Samuel Peron vittima di bullismo/ “Deriso per la danza”, appello ai genitori: “sostenete i vostri figli”

Samuel Peron a Storie Italiane, oggi giovedì 27 settembre 2018: il ballerino ha parlato degli episodi di bullismo di cui è stato vittima da bambino a scuola.

SamuelPeron
Samuel Peron

Oggi è uno dei punti di riferimento del ballo italiano, ma Samuel Peron ha dovuto fare i conti con numerosi episodi di bullismo da ragazzo per la sua passione per la danza. A Storie Italiane è intervenuta anche Gianna, madre del danzatore di Ballando con le Stelle: “Si è dato da fare fin da piccolino, è solo merito suo: lo abbiamo aiutato, ma lui si è dato tanto da fare e si merita tutto”. L’obiettivo di Samuel Peron è quello di mandare un messaggio forte e chiaro a tutti i ragazzi, ma anche ai loro genitori: “Grazie alla mia famiglia sono riuscito ad arrivare dove sono: i miei genitori mi hanno supportato”. Questo l’appello a mamme e papà: “Genitori, sostenete i vostri figli nelle loro passioni: più a casa li aiutate, più loro possono proseguire”. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

“DERISO PER IL BALLO, HO SOFFERTO MOLTO”

Lunga intervista a Storie Italiane a Samuel Peron, che ha parlato degli episodi di bullismo vissuti da ragazzo per la scelta di intraprendere la carriera da ballerino: “Io sono dell’82, ho iniziato a ballare negli anni Novanta. In Provincia in quel tempo andavano di moda calcio e basket, non è come oggi: il ballo era visto come attività per le donne e a scuola venivo deriso. Erano sfottò legati al tutù, alla calzamaglia, all’essere omosessuale: erano sfottò, oggi sono considerati bullismo. Capisco bene i ragazzi che oggi si ritrovano a vivere situazioni simili. Ho sofferto molto: dalla mattina alla sera ero deriso e preso in giro, io amavo il ballo. Ero molto timido e i miei genitori hanno pensato che il ballo potesse essere una terapia: era una vera passione e quando vai a toccare qualcuno su una passione, soffri”. E continua Peron, parlando dell’appoggio dei genitori: “I miei mi hanno sempre sostenuto: io tornavo a casa stanco di queste derisioni e non volevo più andare a scuola, loro mi hanno sempre detto di andare perché lo studio e la cultura sono importanti. Non ho mai subito abusi fisici, ma verbali sì”. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

SAMUEL PERON A STORIE ITALIANE

Il ballerino Samuel Peron sarà ospite oggi, giovedì 27 settembre 2018, a Storie Italiane, programma condotto da Eleonora Daniele e in onda su Rai Uno. Saranno diversi i temi trattati dal personaggio tv di Marostica: dall’esperienza a Ballando con le Stelle, dove è punto fermo del cast del programma condotto da Milly Carlucci, passando per la storia d’amore con la compagna Tania Bambaci, nota per aver vinto l’edizione 2012 di Miss Italia. Recentemente, intervistato da Di Più, Peron ha parlato della storia con Tania e del possibile matrimonio in vista: “Lei vuole sposarsi, io no ma non perché non creda nella nostra relazione ma perché non mi sento ancora pronto per il matrimonio”. E possiamo parlare di una famiglia a… tre con l’arrivo della cagnolina Betty: “All’inizio era perplessa, poi tra loro è stato amore. Ora sono inseparabili e Tania non è più a disagio con i cani dei miei genitori”.

CHI E’ SAMUEL PERON

Nato a Marostica nel 1982, Samuel Peron ha iniziato a scoprire il mondo della danza all’età di quattro anni, conoscendo e formandosi su diversi stili. Dopo il diploma all’Istituto d’arte come designer, Samel Peron si è scritto all’Università di Padova alla facoltà di Scienze motorie. La laurea verrà conseguita nel 2015 all’Università telematica San Raffaele. Le apparizioni televisive risalgono già agli anni novanta: nel 1991 ha partecipato a Sabato al circo nel corpo di ballo di Cristina D’Avena, mentre nel 1992 ha partecipato allo show Bravo Bravissimo di Mike Bongiorno. L’esperienza che dà una svolta alla carriera inizia nel 2005, a partire dalla seconda edizione di Ballando con le stelle: ancora oggi è uno dei punti fermi dello show e sarà ancora tra i protagonisti del programma. Peron vinse nel 2007 la quarta edizione in coppia con l’attrice Maria Elena Vandone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori