Riccardo Dose/ Lo YouTuber che ha criticato Biondo (Wind Summer Festival 2018)

- Morgan K. Barraco

Questa sera, giovedì 5 luglio, lo YouTuber Riccardo Dose salirà sul palco del Wind Summer Festival per presentare il brano “Ho anche dei difetti”, realizzato con Amedeo Preziosi e Awed

riccardo_dose_instagram
Riccardo Dose (Instagram)

Ho anche dei difetti” è il secondo brano che Riccardo Dose ha realizzato in compagnia di Amedeo Preziosi e Awed. Tre YouTubers molto popolari sul web e con un seguito nutrito di followers pronti a sostenerli anche in questa loro avventura musicale. Dai video virali alle canzoni il passo è stato breve e non senza fatica da parte del già noto trio, con all’attivo un Disco d’Oro grazie alla canzone precedente “Scusate per il disagio”. Riccardo Dose e gli altri due componenti della band di YouTubers saranno inoltre presenti al Wind Summer Festival 2018, in onda su Canale 5 nella prima serata di oggi, giovedì 5 luglio. Sembra che tra l’altro i tre ragazzi, quasi coetanei, abbiano in mente già una loro prossima evoluzione. Una scelta obbligata dato che il rischio è di bruciare troppo in fretta, per poi cadere nel dimenticatoio. “Il segreto sta nell’evolversi e stare al passo coi tempi”, hanno sottolineato in un’intervista, aggiungendo anche che questo tipo di strategia, se ben sfruttata, può portare a dei risultati soddisfacenti. “Siamo partiti da un tormentone che stava prendendo piede sul web, Abbiamo anche dei difetti”, rivela Dose a All Music Italia prima di salire sul palco di Piazza del Popolo a Roma. A Preziosi il compito di scrivere un testo allargato che potesse riguardare più persone possibili e che a quanto pare ha permesso al trio di registrare un nuovo successo. Gli ingredienti segreti per creare una hit estiva? “Deve far ballare, deve parlare d’estate”, sottolinea Dose, aggiungendo anche che il titolo ha la sua importanza. Non è un caso infatti che per il loro repertorio, la band di YouTubers abbia scelto di puntare tutto su concetti già virali sui social. 

Riccardo Dose e la faida con Biondo

Riccardo Dose e Biondo, ex allievo di Amici di Maria De Filippi, sono entrati in forte contrasto per via della visione diversa di entrambi del mondo della musica. Il primo è noto per i suoi video rivali e per aver trasformato una canzone nata per far divertire in un vero e proprio boom della discografia digitale. Il secondo invece è fra gli ex studenti della scuola televisiva più apprezzati dal pubblico del nostro Paese. La lite fra i due era forse inevitabile e parla di una battaglia a denti stretti che vede spesso in contrasto artisti old style con i concorrenti dei talent e questi ultimi contro i volti noti di YouTube. Ed è in questo quadro che si è fatta avanti la faida fra Dose e Biondo, a causa delle rimostranze di quest’ultimo. Uno scontro che è avvenuto sui social e che ha visto l’ex di Amici 17 dare dei “falliti” a tutta la categoria di cui fa parte Dose. Anche per questo la risposta non poteva che arrivare nell’immediato, con tanto di video postato su YouTube ovviamente. “Sono stufo di interfacciarmi con persone incapaci di avere una propria ideologia”, esordisce Riccardo sul proprio canale, ricordando come tutto sia nato da una sua Stories, in cui ha criticato fortemente le abilità di Biondo. Parole che in seguito ha specificato con un altro intervento, sottolineando che erano dirette alla decisione di Amici 17 di paragonare un cantante che usa l’autotune con un altro artista che invece sfrutta solo la potenza della propria voce. “Anche se la tua musica non incontra i miei gusti, non necessariamente sei un fallito”, continua poi Dose. Il discorso si è poi spostato ancora una volta su Instagram, dove i toni dello YouTuber sono calati ed in cui si è dichiarato pronto a chiudere la battaglia: “Entrambi abbiamo sbagliato, entrambi abbiamo una parte di responsabilità”. Parole che prevedono anche un possibile prosieguo dello scontro con l’ex allievo di Amici 17: a quanto pare tutto sta nella volontà del rivale di voler riporre eventualmente l’ascia di guerra.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori