ANTHONY BOURDAIN E ASIA ARGENTO/ Momento drastico per l’attrice ma sul web continua la polemica

- Paolo Vites

Anthony Bourdain si è suicidato in un albergo francese: le parole di Lidia Bastianich, convinta che qualcosa di terribile possa essere accaduto all’amico negli ultimi tempi.

anthony-bourdain
Anthony Bourdain

Non è affatto un anno semplice per Asia Argento. La morte dello chef Anthony Bourdain è stata l’ultima di una lunga serie di situazioni dolorose e difficili che si trova a dover affrontare. L’anno scorso era nel pieno della battaglia legale con Morgan, per gli alimenti alla figlia Anna Lou non pagati dal 2011. Poi è arrivata la denuncia di molestie nei confronti di Harvey Weinstein, che ha dato vita a un noto a catena che continua ancora oggi. Adesso per la nota attrice arrive un altro grandissimo dolore: la morte del suo compagno. Uno chef stimato e amato in tutto il mondo. Eppure, neanche un momento difficile come questo mette fine alle critiche del web che si rivolgono soprattutto alla Argento, colpevole, secondo molti, di aver “tradito lo chef con il giornalista Hugo Clement”. (Aggiornamento di Anna Montesano)

CRITICHE PER ASIA ARGENTO

Il suicidio di Anthony Bourdain, lo chef con cui Asia Argento era legata sentimentalmente, ha fatto sì che l’attrice italiana finisse nuovamente nel tritacarne dei social. Sono in tanti, infatti, ad andare all’attacco rispetto al presunto flirt tra Asia Argento e il giornalista francese, di 15 anni più giovane di lei. Tra i due è emersa una certa complicità nel corso dell’ultimo Festival di Cannes, con il Daily Mail che è arrivato ad ipotizzare una rottura tra Bourdain e Asia, con quest’ultima paparazzata in compagnia del giornalista dal settimanale “Chi”, a giorni in edicola, per le vie di Roma. E sui social c’è già chi si spinge a trovare un legame tra il suicidio dello chef e la presunta fine del legame amoroso tra i due:”Non ti senti in colpa per la tua storia? Che ne dici delle foto scattate abbracciando e tenendo della mani Hugo Clement? Non ti sembra di essere un po’ falsa nelle tue dichiarazioni?”. (agg. di Dario D’Angelo)

LIDIA BASTIANICH:”ERA MOLTO INVECCHIATO”

Lidia Bastianich ha appreso della morte dell’amico Anthony Bourdain mentre era impegnata in un convegno in Calabria. E la notizia l’ha comprensibilmente sconvolta, soprattutto tenendo conto che più volte ha visto l’amico cadere anche se è sempre riuscito a rialzarsi senza conseguenze. Intervistata dal Corriere della Sera, la madre di Joe ha confessato: “Anthony si è suicidato? Non ci credo. Non è da lui… Impiccato? Ma perché? Lui era uno che a cadere ci era abituato. Eppure, si era rialzato tante volte (…) Di questa sua capacità di riprendersi, superare le difficoltà, se ne faceva un vanto. Se ha deciso di non provarci più vuol dire che deve essere successo qualcosa di davvero terribile. È possibile che un macigno gli abbia impedito di guardare avanti. Come d’altronde aveva fatto, finora, nella sua vita”. Lidia Bastianich si è detta certa che possa essere accaduto qualcosa di grave negli ultimi tempi, tale da spingere Anthony Bourdain ad un gesto tanto estremo. Qualcosa rispecchiato anche dal suo misterioso invecchiamento: “Nell’ultimo periodo lo avevo trovato terribilmente invecchiato. Fisicamente, intendo. Era come se sul suo viso fossero apparsi improvvisamente tutti gli anni che aveva”. [Agg. di Dorigo Annalisa]

LA SUA ULTIMA INTERVISTA

Il suicidio di Anthony Bourdain lascia un grande vuoto non solo nel mondo dello spettacolo ma anche e soprattutto della cucina. Ma quali erano i cosiddetti “piatti del cuore” dello chef e compagno di Asia Argento? A raggrupparli, traendo spunto dal suo libro, c’ha pensato Il Corriere della Sera, che non può fare a meno di iniziare dai rigatoni della domenica, definiti dal cuoco in maniera quasi poetica:”Questo arrosto di maiale che diventa anche condimento per la pasta è il coronamento di tutti i miei desideri infantili”. Si passa poi al pollo fritto coreano, “una croccantezza eccezionale, con gochugaru, la pasta di pepe rosso coreana” e si toccano anche preparati più semplici, “da papà”, come le omelette o gli spaghetti con scorza di limone. Ma Bourdain è anche genio esotico, amante di piatti come l’insalata Do Chua vietnamita o l’Acai Bowl, a base di frutto dell’Amazzonia, banane e mirtilli. (agg. di Dario D’Angelo)

L’ULTIMA INTERVISTA

Nel giorno della morte di Anthony Bourdain, la rivista People ha ripubblicato l’ultima intervista rilasciata dal famoso chef, trovato morto in un hotel di Parigi. In essa, il compagno di Asia Argento aveva riservato parole di stima e amore nei confronti di quest’ultima: “Che io mi ricordi non sono mai stato così felice, ne sono sicuro. Ed è merito di una persona davvero forte che ho incontrato di recente”. Per quanto riguarda i suoi trascorsi, non aveva fatto mistero del suo passato turbolento, che in più occasioni lo aveva portato sull’orlo del baratro e aveva riservato parole importanti anche sul suo ruolo di padre che ha definito ‘un salto da una scogliera’. Affermava in particolare: “Ero un eroinomane e un cocainomane, e non ho mai smesso di bere. Bevevo decisamente troppo perché l’alcol era intorno a me in ogni momento ed ero sotto stress continuamente. Ma l’alcol non è mai stata una dipendenza per me”. Forse proprio questo stress potrebbe essere ricomparso nella sua vita, che fino a qualche settimana appariva felice come non mai. Sul caso, indaga la polizia che non esclude nessuna causa del decesso. [Agg. di Dorigo Annalisa]

LE PAROLE DEL BARNEY GREENGRASS

La notizia della morte di Anthony Bourdain, chef di fama internazionale, ha sconvolto il mondo. Tanti i messaggi di cordoglio sui social da parte di colleghi e personaggi famosi che lo conoscevano. Nel mondo della cucina, Bourdain era considerato uno dei nomi più importanti e un famoso ristorante ebraico di New York ha deciso di rendergli omaggio in modo speciale. Come fa sapere il Corriere della sera, il Barney Greengrass, per ricordare Bourdain, ha lasciato un posto vuoto ai tavoli preparando la sua colazione preferita ovvero salmone Nova Scotia con uova strapazzate, una bagel, caffè e succo d’arancia. Il proprietario del locale, poi, ha spiegato anche il motivo dell’omaggio allo chef: “Per anni è stato un nostro cliente; quando veniva, faceva sentire tutti a loro agio”, ha fatto sapere il titolo alle televisioni. Sulla morte dello chef che ha letteralmente sconvolto Asia Argento, leggete in basso, sarebbero stati avviati tutti gli accertamenti necessari (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

IL RICORDO DI BARACK OBAMA

Proseguono i messaggi di cordoglio nei confronti di Anthony Bourdain, il noto chef morto quest’oggi all’età di 61 anni, suicidatosi. Fra coloro che lo conoscevano, anche un personaggio autorevole come l’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. In una puntata di uno degli show dello chef, Parts Unknown, l’ex uomo più potente al mondo cenò insieme a Bourdain in una sorta di trattoria vietnamita ad Hanoi, il Bun Cha Houng Lien. Barack oggi ha voluto pubblicare una foto di quel ricordo, con annesso un tweet: «Sgabello basso di plastica, tagliatelle economiche ma deliziose, birra fredda di Hanoi. Questo è il modo in cui mi ricorderò di Tony. Ci ha insegnato il cibo, ma soprattutto la sua capacità di riunirci per renderci un po’ meno impauriti dall’ignoto. Ci mancherà». Parole decisamente toccanti, che fanno capire le qualità e lo spessore del 61enne chef americano. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL TWEET DELLO CHEF RUBIO

Sono moltissime le reazioni giunte in queste ultime ore circa la scomparsa scioccante di Anthony Bourdain, uno dei più noti chef al mondo, suicidatosi oggi all’età di 61 anni. Fra i tanti che hanno voluto dedicargli un pensiero anche chef Rubio, protagonista di vari programmi tv sul cibo “spazzatura”. Attraverso il proprio profilo Twitter ha dedicato un pensiero al cuoco statunitense scomparso oggi. Queste le sue parole: «Spesso in persone così generose un granello di debolezza può diventare una montagna che schiaccia. Voglio salutarlo augurandogli di essere felice, dall’altra parte. RIP». Bourdain, oltre a lavorare per diversi programma tv, collaborava anche con varie quotidiani autorevoli, come ad esempio il New York Times. E’ stato inoltre autore di diversi volumi inerenti ovviamente il mondo della cucina. Un lutto pesantissimo e inaspettato per tutti. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

“ERA IL MIO AMORE”

Dopo che nelle ultime ore è diventata di dominio pubblico la notizia della morte dello chef e star della tv, Anthony Bourdain, suicidatosi mentre si trovava in Francia per registrare un programma, si sono moltiplicati i messaggi di cordoglio da pare di ex colleghi del 61enne, ma anche di illustri personalità della politica mondiale e pure semplici fan: tuttavia, mancavano le parole della sua compagna, Asia Argento, al quale Bourdain era legato sentimentalmente e con cui aveva trascorso gli ultimi giorni. E proprio poco fa è arrivato un breve e stringato messaggio da parte dell’attrice italiana che, attraverso i suoi profilo social, ha innanzitutto chiesto, in questo momento di dolore, di rispettare la sua privacy e quella della famiglia dello chef scomparso: “Anthony ha dato tutto se stesso in quello che ha fatto” ha scritto la figlia di Dario Argento, ricordandone lo spirito nobile e coraggioso e rivelando come lui fosse “il mio amore, la mia roccia, il mio protettore”. L’attrice ha poi continuato ammettendo di essere “devastata” (agg. di R. G. Flore)

Un post condiviso da asiaargento (@asiaargento) in data: Giu 8, 2018 at 8:58 PDT

IL LORO AMORE RACCONTATO SUI SOCIAL

Prosegue il silenzio sui social da parte di Asia Argento, ultima compagna di Anthony Bourdain, chef e conduttore tv morto suicida all’età di 61 anni. Lo scorso 27 maggio l’ex di Morgan aveva postato su Instagram una foto in bianco e nero che li ritraeva insieme, abbracciati, mentre sull’account di Anthony appena sei giorni fa la coppia era immortalata insieme in compagnia del regista australiano Christopher Doyle sul set della serie Cnn Parts Unknown, l’ultima produzione alla quale aveva partecipato anche lo chef. Il legame con l’attrice lo si ripercorre proprio attraverso le loro pagine social, in particolate quella dell’annunciato nuovo giudice di X Factor sul quale lo scorso 30 maggio pubblicava un nuovo scatto del compagno 61enne morto in circostanze ancora misteriose, su una barca, in piena notte e in direzione Kowloon. Lei lo aveva seguito a Hong Kong per dirigere una delle puntate della serie in produzione. Il loro è stato fino all’ultimo una sorta di botta e risposta di foto, dalle quali nulla lasciava presagire il drammatico epilogo. Insieme apparivano complici ed intimamente sereni. Nessun motivo di crisi tra i due, come avevano fatto intuire le loro frasi: “Un giorno perfetto, mi fai dimenticare me stesso”, scriveva lui. E l’attrice ribatteva, postando la medesima foto e citando Bowie: “I’ll stick with you baby for a thousand years, nothing’s gonna touch you in these golden years”, “Starò con te mille anni, niente ti farà del male in questi anni d’oro”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

L’ULTIMA CLIP DOVE BALLA CON ASIA ARGENTO

La morte di Anthony Bourdain, il 61enne chef e presentatore televisivo suicidatosi nelle ultime ore mentre era in Francia a registrare un programma della CNN, continua a tenere banco sui media di tutto il mondo, non solo per via del carisma e della notorietà del personaggio, ma anche perché al momento la sua morte appare inspiegabile: non a caso, tra i messaggi di cordoglio apparsi quest’oggi sui vari social network non sono mancati quelli di coloro che si sono detti sorpresi e shockati dalla notizia, dato che almeno apparentemente non c’erano state avvisaglie o particolari avvenimenti che potessero far presagire un esito così tragico. Al momento, invece, non c’è alcuna dichiarazione da parte di quella che è stata la sua compagna, Asia Argento, e con la quale pare non ci fossero problemi. Non a caso, è spuntato online anche un video che rappresenta anche una delle ultime clip in cui Bourdain è vivo e, assieme all’attrice italiana ed altri amici, festeggia tra balli e vino in quel di Hong Kong la produzione della puntata del suo programma, alla cui regia figurava proprio la figlia di Dario Argento. Pochi secondi che mostrano un uomo tutt’altro che depresso: sarà compito ora degli investigatori capire cosa è accaduto e cominciare il pietoso scavo nella vita di questo chef 61enne che amava girare il mondo e diffondere le culture gastronomiche dei Paesi più disparati. (agg. di R. G. Flore)

IL RICORDO DI GORDON RAMSAY 

Il ritrovamento del suo corpo senza via è stato fatto dal suo amico Eric Ripert e nelle ultime ore ha preso oramai piede la pista che parla di un suicidio per Anthony Bourdain: e la morte del 61enne chef, nonché star televisiva e story-teller di fama internazionale, avvenuta in Francia dove si trovava per registrare una trasmissione tv per la Cnn ha sconvolto non solamente gli amici di una vita ma anche molti personaggi VIP che l’hanno conosciuto. Tra tutti, il collega britannico Gordon Ramsay che si è detto “esterrefatto e rattristato dalla perdita di Antony”, ricordando in un tweet non solo come Bourdain abbia contribuito a “portare il mondo nelle nostre case” ma sia riuscito ad avvicinare milioni di persone ad esplorare le culture di altri popoli e città attraverso la scoperta delle loro abitudini alimentari e della loro cucina. Accanto a quello di Ramsay, sono arrivati pure i messaggi di cordoglio dell’attuale e dell’ex Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump e Barack Obama, il quale in una nota ha ricordato pure un pranzo che ebbe con lui in quel di Hanoi. (agg. di R. G. Flore)

LO CHEF E STAR DELLA TV NOTO IN TUTTO IL MONDO

E’stato tra i primissimi a occuparsi di un programma di cucina, ed è stato il migliore. Anthony Bourdain con il suo programma No Reservations (nessun posto riservato) era diventato una star in tutto il mondo, anche in Italia dove la televisione aveva proposto il suo programma. Non il solito cuoco espertone di robe strane e bizzarre, ma una personalità di grande cultura (era giornalista e scrittore) e simpatia, naturalezza e profondità, che girava il mondo a raccontare le cucine tradizionali. Lo faceva incontrando le persone e descrivendone anche il tipo di vita, soprattutto di quelle più povere e sfruttate, occupandosi anche dei diritti dei lavoratori nel mondo della cucina. Secondo le prime notizie, Bourdain si sarebbe suicidato, impiccandosi nella camera di un hotel in Francia, aveva 61 anni ed era impegnato a prepararela nuova serie del programma tv, “Parts Unknown”. Bourdain da tempo aveva una storia d’amore con Asia Argento si era schierato con lei nella campagna contro gli abusi sulle donne.

ANTHONY BOURDAIN MORTO SUICIDA A 61 ANNI

Lo ha trovato il suo amico chef, Eric Ripert. Nel corso della sua vita aveva ricevuto moltissime onorificenze e premi, l’autorevole Smithsonian lo aveva definito “la autentica rock star del mondo della cucina”. Il grande successo per lui era arrivato grazie a un articolo scritto nel 1999 per il New York Times, Non mangiate prima di leggere questo, che divenne l’anno dopo un libro di successo intitolato “Kitchen Confidential. Avventure gastronomiche a New York”. In televisione cominciò poco dopo, inizialmente per il canale Food Network, poi su Travel Channel. Il programma No Reservations gli valse due Emmy, gli Oscar della televisione. Nel 2013 passò alla Cnn a occuparsi di news ottenendo anche qui grande successo. Dei suoi programmi amava dire: “Facciamo domande molto semplici: cosa ti rende felice? Cosa mangi? Cosa ti piace cucinare? E ovunque nel mondo andiamo a fare queste semplici domande, cerchiamo di ottenere qualcosa di risposte”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori