Sanremo 2019/ Claudio Baglioni dice no ai giovani e accoglie 24 big

- Hedda Hopper

Dopo la conferma che sarà Claudio Baglioni ad occuparsi del nuovo Sanremo 2019, arrivano i primi dettagli sulla gara e sull’uscita di scena dei giovani che avranno una gara dedicata

baglioni_piano_sanremo_instagram_2018
Claudio Baglioni direttore artistico di Sanremo 2019

Dopo settimane di serrato corteggiamento alla fine Claudio Baglioni ha detto sì alla conduzione di Sanremo 2019. Il bis alla fine si farà ma proprio per quello che è successo lo scorso anno e gli ascolti stellari ottenuti dalla kermesse canora, il cantautore si sta preparando a cambiare e stravolgere le carte in tavola per ottenere nuovamente il massimo dalla sua esperienza. La gara cambierà, la conduzione sarà diversa e anche per i giovani non ci sarà spazio sul palco dell’Ariston. Come annunciato proprio durante la presentazione dei palinsesti Rai il mese scorso, sembra che Sanremo 2019 andrà in onda dal 5 al 9 febbraio 2019 ma prima, a dicembre, Rai1 ospiterà Sanremo Giovani (il 13 e 14 dicembre). Una gara dedicata proprio ai giovani cantanti e solo il vincitore avrà accesso alla gara big.

DAI GIOVANI IN GARA AI BIG E I CONDUTTORI

Claudio Baglioni ha scelto di far approdare alla gara 24 big (compreso il vincitore della sezione giovani) e di concentrarsi su di loro per tutte le serate del prossimo Sanremo 2019. Anche la conduzione potrebbe essere stravolta visto che, a quanto pare, non ci saranno delle spalle fisse al fianco di Claudio Baglioni ma si alterneranno una serie di ospiti che avranno il colpo di introdurre i cantanti e affiancare il cantautore tra balli, canti e recitazione proprio come hanno fatto Piefrancesco Favino e Michelle Hunziker lo scorso anno. I due dovrebbero non esserci, almeno non in presenza fissa, ma potrebbero comparire nella carrellata di personaggi che si alterneranno sul palco. In questo modo non ci sarà il rischio che si parla di più dei conduttori che degli artisti in gara?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori