Valeria Fabrizi a Vieni da me/”Ho amato Walter Chiari. Con me ha tradito Ava Gardner”

- Stella Dibenedetto

Valeria Fabrizi si racconta a Vieni da me: l’attrice protagonista di Che Dio ci aiuti 5 racconta il suo amore con Walter Chiari e l’infanzia senza il padre.

valeria fabrizi
-Valeria Fabrizi a Vieni da me

Valeria Fabrizi, grande protagonista della fiction di Raiuno campione d’ascolti Che Dio ci aiuti 5 insieme ad Elena Sofia Ricci, si racconta davanti alla cassettiera di Vieni da me. Ai microfoni di Caterina Balivo, Valeria Fabrizi, grandissima attrice, ricorda non solo la sua infanzia, vissuta durante la Seconda Guerra Mondiale, ma anche la sua storia con Walter Chiari che accolse a casa, nonostante fosse sposato con un altro uomo, nel momento in cui fu abbandonato da tutti. I ricordi di Valeria Fabrizi partono da Walter Chiari a cui era estremamente legata. “Lui ha vissuto a casa mia perquasi cinque anni. Lo fece venire mio marito anche se ho avuto una storia con Walter Chiari” – ricorda l’attrice – “io mi sono proposta perchè lui era amico di famiglia e aveva un certo pudore. Io sono nata nel palazzo in cui abitava e quando ui è cresciuto io ho detto ‘lui sarà il mio principe azzurro’. Era un sentimento nostro, dall’amore, poi, è arrivato il vero bene. Lui ha tradito Ava Gardner con me”.

VALERIA FABRIZI: “WALTER CHIARI ABBANDONATO DA TUTTI”

All’epoca della decisione di Tata Giacobetti, marito di Valeria Fabrizi, di accogliere Walter Chiari a casa sua, l’opinione pubblica si scandalizzò. Oggi, però, l’attrice spiega che il marito lo fece non solo perché era amico di Walter Chiari, ma perchè quest’ultimo fu abbandonato da tutti. “L’aveva permesso perchè erano amici, perchè era un uomo intelligente e sensibile e perché Walter in quel momento era stato abbandonato da tutti. Erano pochi gli amici. Walter in quel periodo soffriva molto perché era stato dimenticato dalla televisione“, ricorda la Fabrizi. “Lui era un uomo malinconico, un Peter Pan mai cresciuto. A San Valentino, poi, mi mandava sempre le mimose in segno dell’affetto che ci legava perchè io adoro le mimose”, aggiunge. Valeria Fabrizi, poi, torna ancora indietro negli anni ricordando di essere stata cresciuta solo dalla madre: “io sono orfana di padre perchè lui fu fatto priogioniero durante la guerra. Pare sia morto mentre cercava di sfuggire dalla priogionia. L’ho visto solo due volte”, ricorda commossa la Fabrizi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA