Perry Mason: Morte a tempo di rock/ Su Rete 4 il film di Ron Satlof (oggi, 30 luglio 2018)

- Cinzia Costa

Perry Mason: Morte a tempo di rock, va in onda su Rete 4 oggi pomeriggio alle 16.55. Nel cast figurano Raymond Burr, Barbara Hale, alla regia Ron Satlof. Il dettaglio.

perry_mason_morte_a_tempo_di_rock
il film giallo nel pomeriggio di Rete 4

CURIOSITÀ SUL FiLM

Perry Mason – Morte a tempo di Rock è il film che andrà in onda oggi pomeriggio, 30 luglio, su Rete4 per la gioia degli amanti del giallo e del crime d’autore. Morte a tempo di rock è il quindicesimo film per la televisione della saga cinematografica di Perry Mason. Come infatti sappiamo, la serie nacque come una fiction in più puntate e andò in onda dal 1957 al 1966. Dalla seconda metà degli anni ottanta si è deciso però di riportare in auge la figura di Perry Mason e sono stati realizzati ben venticinque lungometraggi destinati alla televisione. I film dal 1985 al 1993 sono stati tutti interpretati da Raymond Burr, profondamente legato al suo personaggio diventato una vera e propria icona. Dopo la sua scomparsa, la serie dell’avvocato investigativo più famoso del cinema si è interrotta, fatta eccezione per quattro lungometraggi che sono andati a comporre la saga di A Perry Mason Mystery. Nel primo dei quattro film troviamo come protagonista Anthony Caruso (interpretato da Paul Sorvino), mentre negli altri tre William McKenzie (l’attore Hal Holbrook). Nella quadrilogia di A Perry Mason Mystery, ambientata quasi esclusivamente a Denver proprio come le storie del celebre avvocato e investigatore, vengono trattati delicati casi di omicidio, con misteri da risolvere tipici delle ambientazioni di Perry Mason. In questi quattro film però manca il protagonista principale e la sua assenza viene giustificata con un viaggio molto lungo e fuori città.

NEL CAST ANCHE BARBARA HALE

Perry Mason: Morte a tempo di rock, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 30 luglio 2018 alle ore 16.55. Una pellicola per la televisione girata nel 1990 e diretto dal regista Ron Satlof mentre nel cast sono presenti Raymond Burr, Barbara Hale e William R. Roses. Malgrado Raymond Burr abbia dedicato la sua carriera nell’interpretazione di Perry Mason e Robert Ironside (un investigatore paraplegico per molti versi simile a Perry Mason nel ruolo e nella figura), sul suo curriculum compaiono insospettabilmente ruoli da cattivo. Tra questi ricordiamo soprattutto quello dell’assassino ne La finestra sul cortile del maestro Alfred Hitchcock. In pochi sanno inoltre della collaborazione artistica tra Raymond Burr e Jerry Lewis, che sono comparsi di fronte alla macchina da presa nel lontano 1995 nel lungometraggio Il nipote picchiatello. 

PERRY MASON: MORTE A TEMPO DI ROCK, LA TRAMA DEL FILM

Il film ruota intorno alle vicende di Terri Knight, una famosa cantante conosciuta in tutto il mondo per le sue splendide qualità e il suo timbro vocale. La donna si appresta a iniziare il suo tour in giro per il mondo, inaugurato da una tappa nella città di Denver, in Colorado. Terri è la moglie di Jack Barnett, che svolge il ruolo di manager della moglie ed è un ex allievo di Perry Mason. I due si conoscono infatti dai tempi degli studi universitari di Jack. Terri sembra la classica diva viziata, capricciosa, cattiva con chi si oppone a lei e ha atteggiamenti poco concilianti con il resto delle persone. Non fa eccezione il marito. A prima vista, Terri risulta la solita star con i capricci, infatti si altera durante le prove e lascia tutti per tornare a casa a riposarsi, litigando anche con il marito. Durante le prove per un concerto, la cantante mollerà tutta la band in asso per andare a casa a riposare. Questa sua decisione sfogherà in un alterco con Jack, che riuscirà a calmarla e farla andare a riposare. L’uomo esce per andare a comprare uno spray per la gola ma durante la sua assenza entra in casa un malintenzionato che uccide Terri. I sospetti ricadono sul marito, ignaro della vicenda fino al suo rientro nell’abitazione. Le indagini di Perry Mason porteranno però alla luce una realtà ben più sconvolgente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori