SOFIYA MELNIK E PASCAL ALBANESE/ Il giallo di Cornuda: la chiave nelle relazioni pericolose? (Chi l’ha visto?)

- Morgan K. Barraco

Nello speciale Chi l’ha visto? Nicola Endimioni e Annalisa Venditti cercano di individuare la chiave del giallo nelle relazioni pericolose di Sofiya Melnyk e Daniel Pascal Albanese.

sofiya_melnyk_pascal_albanese
Sofiya Melnik e Pascal Albanese

Quella di Sofia Melnyk, la 43enne ucraina scomparsa il 15 novembre 2017, è stata una morte atroce. I primi esiti dell’autopsia hanno evidenziato un brutale pestaggio di cui la donna di Cornuda è stata vittima. Sarebbe stata brutalmente picchiata e finita con un colpo al collo, poi gettata nel burrone ancora agonizzante. Una morte violenta. Il colpo violento e fatale al collo era stato attribuito alla caduta della donna nel burrone, ma sembra ormai chiaro – come emerso dagli approfondimenti di Chi l’ha visto?, che che le sia stato inferto dal suo assassino. Permangono dunque molte perplessità sull’omicidio di Sofia Melnyk. Dalle indagini degli inquirenti è emerso che avesse almeno sei amanti, alcuni dei quali le avrebbero versato dei soldi sul conto. Uno di loro l’ha uccisa? Per quanto riguarda invece Daniel Pascal Albanese, il compagno della donna che si è suicidato undici giorni dopo, pare che fosse consapevole degli altri uomini. Nelle ultime chiamate risultano complici e innamorati. In quella avvenuta due giorni prima della scomparsa, ad esempio, Pascal si rivolge alla donna affettuosamente e parla liberamente con lei degli altri amanti. (agg. di Silvana Palazzo)

Il giallo di Cornuda e le domande irrisolte

La morte di Sofiya Melnik non è ancora chiara, anche se le indagini sulla sua vita e su quella del compagno Daniel Pascal Albanese, ha permesso di portare alla luce un intreccio amoroso importante. Nella vita della donna originaria dell’Ucraina erano presenti infatti tre uomini e non solo Pascal. Un archeologo abbiente con cui aveva una relazione stabile da otto anni e che le aveva regalato la casa in cui viveva con l’italo-francese. Ed infine anche il medico che aveva conosciuto poco tempo prima e di cui si era perdutamente innamorata. Chi ha ucciso quindi Sofiya Melnik? Chi l’ha visto? approfondirà alcuni aspetti del suo caso grazie allo speciale che andrà in onda su Rai 3 nella prima serata di oggi, mercoledì 18 luglio 2018. Il giallo di Cornuda ha chiarito solo di recente il rapporto che c’era fra Sofiya e Pascal, l’uomo che secondo gli inquirenti potrebbe aver ucciso la compagna. Alcune telefonate rivelate dal programma di Federica Sciarelli dimostrano come fra i due ci fosse un’estrema complicità. 

Pascal si è davvero suicidato?

Un omicidio e un suicidio. Vengono chiarite così dagli inquirenti le morti di Sofiya Melnik e Daniel Pascal Albanese. Quest’ultimo si sarebbe ucciso forse dopo aver messo fine alla vita della donna che amava e che era scomparsa alcuni giorni prima. Il suo corpo verrà ritrovato prima che il cadavere di Sofiya venga scoperto in un dirupo. Secondo i familiari di Pascal invece le cose sarebbero andate diversamente. Qualcuno potrebbe infatti aver spinto l’uomo a togliersi la vita oppure averlo istigato al suicidio. “Esiste la concreta possibilità che ci sia in giro un assassino che se la ride“, ha sottolineato infatti a Chi l’ha visto? l’avvocato Antonio Petroncini, che difende la famiglia Albanese. Pascal infatti non era geloso come si è ipotizzato inizialmente e per questo non avrebbe avuto alcun movente per uccidere Sofiya. Era a conoscenza delle sue relazioni, sembrava quasi accettarle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori