Mahmood/ Salta l’ospitata a Sanremo Young per una brutta febbre

- Emanuele Ambrosio

Mahmood doveva essere ospite della prima puntata di Sanremo Young 2019, il talent show condotto da Antonella Clerici, ma la febbre l’ha tenuto a casa

mahmood Sanremo 2019
Mahmood, Seat Music Awards

Doveva essere ospite della prima puntata di Sanremo Young e tornare così sul palco dell’Ariston una settimana dopo il trionfo al Festival, ma Mahmood è stato fermato da una forte febbre. A spiegare il contrattempo occorso al cantante è stata Antonella Clerici proprio in chiusura di puntata, quando ormai tutti i 20 ragazzi in gara si erano esibiti, e sfidati tra di loro per determinare chi sarebbe stato eliminato e chi invece avrebbe potuto proseguire il suo percorso verso il possibile posto a Sanremo Giovani. È così a tenere banco è stato il super ospite internazionale John Travolta, che è stato anche omaggiata dalla conduttrice con un balletto dedicato a La febbre del sabato sera, il film che ha fatto dell’attore un’icona degli anni ’70 nei panni di Tony Manero. È altamente probabile, come ha del resto fatto capire la stessa Clerici, che Mahmood torni come ospite di Sanremo Young in una delle prossime puntata, da qui al 15 marzo. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

LE SUE PAROLE SU ULTIMO

Mahmood è il vincitore della 69esima edizione del Festival della Canzone di Sanremo 2019. “Soldi” ha conquistato la critica e la sala stampa di Sanremo 2019 permettendo al giovane cantante di ribaltare i risultati del televoto e conquistare il primo posto. Una vittoria che ha diviso il pubblico e non solo, visto che a diversi giorni dalla finale di Sanremo 2019 continuano a susseguirsi una serie di polemiche. A polemizzare non solo il pubblico, ma anche alcuni artisti che sui social hanno rotto il silenzio raccontando cosa è successo subito dopo la premiazione in sala stampa. Naturalmente parliamo de Il Volo e di Ulimo che rivolgendosi a lui l’ha chiamato ragazzo. Mahmood, vero nome Alessandro Mahmoud, ha ironizzato sulla cosa dalla pagine di Chi: “Il nervosismo gioca brutti scherzi. Mi dovrei offendere perché mi ha chiamato ragazzo? Ne ho sentite di peggio…Un sorriso ammazza ogni polemica”.

Mahmood è fidanzato, ma… con chi?

In questi giorni è Mahmood mania. Il vincitore di Sanremo 2019, oltre a conquistare l’airplay radiofonico con la sua “Soldi”, è diventato nel giro di pochi giorni anche un vero e proprio sex symbol. Tutti sono pazzi di lui, ma attenzione al momento il fresco vincitore è felicemente fidanzato. A precisarlo è proprio il cantante in occasione di un’intervista rilasciata al settimanale di Alfonso Signorini: “Sono fidanzato. Ma non aggiungo altro”. Non è dato sapere con chi, come non è dato sapere se si tratta di una ragazza o un ragazzo, visto che il cantante non si è espresso in merito al suo orientamento sessuale. Si è tanto parlato in questi giorni di un suo possibile coming out, ma una cosa è certa: Mahmood non ha alcuna intenzione di mettere la sua vita privata sotto i riflettori. Stessa storia per quanto riguarda la famiglia: con la madre ha un rapporto bellissimo, mentre con il padre le cose sono in bilico: “siamo fermi da tempo immemorabile, non si è fatto vivo ancora. Ma se dovesse succedere, non fa nulla. E poi oggi con lui parlerei di musica. Stop”.

Soldi è da record

Polemiche a parte, Mahmood si gode il successo e questo momento magico della sua carriera. La canzone “Soldi”, a distanza da pochi giorni dalla vittoria a Sanremo 2019, ha infranto quasi 10 milioni di visualizzazioni su YouTube. Non solo, “Soldi” è il brano più trasmesso dalla radio e attualmente è alla numero della classifiche di iTunes, Apple Music e Spotify dove la canzone è entrata nella classifica top 50 Globale con 1 milione e mezzo di streaming in un solo giorno. Un vero e proprio record per il cantante, visto che “Soldi” diventa il brano italiano con il più alto debutto di sempre all’interno della classifica di Spotify conquistando la posizione 40 a livello mondiale. Un successo inaspettato dallo stesso Mahmood che sulla vittoria a Sanremo 2019 ha rivelato: “Non posso sentirmi in colpa perché ho vinto. Sono un tipo pacifista io…”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA