Cesare Cremonini / “Con Roberto Bolle mi sono divertito tantissimo” (Danza con me)

Cesare Cremonini torna in tv ospite dell’evento “Danza con me 2019”, lo show di Roberto Bolle trasmesso in prima serata su Raiuno

01.01.2019, agg. alle 22:53 - Emanuele Ambrosio
cesare-cremonini_R439
Cesare Cremonini

Cesare Cremonini torna sul palco di Danza con Me per il ballo. Dopo aver accompagnata un’esibizione con la sua straordinaria ‘Poetica’, Roberto Bolle lo invita a prepararsi per la danza. Un invito piuttosto perentorio che non lascia scelta a Cesare Cremonini: “Se proprio sono costretto proverò a seguirti. Durante i concerti ballo è vero, ma qui da te è leggermente diverso”. Si parte con un grande classico: ballando sotto la pioggia. Poi scivolano uno dietro l’altro altri grandi musical classici. Il pubblico gradisce, Roberto Bolle è soddisfatto della sua esibizione con Cremonini, che si dice divertito: “Come mi sento? Devo dire che questa sera mi sono divertito veramente come un matto grazie a Roberto Bolle”. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Feeling pazzesco coi fan

Cesare Cremonini è uno degli ospiti del grande show “Danza con me 2019“, l’evento televisivo ideato e condotto da Roberto Bolle in onda mercoledì 1 gennaio 2019 in prima serata su Rai1. Si tratta di uno degli appuntamenti più attesi del nuovo anno visto che l’etoile della danza torna nuovamente in esclusiva sulla prima rete di Viale Mazzini con un evento in cui la danza e la musica saranno le indiscusse protagoniste. Tra gli artisti ospiti dello show anche Cesare Cremonini reduce da uno tour sold out che ha visto il cantante attraversare l’Italia da Nord a Sud registrando la presenza record di 330 mila persone. Numeri importanti che hanno sicuramente contribuito al successo dell’ultima fatica discografica dal titolo “Possibili scenari” come ha scritto lo stesso cantante sui social: “Domenica chiudiamo il #CremoniniLive2018 al Mediolanum Forum di Milano, e con lui cala il sipario di Possibili Scenari: la mia grande visione. 23 date nei palasport tutte straripanti di pubblico e 4 concerti negli stadi estivi. Un’energia positiva che ha coinvolto tutti e trascinato verso la musica più di 330.000 mila persone”.

L’entusiasmo di Cesare Cremonini

Cesare Cremonini chiude col botto il 2018; un anno importante che ha visto il cantautore bolognese pubblicare un nuovo album di inediti dal titolo “Possibili scenari” che è stato accolto positivamente dalla critica e dal pubblico. Lo confermano i numeri da record del tour nei palasport che hanno visto il cantante triplicare al Mediolanum Forum di Assago. “Si è creato in questi mesi un feeling pazzesco fra me e chi è venuto a godersi gli spettacoli, un’intesa costruita in anni di lavoro e di canzoni, disco dopo disco, concerto dopo concerto” ha scritto sui social Cremonini, sottolineando il percorso bellissimo che si è creato in tutti questi mesi che gli ha permesso di esprimersi al 100% in ogni modo. “Non c’è un ruolo più fortunato di questo nel mio campo di gioco” – ha detto Cremonini – “la grande ricompensa, però sta nell’essere riuscito a fare qualcosa che mi ha cambiato, ancora una volta. Come mi abbia trasformato quest’esperienza ve lo farò sentire e vedere la prossima volta e già non vedo l’ora di farvelo scoprire”

Nuovo album in lavorazione

A pochi giorni dalla chiusura di “Possibili Scenari Tour“, Cesare Cremonini durante un’intervista rilasciata a Marinella Venegoni de La Stampa ha rivelato in anteprima di avere già pronte nove nuove canzoni. “Non starò fermo, voglio sfruttare ciò che il pubblico mi ha concesso, senza seguire dei binari” ha detto l’artista bolognese che negli ultimi mesi ha conquistato l’airplay radiofonico con “Poetica”, “Nessuno vuole essere Robin”, “Kashmir-Kashmir” e la title track “Possibili Scenari”. Non solo, il cantante ha rivelato che in futuro potrebbe tornare in radio anche “50 Special” la hit dei Lunapop con cui è arrivato al grande successo: “Non è la canzone leggerina di un acerbo gruppo bolognese, ma quella di uno che a sedici anni andava in giro per i colli e non aveva voglia di studiare. Vorrei continuare ad approfittarne perché credo sia uno dei riempipista più funzionanti nei locali d’Italia”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA