GIUSTIZIA A TUTTI I COSTI, 20/ Info streaming del film di John Flynn (oggi, 26 luglio 2018)

- Cinzia Costa

Giustizia a tutti i costi, il film in onda su Canale 20 oggi, giovedì 26 luglio 2018. Nel cast: Steven Seagal, William Forsythe, Jerry Orbach. La trama del film nel dettaglio.

giustizia_a_tutti_i_costi_film
il film d'azione in prima serata su Rete 4

La critica ha stroncato il film “Giustizia a tutti i costi” con Steven Seagal: “Diretto dal John Flynn che già pilotò Stallone tra i pericolosi effetti di ‘Sorvegliato speciale’, ‘Giustizia a tutti i costi’ è un incrocio fra ‘Rambo’ e ‘Il padrino’ in versione serie B”, ha scritto Alessandra Levantesi, su Stampa. E ancora. “John Flynn, regista assai dotato per i film d’azione ha il pregio di raggiungere il massimo dell’ovvio con il minimo dell’intelligenza”, ha commentato Fabio Bo, sul Messaggero. Alberto Castellano, sul Mattino, ha definito il film “fastidiosamente ambizioso, confusionario e a tratti ridicolo”. Ricordiamo che “Giustizia a tutti i costi”, clicca qui per vedere il trailer, andrà in onda sul 20 a partire dalle 21.00 ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

CURIOSITÁ SULLA PRODUZIONE DEL FILM 

Giustizia a tutti i costi è una pellicola americana che risale al 1991 ed è stata prodotta dallo stesso protagonista Steven Seagal. Di genere azione e poliziesca, la pellicola è stata affidata alla regia di John Flynn mentre il soggetto e la sceneggiatura sono stati scritti da David Lee Henry mentre le musiche sono state composte da David Michael Frank. La pellicola ha il titolo in lingua originale Out for justice e la sua durata è di circa 88 minuti. Uno dei principali protagonisti di questo film è l’attore e cantante americano Jerry Orbach nato a New York nel ottobre del 1935 è scomparso nel 2004 all’età di 69 anni. grande attore teatrale che iniziato a lavorare nel mondo del cinema nel 1955 grazie al regista del bertman che lo vuole nel suo film Marty vita di un timido. nel 1958 ha collaborato con il cineasta William Berke per la produzione del film L’assassino ha lasciato la firma e nel 1961 ha recitato nella commedia Gangster contro gangster. Tra le pellicole di Maggiore successo a cui ha avuto modo di partecipare nel corso della vita ricordiamo La gang che non sapeva sparare, Sentinel, Il principe della città, chi più spende più guadagna, I love New York, Dirty Dancing balli proibiti, chi protegge il testimone, scuola di eroi e il club delle Vedove.

ALLA REGIA JOHN FLYNN

Nella prima serata televisiva del canale Mediaset 20 va in onda a partire dalle ore 21:00 il film poliziesco Giustizia a tutti i costi (titolo in lingua originale Out for Justice). Si tratta di una pellicola prodotta negli Stati Uniti nel 1991 con la regia di John Flynn mentre il soggetto e la sceneggiatura sono stati sviluppati da David Lee Henry. Le musiche della colonna sonora sono state composte da David Michael Frank e nel cast sono presenti diversi attori di successo come Steven Seagal, William Forsythe, Jerry Orbach, Jo Champa e Shareen Mitchell. Ma ecco la trama del film nel dettaglio.

GIUSTIZIA A TUTTI I COSTI, LA TRAMA DEL FILM

Gino è figlio di immigrati italiani nella città di Chicago. Qui svolge l’attività di agente di polizia e purtroppo è chiamato ad occuparsi dell’uccisione del suo amico e collega Bobby. Un omicidio avvenuto in pieno giorno per mano di un altro figlio di immigrati italiani, Richie, il quale lo ha ucciso a sangue freddo davanti una moltitudine di testimoni tra cui la stessa moglie ed i figli di Bobby. Gino è disgustato e sconvolto da quanto accaduto tant’è che il vero scopo delle sue indagini non è quello di arrestare Richie piuttosto quello di ottenere vendetta uccidendo l’uomo. Ha così inizio una lunga notte durante la quale i due antagonisti si daranno la caccia a vicenda fino ad arrivare ad uno scontro finale inevitabile. Richie sembra conscio, in ragione della caccia di Gino, che per lui il tempo da vivere non sia moltissimo tant’è che commette un delitto dietro l’altro abusando di stupefacenti che lo portano ad una sorta di delirio di onnipotenza. Inoltre invia alcuni propri scagnozzi alla casa di Gino affinché lo possano uccidere assieme alla moglie ed ai figli. Tuttavia non sarà così semplice in quanto il poliziotto facendo leva sulle proprie capacità nella lotta libera, riesce a sbarazzarsi di loro senza tante difficoltà. Gino così inizia a girare tutti i locali che solitamente vengono frequentati dal proprio antagonista cercando di capire dove si possa nascondere. Inoltre riesce a scoprire il vero motivo che ha spinto Richie ad uccidere Bobby. In pratica la moglie di quest’ultimo avendo scoperto la relazione extra-coniugale che il marito intratteneva con Roxanne, compagna di Richie, in un momento di rabbia aveva inviato una foto che ritraeva il marito assieme alla donna, proprio allo stesso Richie. Infatti sul cadavere di Bobby L’assassino aveva lasciato questa fotografia. Dopo un lungo girovagare per tutta la notte Gino e Richie daranno vita ad un cruento duello nel quale il poliziotto riesce ad avere la meglio ottenendo a proprio modo giustizia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori