de “La Stampa”, Alessandro Borghese ha svelato il segreto del suo successo anche se ammette che, al momento, “c’è troppa cucina in tv e gli spettatori cominciano ad esserne stanchi”. Protagonista assoluto della cucina televisiva, poi, il figlio di Barbara Bouchet aggiunge che la ricetta per non stancare i telespettatori è “essere innovativi perché alla fine, a noi italiani, interessano il calcio, la politica e la cucina. Tutto sta nel capire cosa raccontare e come. La cucina non dev’essere raccontata come un posto di terrore, ma dev’essere raccontata con leggerezza e serietà. Siamo artigiani, non artisti”.

ALESSANDRO BORGHESE: IL NO A MSTERCHEF

Il successo di 4 Ristoranti è proprio la leggerezza con cui Alessandro Borghese conduce la sfida tra quattro ristoratori di una stessa zona. Il programma rappresenta un fiore all’occhiello per gli ascolti di Sky che avrebbe potuto sfruttare la popolarità di Borghese anche per Masterchef. Lo chef, infatti, ha raccontato di aver ricevuto la proposta, ma di non sentirsi adatto al ruolo di giudice del famoso talent show. “Me lo hanno chiesto ma non è roba per me. Ci sono colleghi che sono bravi a fare quello. Io preferisco continuare a fare quello che faccio”, ha spiegato a La Stampa. Nonostante ami anche le telecamere, una cosa a cui Alessandro Borghese non rinuncerebbe mai sono i fornelli dove si sente totalmente a casa sua. Girando l’Italia con “4 ristoranti”, Alessandro Borghese ha visto tante realtà ed oggi dà un consiglio a chi vorrebbe lanciarsi nel mondo della ristorazione: “no ai menù infiniti. Meglio pochi piatti, ma con materie prime di qualità. Preferisco dire: questo non è fresco, in alternativa ti do qualcos’altro. Continuo a trovare posti che hanno in carta carne, pesce, pizza… no va bene”, spiega lo chef.

ALESSANDRO BORGHESE: LA PROPOSTA A QUENTIN TARANTINO

Barbara Bouchet non potrebbe essere più felice di avere un figlio che è riuscito ad affermarsi nel proprio campo al punto che, qualche mese fa, ha dichiarato di essere ormai diventata “la mamma di Alessandro Borghese”. Tramite la madre, lo chef ha così fatto una proposta a Quentin Tarantino non avendo mai fatto l’attore. “Nessun regista me l’ha mai proposto, ma ho detto a mamma di dire a Quentin Tarantino che vorrei fare il cuoco splatter in uno dei suoi film: ucciso e tagliato a pezzi nella cucina”, ha dichiarato lo chef che, al talento culinario unisce anche quella simpatia ed ironia che piacciono molto al pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori