Flavio Insinna a L’Eredità/ Maurizio Costanzo: “Polemiche? Una seconda possibilità non si nega a nessuno”

- Hedda Hopper

Il destino si prende beffe di Flavio Insinna che ha iniziato la sua carriera con Fabrizio Frizzi e potrebbe riprenderla in mano grazie a lui. Sulle polemiche interviere Maurizio Costanzo

frizzi-insinna-eredita
Flavio Insinna e Fabrizio Frizzi

Il momento del ritorno in tv di Flavio Insinna si avvicina. Nonostante le polemiche delle ultime settimane, il dg Orfeo non ha fatto mai un passo indietro riguardo il suo ritorno alla conduzione e durante la presentazione dei palinsesti ha confermato che sarà lui a prendere il posto di Fabrizio Frizzi al timone de L’Eredità. Il direttore ha confermato la sua stima nei confronti del conduttore e anche il fatto che non c’è motivo per metterlo da parte visto che la sua esperienza e le sue doti lo rendono un ottimo professionista. Applausi per il direttore e anche per Flavio Insinna che ha trovato il sostegno dei colleghi, più o meno, e anche quello di Maurizio Costanzo che ha preso le su parti in un’intervista al settimanale Nuovo. I duri attacchi e la campagna anti-Insinna non trova sostegno da parte del giornalista che vede nel ritorno di Insinna in tv una ghiotta occasione per lui.

COSTANZO DICE SI’ AL RITORNO IN TV DI INSINNA

I duri attacchi ancora non sono finiti e altri ne potrebbero arrivare proprio quando il conduttore tornerà in tv alla conduzione de L’Eredità nel preserale di Rai1 da metà settembre ma Costanzo non ha dubbi: “Una seconda possibilità non si nega a nessuno”. In particolare, il conduttore ha spiegato: “Di sicuro Flavio Insinna ha sbagliato a insultare i concorrenti di Affari tuoi. Ma una seconda possibilità non si nega a nessuno. E per lui non potrebbe esserci occasione migliore del programma ereditato dal suo amico Fabrizio Frizzi“. Proprio nei giorni scorsi, protagonista ne Il Supplente lo stesso conduttore ha ricordato l’amico dando proprio a lui l’onore di aver iniziato la sua carriera tv, sarà davvero uno strano gioco ripartire da dove tutto è iniziato anni fa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori