CRISTIANO DE ANDRÉ/ Il monito dopo la tragedia di Genova: “Uniamoci contro i politici corrotti”

- Rossella Pastore

Cristiano De André parla ai suoi follower su Facebook: “Sono addolorato e incazzato”. Il concerto di Rispescia è dedicato alle vittime del crollo di Genova.

cristiano_de_andre_2018
Cristiano De André in concerto

“Addolorato e incazzato per la tragedia che ha colpito la mia Genova! Un caloroso abbraccio a tutte le famiglie delle vittime. Vi sono vicino, Cristiano”. Questo il post su Facebook di Cristiano De André, cantautore figlio di Fabrizio e genovese doc. Tra i vip ad essersi espressi all’indomani della tragedia, Cristiano è senza dubbio il più accorato. Le sue sono parole forti, di sdegno, il cui tono ricorda almeno in parte quello del padre Faber. Con lui Cristiano condivide la voce, profonda e romantica, e il carattere fumantino. Il giorno dopo il crollo del ponte Morandi, De André Jr. si è esibito a Rispescia (Grosseto): “Voglio dedicare questo concerto a Genova. Sono arrabbiato, questa era una tragedia annunciata. Quel ponte è sempre stato pericolante, dovevano buttarlo giù, sono tutti nodi che vengono al pettine”. Proprio il 15 agosto era previsto lo start del suo tour estivo.

La prima tappa del De André canta De André – Best of è iniziata con un bel monito: “Dobbiamo rimanere legati tra di noi e aggrapparci a qualcosa di meglio rispetto a quello che hanno fatto i politici corrotti e che continuano a fare”. Il concerto è andato avanti nel ricordo delle vittime, a cui Cristiano ha dedicato i successi del padre. Dallo scorso tour è stato tratto un triplo cd dal titolo De André canta De André, pubblicato a lancio del tour autunnale Storia di un impiegato. Le date, ad oggi, sono state rinviate per via di un problema dell’artista alle corde vocali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori