CRISTIANA CIACCI, FIGLIA DI LITTLE TONY/ “L’ultima cosa che mi disse è di essere felice” (Domenica In)

- Fabiola Iuliano

Cristiana Ciacci, figlia di Little Tony, ripercorre gli ultimi giorni dell’artista. L’incontro dei suoi genitori e i ricordi più intensi commuovono Mara Venier

cristiana ciacci domenica in 640x300
Cristiana Ciacci a Domenica In

Cristiana Ciacci, figlia di Little Tony, è stata oggi la protagonista di una lunga parentesi dedicata al grande artista scomparso. Oltre ai ricordi belli ci sono state anche le parole toccanti della donna in merito alla malattia del padre: “Aveva nascosto la sua malattia, non ha voluto che trapelasse nulla, non l’ha confidato neanche agli amici più cari. Forse non voleva dare un dispiacere al pubblico”. Cristiana ha raccontato poi l’incontro tra la madre ed il padre fino ai giorni drammatici della scomparsa della donna, Giuliana Brugnoli, avvenuta nel 1993: “Mia mamma si è ammalata, papà l’ha portata in giro per il mondo. Quando le hanno detto che non c’era più speranza ha voluto essere riportata nella casa in cui sono stata concepita e si è messa la fede. Lei è morta la notte con papà davanti”, ha rivelato. Il racconto toccante è poi terminato con le immagini dei funerali di Little Tony. “Le ultime parole che mi ha detto prima di andarsene è di essere felice, perchè vedi questa vita come passa in fretta?”. Quindi si è esibita portando avanti le volontà del padre: continuare a cantare le sue canzoni. I tanti ricordi sul grande artista hanno commosso quasi fino alle lacrime Mara Venier. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Cristiana Ciacci a Domenica In

Cristiana Ciacci ricorda suo padre Little Tony nel corso di una toccante intervista a Domenica in. “Sono sempre emozionata quando parlo di papà – rivela l’ospite del salotto di Mara Venier – Nella vita di tutti i giorni sono presa dagli impegni, dai bambini, da mille cose, ma quando mi ritrovo a parlarne l’emozione è sempre tanta”. Del doloroso periodo che ha visto l’artista lottare per la vita e poi spegnersi, la Ciacci ricorda: “Lui non ha voluto che trapelasse nulla fino alla fine, non voleva dare questo dispiacere al pubblico. L’ha nascosto anche agli amici più intimi, sono stati colti di sorpresa”; in quell’occasione ha inoltre scoperto di essere in attesa del suo quarto figlio, ma per una serie di ragioni ben precise ha deciso di non parlare con suo padre della gravidanza: “Ero incinta della mia quarta figlia. Mio papà è stato in clinica 72 giorni e io ho scelto di non dirglielo perché sarebbe stata un’immensa gioia, ma anche una nuova preoccupazione – ha ricordato l’ospite nel salotto di Mara Venier – Sapeva che se ne sarebbe andata l’ultima persona della mia famiglia di origine”.

La storia d’amore tra i suoi genitori

Nel racconto che Cristiana Ciacci fa a Domenica In, trova spazio la storia d’amore tra suo padre Little Tony e sua madre, Giuliana Brugnoli, scomparsa nel 2012. “I miei genitori sono stati l’uno il grande amore della vita dell’altro. Mia madre tastava prendendo il sole in uno stabilimento di Ostia, mio padre è andato a romperle le scatole. Lui era già famoso, ma lei lo respingeva. Poi, quando lui stava per demordere, lei lo ha chiamato”. I suoi genitori, ricorda la figlia di Little Tony, “erano gelosi l’uno dell’altro” e vivevano il loro amore con “una grandissima passione”, ma “ma avevano un rapporto particolare, due caratteri molto forti” e per questo con idee agli antipodi. Il matrimonio è arrivato nel ’72 quando”mia madre ha voluto sposarsi perché voleva un figlio, me”, ma dopo aver scoperto di essere incinta ha messo fine alla loro storia d’amore “perché, secondo la sua filosofia, avevano raggiunto il massimo, tutto quello che di bello potevano vivere”. Da questo momento in poi, Cristina ha vissuto lontana da entrambi i genitori, accompagnata, nella sua crescita, da baby sitter sempre diverse: “I miei genitori mi mancavano tanto e per questo ero arrabbiata, li amavo tantissimo, avrei voluto averli vicini. Un figlio non chiede di essere messo al mondo e se tu decisi di averlo, uno dei due ci deve stare. (…) Altrimenti hai fatto un figlio peer egoismo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA