Marco Vannini/ Il mistero della porta chiusa: i dubbi della madre (Speciale Chi l’ha visto?)

- Morgan K. Barraco

L’omicidio di Marco Vannini sarà tra i casi che verranno affrontati nello speciale Chi l’ha visto? in onda questa sera, mercoledì 18 luglio, su Rai 3.

marco_vannini_chi-lha_visto_01
Marco Vannini, foto da "Chi l'ha visto?"

L’omicidio di Marco Vannini è stato commesso da Federico Ciontoli? Il sospetto è di Marina Conte, la madre del ragazzo morto in circostanze dubbie nella villa della fidanzata a Ladispoli. Secondo mamma Marina infatti il primo grado di giudizio che ha visto alla sbarra l’intera famiglia Ciontoli non avrebbe permesso alla verità di emergere. La donna è sicura che Antonio Ciontoli si sia attribuito il delitto solo per proteggere il figlio Federico, come ha sottolineato in due occasioni recenti al settimanale Giallo. Il caso di Marco Vannini rappresenta ancora dei misteri inspiegabili e che verranno trattati nella puntata speciale di Chi l’ha visto? di questa sera, mercoledì 18 luglio 2018. Si parla soprattutto della porta del bagno lasciata aperta dal giovane, nel locale in cui avrebbe perso in seguito la vita. Perché non chiudere la porta? Secondo Antonio Ciontoli non si sarebbe trattato di un evento anomalo, dato che Marco era considerato di famiglia e si era sempre sentito a suo agio con la famiglia della fidanzata Martina. Una tesi che mamma Marina ha contestato più volte: Marco aveva troppo pudore per non chiudere la porta a chiave. 

La madre di Marco in cerca della verità

Una porta rimasta aperta e la morte di Marco Vannini: un collegamento che potrebbe chiarire che cosa sia accaduto realmente nella casa di Antonio Ciontoli oltre tre anni fa. Il caso che ha sollevato le contestazioni dell’opinione pubblica per via dei 14 anni comminati al reo confesso del delitto, continua a presentare dei punti oscuri. Secondo la ricostruzione di Ciontoli, Marco quella sera si sarebbe fatto il bagno e gli avrebbe chiesto di poter vedere le sue armi nel momento stesso in cui il suocero entra nella stanza per prelevare le due pistole nascoste nell’armadietto. In questo contesto sarebbe nato lo scherzo che ha poi portato Marco fino alla morte. Anche questo non quadra secondo la madre della vittima, dato che in tanti anni il figlio non avrebbe mai mostrato alcun interesse per le armi da fuoco. Perché invece fare quella domanda proprio quella sera, sottolinea a Chi l’ha visto?. “Ho perso mio figlio, lo volete capire?“, ha sottolineato inoltre Marina Conte a Giallo. Alla donna non interessano le querele degli avvocati dei Ciontoli, che le hanno contestato i dubbi manifestati sul ruolo avuto da Federico. Per la mamma di Marco conta solo la verità, anche se non crede che potrà mai conoscerla.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori