SANREMO 2019, IL CACHET DI CLAUDIO BAGLIONI/ La Rai precisa: “nessun aumento, tutto come lo scorso anno”

Festival di Sanremo 2019, Rai smentisce aumento cachet per i conduttori. Ma ora spuntano le ombre del conflitto di interesse di Claudio Baglioni

17.01.2019, agg. il 18.01.2019 alle 09:42 - Stella Dibenedetto
sanremo 2019 claudio baglioni virginia raffaele claudio bisio
Sanremo 2019

Il cachet di Claudio Baglioni per il Festival di Sanremo 2019 sarà esattamente uguale a quello dello scorso anno. A confermarlo è la Rai che smentisce le voci di corridoio secondo le quali il direttore artistico di Sanremo dovrebbe portare a casa circa 700mila euro. Cifra che, tuttavia, non è prevista dalle spese che la Rai sta sostenendo per finanziare la kermesse musicale. In un comunicato ufficiale, la Rai spiega: “In merito a indiscrezioni di stampa la Rai precisa che il compenso del direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo 2019, Claudio Baglioni, è pari a 585.000 Euro, identico a quello dello scorso anno senza alcuna variazione”, sottolinea la tv di Stato. Nessun aumento, dunque, per Claudio Baglioni che ha deciso di ripetere l’esperienza di Sanremo per cercare di portare in tv uno show con al centro la musica italiana. Nonostante la precisazione della Rai, però, le polemiche non si placano. Nessun premio in denaro, invece, per i cantanti che potranno ottenere solo un rimborso spese di 40mila euro (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

FESTIVAL DI SANREMO 2019: I CACHET DEGLI OSPITI

Chiarito che il cachet di Claudio Baglioni a Sanremo 2019 non subirà delle variazioni, andiamo a vedere quanto guadagneranno invece gli ospiti. Money.it parla di un compenso che oscilla tra i 20mila e i 50mila euro con l’unica eccezione legata a Ed Sheeran che dovrebbe guadagnare qualcosina di più. Tra i grandi ospiti ci sarà anche il tenore Andrea Bocelli che sul palcoscenico del teatro Ariston canterà insieme a suo figlio Matteo. Tra i grandi artisti italiani vedremo protagonisti alla kermesse della musica italiana Giorgia, Elisa, Laura Pausini, Biagio Antonacci e Luciano Ligabue. Quest’ultimo dovrebbe portare sul palcoscenico il suo ultimo album. Tra i nomi che ballano e non sono ancora certi ci sono quelli di Alessandra Amoroso ed Emma Marrone che fino a questo momento non si sono ancora sbilanciate sulla loro possibile presenza. Tutto il resto lo scopriremo di sicuro nelle prossime ore, anche perché non manca molto al ritorno del Festival. (agg. di Matteo Fantozzi)

OMBRE DEL CONFLITTO DI INTERESSE

La polemica su compensi e cachet si abbatte sul Festival di Sanremo. Oggi il Corriere della Sera ha svelato che rispetto all’anno scorso si registra un aumento per i tre conduttori della kermesse canora. Arriva ora la smentita della Rai che, attraverso una nota stampa, ha fatto sapere che Baglioni anche quest’anno guadagnerà 585mila euro, un incasso «identico a quello dello scorso anno senza alcuna variazione». L’azienda di viale Mazzini ha precisato anche che «l’impegno contrattuale di Baglioni per l’edizione 2019 è iniziato a giugno 2018 e quindi ben 5 mesi prima rispetto all’edizione precedente che, si ricorda, ha ottenuto una media di 10.971.493 spettatori con il 52% di share». E quindi la Rai ribadisce che «i costi complessivi della 69° edizione sono in linea con quelli precedenti». Ma il critico musicale Monina de L’Inkiesta spiega che il problema non è il compenso. La vera questione riguarda il «potenziale conflitto d’interesse di Claudio Baglioni». Il direttore artistico del Festival ha trattato il suo compenso «con la madre del suo braccio destro, dirigente Rai responsabile dei contratti delle risorse artistiche». E così, sostiene L’Inkiesta, per quello che riguarda i contratti degli ospiti che fanno capo a quell’agenzia. (agg. di Silvana Palazzo)

FESTIVAL DI SANREMO 2019: POLEMICA PER I CACHET

La macchina del Festival di Sanremo è già partita in vista del debutto del prossimo 5 febbraio, quando Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio daranno il via alla nuova edizione della famosa kermesse musicale. Il trio dei conduttori è pronto per fare compagnia al pubblico di Raiuno fino al 9 febbraio, giorno della finalissima, ma quanto guadageranno? A svelare i cachet di Baglioni, la Raffaele e Claudio Bisio è il Corriere della Sera: secondo il quotidiano, a Claudio Baglioni sarebbe stato garantito un compenso di 700 mila euro, mentre a Claudio Bisio e Virginia Raffaele una cifra rispettivamente di 450 mila euro (lui) e 350 mila. In compenso, dunque, la Rai dovrà sborsare 1,5 milioni di euro a cui dovranno aggiungersi anche i costi per gli ospiti. Rispetto allo scorso anno, dunque, il direttore artistico guadagnerà qualcosa in più: nel 2018, infatti, Baglioni ha portato a casa 600mila euro per Sanremo mentre Michelle Hunziker e Favino percepirono rispettivamente 400 e 300 mila euro.

I COMPENSI SONO CRESCIUTI?

Nonostante i cachet del Festival di Sanremo 2019 siano in linea con quelli dello scorso anno e sicuramente lontani da quelli delle precedenti edizioni, puntuale arriva la polemica. Il popolo dei social, infatti, è pronto a puntare il dito contro il trio di conduttori, reo di incassare delle cifre enormi per un mese di lavoro. Sempre secondo il Corriere, infatti, la Rai vorrebbe ritoccare al ribasso il compenso di Bisio e della Raffaele per evitare le reazioni politiche portando a 250 mila euro per Bisio e 150 mila per Virginia Raffaele soprattutto alla luce delle ultime dichiarazioni di Matteo Salvini che, a Non è l’arena, ha detto: «Non prendo tanti soldi come quel presentatore di Rai1 di cui non voglio fare il nome». In ogni caso, la Rai sembra orientata a confermare la cifra spesa nelle precedenti edizioni per evitare polemiche e dure reazioni da parte del pubblico e dei politici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA