Fabrizio Corona a Mattino5/ Video: “Dopo la sentenza definitiva, farò la mia battaglia e chiederò i danni”

- Hedda Hopper

Fabrizio Corona a Mattino5 si presenta arrabbiato dopo l’ennesima conferma che il suo processo “era una farsa” e annuncia che presto inizierà la sua battaglia e chiederò i danni a tutti

fabrizio_corona_2018
Fabrizio Corona

Fabrizio Corona oggi è l’ospite di Federica Panicucci a Mattino 5. Dopo la sentenza di venerdì non poteva essere altrimenti visto che l’ex re dei paparazzi ha sempre avuto un rapporto speciale con il programma di Mattino5. La prima parte dell’intervista verte proprio sulla questione giudiziaria e sulla sentenza: “Non posso entrare in tecnicismi, ne ho parlato molto con il mio avvocato in questi giorni. Siamo arrivati dopo indagini, inchieste e grande sofferenza partita ad ottobre del 2016 e siamo quasi nel 2019, oggi arriva una sentenza di quasi totalmente assoluzione, sei mesi sono ridicoli ma avrei dovuto essere assolto“. Corona non ha dubbi ha pagato solo per un vizio di sistema e solo perché era lui l’imputato, non può essere altrimenti. E adesso in studio è arrabbiato e pronto a prendersi la sua rivincita visto che ha le idee molto chiare su chi siano i suoi amici e chi i suoi nemici: “Tutti dimenticato che quando mi hanno arrestato il 10 ottobre mi hanno tutti additato come delinquente“. Corona è sicuro di essere stato infangato senza motivo, in tv e sui giornali lo hanno trattato da mafioso e delinquente ma sicuramente le cose potevano andare diversamente.

LE ACCUSE DI FABRIZIO CORONA

A dare manforte a Corona ci pensa il suo avvocato e “padre” Ivano Chiesa che ci tiene a precisare che il processo è stato incentrato sul nulla: “Fabrizio ha fatto sedici mesi di carcere per niente, era solo un problema fiscale che poteva essere risolto sin dall’inizio, ovvero ti pago le tasse e tu mi ridai i soldi, senza tutto quello che è successo“. Proprio sulla base di questo Corona ha deciso di andare avanti con la sua battaglia proprio in nome di quella libertà che porta tatuata sulle tempie e anche sulle sue scarpe nuove che ci tiene a far inquadrare. Lui è sempre un mago della comunicazione e sa bene dove giocare ma prima di passare oltre e parlare dei loro amori, lui ha un’altra cosa da dire: “La Corte d’Appello mi ha dato ragione, ma i soldi spesi chi me li rida? Adesso faccio la guerra, due anni di vita e quello che hanno fatto a mio figlio non lo dimentico. Farò ancora la mia battaglia appena avrò la sentenza definitiva“. Clicca qui per vedere il video del momento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori