ELENA SANTARELLI, “MIO FIGLIO GIACOMO HA UN TUMORE CEREBRALE”/ “Ricerca? Ognuno fa quel che può…”

- Anna Montesano

Elena Santarelli e la malattia del figlio Giacomo: la showgirl continua a combattere e a impegnarsi in varie iniziative. Poi confessa: “A volte piango più per gli altri bambini”

elenasantarelli2018
Elena Santarelli

Elena Santarelli continua ad affrontare con forza il dramma della malattia del figlio Giacomo, ma non si vergogna di ammettere di avere dei momenti di debolezza nei quali piange anche lei. La showgirl ha raccontato più volte su Instagram del figlio di 9 anni, colpito da un tumore cerebrale. Con un nuovo post ha però voluto dare una spiegazione in più. Al netto degli attacchi dei soliti hater, la moglie di Bernardo Corradi ha creato un bel rapporto sui social con i suoi follower, interagendo e rispondendo alle loro domande. A chi le fa notare che vede più partecipazione da parte di persone comuni alle iniziative benefiche e alla ricerca, Elena Santarelli ha risposto in maniera diretta ma anche molto diplomatica: «Ci sono tante persone benestanti che fanno tanto …ognuno fa quel che può ..poveri ricchi». C’è poi chi come al solito non perde occasione per criticarla. C’è chi ad esempio non apprezza il fatto che non scriva sempre in italiano. «Non sei Chiara Ferragni che ha l’80% dei suoi follower americani». Diretta anche in questo caso la sua risposta: «Faccio quel voglio anche senza essere chiara Ferragni ..un bacino». (agg. di Silvana Palazzo)

“A VOLTE VIVE IN ME COME UN SENSO DI COLPA”

È una vera e propria ondata d’amore quella che ormai da due giorni ha raggiunto sui social Elena Santarelli. La nota showgirl, che proprio sul web ha trovato una seconda famiglia pronta a supportarla in questo momento così complicato, non perde mai l’occasione di restituire parte di quell’amore che riceve quotidianamente condividendo suoi consigli, supporto e risposte esaurienti. Tuttavia, in uno dei messaggi più recenti ha ammesso di sentirsi spesso in colpa nei confronti delle mamme che restano in ospedale quando lei e il suo piccolo sono a casa: “A volte vive in me un senso di colpa quando sono a casa con i miei affetti e le mie amiche da 60/90 gg in ospedale con i loro figli perché le vs terapie sono molto lunghe…”, ha rivelato la showgirl in un commento, “mi rendo conto che non è colpa mia alla fine ma per fortuna o purtroppo non l’ho ancora capito sono nata tanto ma tanto sensibile”. Attenta all’argomento, Elena Santarelli conosce molto bene le diverse necessità di chi deve affrontare un lungo percorso di cure in ospedale, per questo motivo ha condiviso un piccolo appello, sperando di dare un po’ di sostegno a chi, in questo periodo, sta affrontando la sfida più dura: “ognuno di noi dovrebbe andare negli ospedali e chiedere informazioni su come aiutare le famiglie. Basta poco… molte famiglie in qualsiasi reparto possono avere bisogno di una piccola cosa, specialmente chi lascia la propria terra”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

A CHI LA GIUDICA REPLICA COSÌ…

Ieri per la prima volta Elena Santarelli ha spiegato di cosa soffre suo figlio Giacomo, colpito da un tumore cerebrale. Da mesi condivide con i suoi follower la battaglia che sta affrontando insieme al marito Bernardo Corradi per curare il loro primogenito, ma senza entrare nei dettagli. In un post di ieri, invece, ha raccontato per la prima volta la malattia che sta combattendo il figlio di 9 anni. Lo ha fatto per rendere noto il progetto di charity con la Heal Onlus, un’associazione che collabora con l’Ospedale Bambino Gesù di Roma, dove il figlio è in cura. La showgirl ha anche ringraziato l’amico Christian Vieri che ha aderito al progetto con una serie di iniziative benefiche. Oggi invece si gode una domenica di relax in compagnia di alcuni amici. Ma sulle Instagram Stories c’è un messaggio forse rivolto ad alcuni utenti che non perdono occasione per giudicare le sue scelte. «E comunque per chi vuole giudicare c’è giurisprudenza, 5 anni» ha scritto nella notte Elena Santarelli. (agg. di Silvana Palazzo)

“PENSO ALLE AMICHE CHE STANNO PEGGIO DI ME…”

Per chi chiede ad Elena Santarelli come faccia ad avere così tanta forza, la bionda showgirl risponde: “Faccio che penso ad amiche che stanno peggio di me in ospedale in questo momento”. Proprio in queste ore, ha svelato il tumore cerebrale del figlio Giacomo, che lotta al suo fianco per vincere la sua dura battaglia. Dopo le sue parole di confronto, la Santarelli ha voluto spiegare ad una mamma online, dove recupera le sue forze per affrontare questo difficilissimo momento della sua vita. “Faccio che vedo mio figlio uguale a prima solo senza capelli e ringrazio Dio che corre parla mangia e fa tutto da solo nonostante le complicazioni che avremmo potuto riscontrare, faccio che sono felice di fare questa battaglia perché ho le possibilità per vincerla e non mi hanno detto “non c’è nulla da fare”, mi hanno detto che nella maggior parte dei casi si cura e così voglio pensarla”. Poi ammette: “E comunque anche io piango ogni tanto perché sono umana e perché non ho la palla di vetro, ma piango lontano da tutto e tutti con la musica nelle orecchie perché a volte il silenzio di alcune notti fa più rumore di una canzone”. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

LA GRANDE FORZA DI ELENA SANTARELLI

Elena Santarelli in questi mesi ha dimostrato grande forza nell’affrontare la malattia del figlio Giacomo, colpito da un tumore cerebrale. Questa terribile esperienza l’ha portata però a collaborare con Heal, un’associazione fondata da familiari di bambini colpiti da tumori cerebrali e da figure medico-sanitarie per la cura e la ricerca. E la pagina Instagram di Heal non perde occasione per ringraziarla. «Un grazie speciale ancora alla nostra mamma dal cuore gentile e coraggioso @elenasantarelli». Nelle ultime ore ha colpito un messaggio in particolare di Elena Santarelli, quello cioè in cui ha ammesso di avere dei momenti di debolezza. «Comunque anche io piango ogni tanto perché sono umana e perché non ho la palla di vetro, ma piango lontano da tutto e tutti con la musica nelle orecchie, perché a volte il silenzio di una notte fa più rumore di una canzone» ha scritto sui social. (agg. di Silvana Palazzo)

PRIMI DETTAGLI SULLA MALATTIA E RINGRAZIAMENTI A BOBO VIERI

Elena Santarelli per la prima volta alza il velo sul tumore del figlio Giacomo. Dopo aver sorvolato per molti mesi sui dettagli su quello che ha colpito la sua famiglia e suo figlio, la showgirl ha usato i social per parlare della malattia del figlio. Dai dettagli e dalle prime parole della Santarelli si era già capito che il bambino era stato colpito da un tumore alla testa ma nessuna conferma era mai arrivata fino a che la showgirl, ringraziato Bobo Vieri per il suo impegno in un nuovo progetto, ha scritto: “A nostro figlio è stato diagnosticato un tumore cerebrale il 30 novembre e da quel giorno fiduciosi combattiamo per lui e con lui insieme a tanti altri bambini. Così come lo è stato per noi, il profilo di metilazione è importante per la maggior parte dei bambini colpiti da tumore cerebrale. Io e mio marito saremo presenti il 12 agosto alla tappa finale della Bobo Summer Cup per contribuire alla riuscita di questo evento fantastico”. Lo stesso evento è stato presentato anche ieri nella nuova puntata di Balalaika dove lo stesso Bobo, insieme ad Antonio Cabrini e Ciro Ferrara è “sceso” in campo per una dimostrazione. (Hedda Hopper)

I RINGRAZIAMENTI A BOBO VIERI

In un lungo post su Instagram, Elena Santarelli svela le ultime novità in merito alle iniziative che la tengono impegnata tra ospedali e associazioni. L’ultima vede coinvolto anche Christian Vieri, che ha accettato di essere partecipe di un’iniziativa a scopo benefico. Ecco cosa scrive la showgirl: “Grazie a @christianvieriofficial Che sposa un lodevole progetto di charity con la Heal Onlus durante la @bobosummercup. – scrive la Santarelli – Questa associazione, in collaborazione con l’Ospedale Bambino Gesù di Roma, sostiene un progetto di ricerca per il profilo di metilazione dei tumori cerebrali, i tumori solidi più frequenti tra i bambini (400-450 casi ogni anno in Italia).” La showgirl speiga, allora, nel dettaglio tecnico di cosa si tratta: “In particolare, il profilo di metilazione del DNA, attraverso lo studio di una specifica modificazione presente nel DNA delle cellule tumorali, consente di creare una sorta di “carta d’identità del tumore” dando informazioni su: origine del tumore, classificazione istologica e alterazioni molecolari.” (Aggiornamento di Anna Montesano)

NUOVA INIZIATIVE A SCOPO BENEFICO

La vita di Elena Santarelli è cambiata. Quando nella sua famiglia si è abbattuta l’ombra di una malattia dura da combattere, che ha colpito suo figlio Giacomo, le giornate della showgirl sono cambiate. Oggi Elena è intenta a combattere per suo figlio ed è impegnatissima nel sociale, e sta aiutando la Heal Onlus, facendosi promotrice di molti progetti e iniziative importanti. E, al suo fianco, sono tanti i volti che si sono messi all’opera per essere d’aiuto, anche se con un semplice gesto. Proprio poche ore fa, la Santarelli ha voluto ringraziare Christian Vieri che, con l’evento “Bobo Summer Cup” si farà promotore di alcune cene di gala. Il ricavato sarà completamente devoluto a supporto del Progetto Heal. “Chi conosce bene Bobo Vieri come la nostra famiglia ,sa quanto sia grande la sua sensibilità ed il suo amore per i bambini. – ha scritto Elena su Instagram – È stata infatti una sua iniziativa collaborare con Heal e schierarsi al suo fianco. Noi ne siamo orgogliosi.”

LO SFOGO DELLA SANTARELLI SU INSTAGRAM

Non sono mancati i commenti di apprezzamento per Elena Santarelli. Molte sono le mamme che si identificano in lei: “Ti ammiro sono mamma e capisco la sua forza in questo momento delicato” ha scritto una fan alla showgirl su Instagram al suo ultimo post. “Forza Giacomo, hai una mamma stupenda che per te farebbe qualsiasi cosa, come tutte le mamme più forti” ha scritto ancora un’altra. Parole che hanno colpito Elena Santarelli che ha cercato di rispondere un po’ a tutte le persone che l’hanno contattata. In particolare è spiccata questa dichiarazione: “Lo faccio anche per tutti gli altri, a volte piango più per gli altri bimbi conosciuti in questa avventura che per la mia situazione personale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori